Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 1902 - martedì 18 ottobre 2011

Sommario3
- Molise: Iorio confermato Presidente
- Scalera Direttore dell'Agenzia del demanio
- Corte UE: no brevetti medicinali da embrioni umani
- Veneto punta sulla medicina territoriale
- G.U.: Fondo 2011 sostegno abitazioni in locazione
- Fitosanitari: parere su regolamento semplificazione vendita

+T -T
Molise: Iorio confermato Presidente

(regioni.it) Michele Iorio è stato confermato Presidente della Regione Molise. E’ questo il responso delle elezioni regionali del 16 e 17 ottobre 2011.
Secondo i dati pubblicati dal Ministero dell’Interno (ore 07:24 del 18 ottobre 2011) l’affluenza alle urne  nei 136 comuni molisani è stata del 59,79 per cento (alle precedenti elezioni aveva vota il 65,09 per cento della popolazione.
Angelo Michele Iorio (Per il Molise) ha ottenuto 89.142 voti, pari al 46,94 per cento, contro  il 46,15 per cento (pari a87.637 voti) riportato da Paolo Di Laura Frattura (Il Molise di tutti).
Gli altri due candidati alla presidenza, Antonio Federico (Movimento 5 stelle, Beppegrillo.it) e Giovancarmine Mancini (La Destra) hanno ottenuto  rispettivamente il 5,60 per cento (10.560 voti) e l’1,29 per cento (2458 voti).

Candidati Presidente e liste

Voti

%

Seggi

Voti

%

Seggi

IORIO ANGELO MICHELE

PER IL MOLISE

89.142

46,94

3

     

IL POPOLO DELLA LIBERTA'

     

33.911

18,86

5

PROGETTO MOLISE

     

17.117

9,51

2

UNIONE DI CENTRO

     

12.193

6,78

2

ALLEANZA DI CENTRO

     

12.113

6,73

2

GRANDE SUD

     

11.755

6,53

2

MOLISE CIVILE

     

7.940

4,41

1

U.D.EUR POPOLARI

     

6.332

3,52

1

Totale

     

101.361

56,37

15

DI LAURA FRATTURA PAOLO

IL MOLISE DI TUTTI

87.637

46,15

1

     

PARTITO DEMOCRATICO

     

17.735

9,86

3

DI PIETRO ITALIA DEI VALORI

     

15.907

8,84

3

ALTERNATIV@-ALLEANZA PER L'ITALIA

     

11.354

6,31

1

PARTITO SOCIALISTA ITALIANO

     

8.246

4,58

1

PARTECIPAZ. DEMOCRATICA-COSTRUIRE DEM.

     

7.623

4,23

1

SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA'

     

6.961

3,87

1

RIFONDAZIONE COMUNISTA-COMUN. ITALIANI

     

4.977

2,76

1

Totale

     

72.803

40,49

11

FEDERICO ANTONIO

MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT

10.650

5,60

-

     

MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT

     

4.083

2,27

-

MANCINI GIOVANCARMINE

LA DESTRA - ALTRI

2.458

1,29

-

     

LA DESTRA - ALTRI

     

1.556

0,86

 

 



( red / 18.10.11 )

Via libera dalla Conferenza Unificata

+T -T
Scalera Direttore dell'Agenzia del demanio

(regioni.it) Via libera dalla Conferenza Unificata del 13 ottobre alla nomina di Stefano Scalera a Direttore dell’Agenzia del Demanio. L’ok della Conferenza delle Regioni arriva con un documento con cui si invita il  Governo a farsi carico degli interessi delle Autonomie territoriali “prevedendo una componente espressione delle stesse, al fine di porre le condizioni per una gestione condivisa ed efficiente dei processi di attuazione del trasferimento dei beni e del patrimonio pubblico in generale”.
Il documento è stato pubblicato nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it. Il link è:
www.regioni.it/download.php?id=227200&field=allegato&module=news
Si riporta di seguito il testo integrale.
Parere sulla proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze relativa al conferimento dell’incarico di direttore dell’agenzia del demanio al dott. Stefano Scalera, ai sensi dell’articolo 67, comma 2, del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e successive modificazioni
Punto 4) O.d.g. – Conferenza Unificata
In relazione al conferimento dell’incarico di Direttore dell’Agenzia del Demanio, le Regioni, le Province ed i Comuni, in considerazione delle trasformazioni dell’assetto istituzionale in senso federale ed in particolare dell’attuazione del federalismo demaniale, intendono manifestare l’opportunità che, in sede di rinnovo dei componenti del Comitato di gestione dell’Agenzia stessa, il Governo si faccia carico degli interessi delle Autonomie territoriali prevedendo una componente espressione delle stesse, al fine di porre le condizioni per una gestione condivisa ed efficiente dei processi di attuazione del trasferimento dei beni e del patrimonio pubblico in generale.



