Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 1889 - giovedì 13 ottobre 2011

Sommario
- Regioni ed enti locali: proposte per lo sviluppo
- Trasporto pubblico locale: Errani, è emergenza per milioni di utenti
- Risorse per nuove politiche industriali
- UE: riforma Politica Agricola Comune (Pac)
- UE: Comitato delle Regioni, Marini Vicepresidente Gruppo PSE
- Istituti Musicali pareggiati: l'impegno del Ministro

+T -T
Risorse per nuove politiche industriali

Errani: la crescita richiede interventi

(regioni.it) ''Questo Paese deve tornare a fare politica industriale come in passato'', ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
E' necessario "reperire risorse per nuove politiche industriali senza cui non c'e' crescita". Il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, interviene così sul tema al termine della Conferenza delle Regioni del 13 ottobre: ''Senza una nuova politica industriale la crescita non ha possibilita' di svilupparsi''.
Errani aggiunge: ''La crescita e' fondamentale per il paese”, e propone: “Mettiamoci intorno a un tavolo e verifichiamo quali risorse ci sono perche' la crescita richiede interventi. Per questo sblocchiamo gli investimenti gia' contabilizzati nel bilancio dello Stato come quelli per l'edilizia sanitaria e scolastica, e facciamo scelte, insieme al Governo''.
''Sblocchiamo gli investimenti gia' contabilizzati nel bilancio dello Stato - sottolinea Errani - come quelli per l'edilizia sanitaria e scolastica, e facciamo scelte, insieme al Governo: senza politiche industriali la crescita non ha possibilita' di svilupparsi. Occorre una disponibilita' reale al dialogo; finora purtroppo non e' chiaro quali siano i contenuti del Decreto Sviluppo. Chiediamo di partecipare a questa discussione''.
Le Regioni, ha ribadito Errani, "sono pronte a fare la loro parte ma serve disponibilita' al dialogo, ma finora non sono affatto chiari i contenuti del decreto sviluppo”.
Mentre Napolitano sollecita anche l'Unione Europea che “deve spendere di più in ricerca e innovazione perche' e' ''un investimento pagante per la competitivita' dei singoli paesi ed e' un motore per una ripresa rapida, sostenibile e duratura, tanto piu' necessario di fronte all'attuale crisi globale che rende piu' acuto il problema della bassa crescita in Europa''.
“Per quanto riguarda l'Italia conosciamo le difficoltà con cui quotidianamente si confrontano i nostri ricercatori e i nostri docenti, e sappiamo che la scala delle risorse loro destinate è largamente inferiore a quanto auspicabile - ha sottolineato Napolitano. Il nostro sistema nazionale di ricerca e innovazione mostra punti di forza e di debolezza”.
In particolare, l'intensità della spesa per Ricerca e Sviluppo in termini di Pil, pur restando strutturalmente al di sotto della media Ue (1,3% per l'Italia rispetto al 2% europeo), è cresciuta del 2,3% annuo tra il 2000 e il 2009, con incrementi della spesa per ricerca e sviluppo industriale anche superiori, in alcuni anni, al 10%. D'altra parte, la spesa per ricerca e sviluppo delle imprese appare ancora inadeguata rispetto ai partner europei, con un rapporto sul Pil dello 0,64% rispetto ad una media Ue dell'1,23%.



( red / 13.10.11 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top