Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 1907 - martedì 25 ottobre 2011

Sommario
- Lazio: Governo impugna Piano casa, dimissioni assessori
- Formigoni: sul trasporto pubblico locale si lavora ad accordo con Governo
- UE: Commissione approva progetti Campania
- UE: elenco esperti Regioni per Comitati e Gruppi di lavoro
- Appalti: problematiche nella trasmissione dati all'Osservatorio
- Istat: commercio: cala fiducia e vendite

+T -T
Lazio: Governo impugna Piano casa, dimissioni assessori

Polverini: atteggiamento ostile del Governo

(regioni.it). Forte protesta della Giunta regionale del Lazio - dimissionari gli assessori del Pdl - dopo che il Consiglio dei ministri ha impugnato il Piano casa della regione, sottoponendolo così al vaglio della Corte costituzionale.
''I sottoscritti assessori del Pdl della Giunta Regionale del Lazio, preso atto della decisione assunta nel corso dell'ultimo Consiglio dei Ministri con la quale e' stata impugnata la legge regionale 10/2011, cosiddetto ''Piano Casa'', approvata dal Consiglio regionale del Lazio, ritengono incomprensibile una scelta che mette in discussione uno dei punti qualificanti del programma elettorale del Popolo della liberta' sia a livello locale che nazionale, come piu' volte ribadito dallo stesso Presidente Berlusconi. Ritengono inaccettabile, inoltre, che tale scelta sia maturata senza un confronto di merito rispettoso dei normali ruoli istituzionali''. E' quanto dichiarano gli assessori regionali del Pdl in una comunicazione consegnata alla presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, che sottolinea in conferenza stampa: ''Mi sto convincendo che in questo Paese c'e' una cabina di regia che decide a quali Regioni si offrono opportunità. Il Lazio non e' mai tra queste. In questi mesi ho detto quanto il governo ci abbia aiutato. Oggi devo dire che ha fatto finta di aiutarci''.
Nella comunicazione gli assessori valutano ''pertanto, che agire contro le aspettative legittime dei cittadini laziali rende impossibile trasmettere ai territori quei valori da tutti noi condivisi ostacolando l'impegno amministrativo costante e ampiamente riconosciuto per lo sviluppo economico e sociale della nostra Regione''. Per queste ragioni, si conclude nella comunicazione gli assessori hanno ''rassegnato le dimissioni dalla carica assessorile rimettendo le deleghe nelle mani della Presidente della Regione Renata Polverini''.
 Dopo la presentazione delle dimissioni degli assessori del Pdl in Giunta regionale del Lazio, il presidente Renata Polverini, ha dichiarato: “Purtroppo vedo in questo momento un atteggiamento ostile del governo Berlusconi a questa Regione e probabilmente al suo modo di agire che e' quello di dare risposte concrete nel rispetto del programma elettorale.
Mi auguro che non sia così. Voglio sperare - sottolinea Polverini - che ciascun ministro abbia agito rispetto all'impugnativa nell'ambito delle proprie competenze ma nello stesso tempo voglio fare un appello affinche' questa Regione non venga privata di uno strumento di rilancio per lo sviluppo del territorio".
Il presidente Polverini ribadisce: "ho sempre riconosciuto quando il governo ci ha aiutato. Oggi sono costretta a dire quante volte il governo ha fatto finta di aiutarci".
Polverini aggiunge: ''Siamo ancora in attesa dei fondi Fas, 797 milioni di euro. Stiamo aspettando i 202 milioni del Piano di rientro sanitario sbloccati a luglio e siamo in attesa dello sblocco di ulteriori 350 che attendevamo. Evidentemente pero' ieri sera era piu' importante impugnare il Piano casa. Inoltre riguardo alla delibera del Cipe sulla Pontina c'e' una piccola clausola che impedisce che l'opera vada a gara. La Regione ha fatto tutto. Da quasi due mesi il governo non ci fa decretare sul Santa Lucia. Anche in questo caso la Regione ha fatto tutto, e' tutto pronto. Ancora non abbiamo risposte. E potrei andare avanti ma sarebbe mortificante rispetto a questo elenco pietoso. Abbiamo mandato giu' tutto, abbiamo fatto finta di non vedere e sentire, abbiamo dimostrato lealta' politica a Berlusconi. Anche l'accordo con il Campus Biomedico e' fermo. Perche' non vado avanti e poi, semmai, mi faccio 'osservare'? Per non passare alla storia - ha concluso Polverini - come il presidente piu' 'osservato' d'Italia per colpa delle inadempienze del governo. Ma adesso basta''.

 



( red / 25.10.11 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top