( red / 18.10.11 )

+T -T
Corte UE: no brevetti medicinali da embrioni umani

(regioni.it) Una sentenza della Corte vieta i brevetti da embrioni umani.
E' vietato in particolare brevettare medicinali ricavati da cellule staminali con procedimenti che comportano la distruzione degli embrioni umani. Lo stabilisce una sentenza della Corte di giustizia della Ue, che si e' espressa sul caso di un trattamento che combatte il morbo di Parkinson brevettato dal ricercatore tedesco Oliver Brustle.
Afferma la portavoce Chantal Hughes della Commissione europea: ''Accogliamo il fatto che questo e' un concetto autonomo del diritto europeo che deve essere recepito da tutti i paesi dell'Unione''.
La sentenza della Corte europea che vieta la brevettabilita' dei medicinali e dei trattamenti ricavati da cellule staminali che comportano la distruzioni di embrioni umani, di fatto significa che ''l'embrione umano e' un soggetto di diritto'' a qualsiasi stadio di sviluppo.
In sede di esame della nozione di «embrione umano», la Corte sottolinea innanzitutto che essa non è chiamata ad affrontare questioni di natura medica o etica, ma che deve limitarsi ad un’interpretazione giuridica delle pertinenti disposizioni della direttiva. Il contesto e la finalità di quest'ultima rivelano che il legislatore dell’Unione ha inteso escludere qualsiasi possibilità di ottenere un brevetto quando il rispetto dovuto alla dignità umana può esserne pregiudicato. Ne risulta, secondo la Corte, che la nozione di «embrione umano» deve essere intesa in senso ampio. Pertanto, la Corte considera che sin dalla fase della sua fecondazione qualsiasi ovulo umano deve essere considerato come un «embrione umano», dal momento che la fecondazione è tale da dare avvio al processo di sviluppo di un essere umano. Deve essere riconosciuta questa qualificazione di «embrione umano» anche all’ovulo umano non fecondato in cui sia stato impiantato il nucleo di una cellula umana matura e all’ovulo umano non fecondato indotto a dividersi e a svilupparsi attraverso partenogenesi. Anche se tali organismi non sono stati oggetto, in senso proprio, di una fecondazione, essi, per effetto della tecnica utilizzata per ottenerli, sono tali da dare avvio al processo di sviluppo di un essere umano come l’embrione creato mediante fecondazione di un ovulo.




( red / 18.10.11 )

+T -T
Veneto punta sulla medicina territoriale

Coletto: medicine di gruppo integrate

(regioni.it) Il Veneto rafforza la medicina territoriale che sarà organizzata in rete e operativa 24 ore su 24 e tutti i giorni della settimana. Con una delibera approvata su proposta dell’assessore alla sanità Luca Coletto, la Giunta regionale ha dato il via ad un’articolata riorganizzazione della medicina territoriale che, una volta a regime, potrà garantire al cittadino un’assistenza sul territorio (medici di base, guardie mediche, distretti).
Sono previste le “medicine di gruppo integrate”, forme associative di medici di medicina generale che garantiranno sempre la disponibilità, ovviamente operando in rete ed in sinergia con le guardie mediche. “E’ un’operazione – sottolinea con soddisfazione Coletto – che risponde appieno ad uno dei cardini fondamentali del nuovo piano socio sanitario regionale: rafforzare la medicina sul territorio, spostare dall’ospedale al territorio tutti i servizi non prettamente ospedalieri, alleggerire la pressione dei codici bianchi impropri sui pronto soccorso, portare insomma la sanità più vicina al cittadino, che possa così trovare vicino a casa tutti quei servizi che non riguardano le acuzie, per le quali ci sono gli ospedali”.
Coletto ha posto l’accento anche sull’impronta socio-sanitaria dellanuova organizzazione: “ le medicine di gruppo integrate infatti – sottolinea l’assessore – saranno supportate anche dallapresenza di figure professionali importanti come gli infermieri e gli assistenti sociali”.



( red / 18.10.11 )

+T -T
G.U.: Fondo 2011 sostegno abitazioni in locazione

(regioni.it) E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il “Riparto delle risorse del Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione relative all’annualità 2011”.
Si tratta della disponibilità del Fondo nazionale di sostegno per l’accesso alle abitazioni in locazione che è pari per l’annualità 2011 ad euro 9.896.732,00. Risorse che sono ripartite tra le regioni secondo la tabella allegata al decreto.



Riparto delle risorse del Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione relative all’annualità 2011..

martedì 18 ottobre 2011

 

 

Provvedimento

 

Conferenza delle Regioni e delle   Province autonome

 

 

 

Pubblicazione nella

Gazzetta Ufficiale della Repubblica   Italiana

 

 

Intesa sullo schema di   decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti recante   "Ripartizione tra le Regioni a statuto ordinario delle risorse assegnate   al Fondo nazionale per il sostegno alle abitazioni in locazione per l'anno   2011".

 

Nella seduta del 27 luglio   2011 ha espresso l’Intesa.

 

Nella seduta del 27 luglio 2011 della Conferenza   Stato-Regioni è stata espressa l’Intesa.

 

Repertorio   Atti n.: 140/CSR   del 27/07/2011

 

 

Gazzetta Ufficiale – Serie generale n. 242 del   17.10.2011.

 

(138.) Decreto 4 agosto 2011.

 

Riparto delle risorse del   Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione   relative all’annualità 2011..

 

 

 

 

  Abitazioni-in-locazione.pdf



( red / 18.10.11 )

+T -T
Fitosanitari: parere su regolamento semplificazione vendita

(regioni.it) Le Regioni (durante la conferenza stato-regioni del 13 ottobre) hanno dato un “parere favorevole condizionato” al Regolamento di semplificazione dei procedimenti di autorizzazione alla produzione, alla immissione in commercio e alla vendita di prodotti fitosanitari e relativi coadiuvanti. Le condizioni poste dalla Conferenza delle Regioni sono rappresentate da una serie di emendamenti contenuti in un Documento che è stato consegnato al governo.
Tale documento è stato pubblicato sul sito www.regioni.it nella sezione “Conferenze”. Il link è:
www.regioni.it/download.php?id=227199&field=allegato&module=news



( red / 18.10.11 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top