Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 1887 - martedì 11 ottobre 2011

Sommario
- Corte dei Conti: riforma fiscale non ha copertura
- Per Tpl in Toscana gara unica
- Febbre del Nilo: ordinanza in Sardegna
- Conferenza Stato-Regioni il 13 ottobre
- Finanza di progetto e sinergia pubblico-privato: Relazione al Cipe
- Federalismo fiscale: Dossier di documentazione

+T -T
Corte dei Conti: riforma fiscale non ha copertura

Giampaolino in commissione Finanze della Camera

(regioni.it) La riforma fiscale non ha copertura, anche perchè parte delle entrate sono state usate dal decreto di agosto. Bisogna quindi tassare beni ''personali e reali'', evitando i tagli lineari alle agevolazioni che ''sarebbero recessivi''. Lo ha detto il presidente della Corte dei Conti Luigi Giampaolino alla commissione Finanze della Camera.
Per la Corte dei Conti c'e' "l'esigenza di tempi stringenti di approvazione del disegno di legge delega e dei relativi decreti attuativi, per impedire che risulti inevitabile l'attivazione della clausola di salvaguardia del taglio automatico e lineare delle agevolazioni". Sulla delega al governo per la riforma fiscale e assistenziale. Giampaolino sotolinea che il provvedimento risulta generico e indeterminato in gran parte dei criteri direttivi, ma "conserva la sua attualita' negli obiettivi di riforma del sistema tributario in linea con le esigenze di ripresa".
Le "incertezze" che gravano sulla copertura del ddl delega per la riforma fiscale rendono "necessario  esplorare fonti di gettito nuove, in direzione di basi imponibili personali o reali che non insistano sul lavoro e sulle imprese".
In particolare si sottolineano le incertezze legate alla  "praticabilita' di una riforma complessiva del sistema di prelievo, in assenza di una concreta identificazione dei necessari mezzi di  copertura".
 L'eliminazione dell'Irap e' di  ''ardua realizzazione'' ed e' in contrasto con il federalismo fiscale, che ''attribuisce alle regioni, nell'ambito della loro autonomia  impositiva, la potesta' di ridurre l'aliquota Irap, afferma Giampaolino in commissione Finanze alla Camera.
Nel ddl delega, inoltre, prosegue Giampaolino, ''non si  specifica'' che l'eliminazione dell'imposta regionale sulle attivita' produttive ''avverra' attraverso l'individuazione di ulteriori tributi ma si prevede invece la sostituzione con trasferimenti''.
Un altro aspetto che necessita chiarimenti sul ''confine e il  raccordo'' rispetto all'impianto del federalismo, secondo la  magistratura contabile, riguarda la previsione normativa che prefigura l'introduzione dell'imposta sui servizi ''limitandosi a dettare il  principio della concentrazione e della razionalizzazione in un'unica  obbligazione fiscale e in un'unica modalita' di prelievo di una  sommatoria di tributi ma senza indicare il presupposto di imposta''.
Le modifiche adottate dal federalismo, inoltre, ricorda Giampaolino,  ''hanno attribuito parte del gettito di tali tributi alle amministrazioni territoriali''.
  I risparmi che potrebbero arrivare  dalla riduzione della spesa rischiano di essere ''in larga parte  controbilanciati'' dalle risorse che sara' necessario mettere in campo per assicurare servizi adeguati a una prevedibile impennata del  fenomeno della non autosufficienza''. La riduzione della spesa sociale, secondo la Corte dei conti,  rischia di ''produrre effetti non diversi da quelli derivanti da un prelievo eccessivo e distorto''.
''La strada di una riduzione del perimetro della spesa sociale  risulta difficile da percorrere'', spiega Gianpaolino. Ed e'  difficile prevedere gli effetti delle misure che il ddl prefigura. Inoltre i risparmi effettivamente conseguibili ''dovrebbero risultare effettivamente limitati rispetto alle complessive esigenze poste dal ddl''.

 



( red / 11.10.11 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top