Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 1954 - mercoledì 18 gennaio 2012

Sommario3
- Errani convoca la Conferenza delle Regioni per il 19 gennaio
- Marini: combattere il fenomeno della violenza sulle donne
- Rossi su tragedia Costa Concordia
- Istruzione professionale: in Gazzetta Ufficiale l'accordo su nuovo ordinamento
- Martone, Grilli e Ciaccia: i Decreti di nomina a Viceministro in G.U.
- Durnwalder su manovra e liberalizzazioni

+T -T
Errani convoca la Conferenza delle Regioni per il 19 gennaio

Previste anche la Stato-Regioni e l'Unificata

(regioni.it) Il Presidente Vasco Errani ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per giovedì 19 gennaio 2012 alle ore 9.00 (Via Parigi, 11 a Roma).All’ordine del giorno i temi che saranno affrontati nella Conferenza Stato-Regioni (sessione ordinaria: ore 12.00, sessione comunitaria: ore 12.15) e nella Conferenza Unificata (ore 12.30) che il Ministro Piero Gnudi ha convocato per lo stesso giorno in Via della Stamperia, 8 a Roma (cfr. anche “Regioni.it” n. 1952).
La Conferenza delle Regioni tratterà poi anche altri argomenti e fra questi rientrano:

  • Problematiche relative all’attuazione dell’art. 31, comma 1, del D.L. 201/11 in materia di liberalizzazione degli orari degli esercizi commerciali;
  • Ipotesi di Accordo di collaborazione tra la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome con il CERMES dell’Università Bocconi per la redazione di un rapporto annuale sul sistema fieristico nazionale e approvazione della relativa scheda di rilevazione dei dati per le manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali;
  • Richiesta al Ministro dello Sviluppo Economico di riattivazione dell’Accordo di settore sul sistema fieristico italiano;
  • Problematiche relative al definanziamento dello Stato di opere già inserite nell’Allegato infrastrutture;
  • Esame della riforma del bilancio dell’Unione europea, della Politica agricola comune e delle politiche regionali di coesione – prime riflessioni e condivisione del lavoro svolto in seduta congiunta dalle Commissioni competenti in materia;
  • Documento in merito all’emergenza Nord Africa: principali problematiche e possibili soluzioni;
  • Posizione da assumere in relazione all’indagine conoscitiva sull’agricoltura sociale (deliberata dalla Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati);
  • Approvazione proposta di modifica ai decreti del Ministero dello Sviluppo Economico del 28 dicembre 2007 e del 7 maggio 2010 in materia di finanziamento dei progetti a favore dei distretti industriali;
  • Approvazione dello schema di protocollo di intesa tra ITACA e ACCREDIA per la promozione dell’accreditamento e delle certificazioni a sostegno delle politiche regionali per la qualificazione degli appalti e la compatibilità ambientale delle costruzioni;
  • Questioni inerenti la mancata erogazione delle risorse di parte statale per le emergenze di protezione civile dichiarate dal Consiglio dei ministri dopo l’entrata in vigore del Decreto legge 225/2010;
  • Esame della circolare emanata dal Gabinetto del Ministro dell’interno inerente il ruolo dei prefetti nella gestione delle emergenze di protezione civile.

Gli ordini del giorno integrali della Conferenza delle Regioni, della Conferenza Stato-Regioni e della Conferenza Unificata sono stati pubblicati nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it . 



( red / 18.01.12 )

+T -T
Marini: combattere il fenomeno della violenza sulle donne

(regioni.it) ''Abbiamo deciso come Giunta – ha annunciato Marini - regionale di cogliere una sfida complessa, abbiamo assunto un preciso impegno politico di cambiamento, vogliamo contribuire alla costruzione di una cultura che riduca i rischi di violenza sulle donne in questa regione''.
''Quello di oggi - ha aggiunto Marini - e' il terzo incontro tematico da noi promosso sulle politiche di genere. Oggi parliamo di violenza, volutamente delimitando il campo alla violenza maschile sulle donne, con l'obiettivo non solo di arrivare alla definizione di specifici provvedimenti di carattere normativo e legislativo, ma di creare i presupposti necessari ad una buona qualita' della vita degli uomini e delle donne di questa regione''.
''Intendiamo lavorare per rafforzare la capacita' delle donne a non farsi maltrattare - ha proseguito Marini - Non e' infatti sufficiente costruire servizi ed azioni preventive. Bisogna investire soprattutto nelle giovani generazioni, per rendere le donne piu' forti''.  ''Anche negli ultimi 15 giorni - ha poi ricordato Marini - in Umbria si sono verificati atti di violenza inaudita sulle donne, alcuni dei quali particolarmente efferati. Cio' testimonia che non si tratta di eventi casuali e minoritari, ma di avvenimenti che rappresentano un dato costante, a testimonianza che anche qui la violenza sempre piu' accompagna le donne nella loro dimensione quotidiana di vita, con l'emergere prepotente di conflitti e di episodi di violenza fra i generi che coinvolgono in modo crescente le giovani generazioni. Da qui - per Marini - il ruolo importantissimo di educazione e contrasto che puo' essere svolto dalla scuola. La strada che abbiamo deciso di percorrere, come Giunta regionale, per combattere il fenomeno della violenza sulle donne e' dunque quella di mettere insieme le dimensioni culturale e sociale del problema, avvalendoci dei contributi provenienti dai diversi soggetti coinvolti, a cui fanno capo diversi livelli i responsabilita'. La meta - ha sottolineato Marini - e' dotare l'Umbria di provvedimenti realmente efficaci per contrastare la violenza sulle donne e per migliorare la rete dei servizi”.


 

 



( red / 18.01.12 )

+T -T
Rossi su tragedia Costa Concordia

Interventi per impedire altri disastri

(regioni.it) Sulla necessità di controllare meglio i mari ed impedire disastri come quello della Costa Concordia, è intervenuto Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana.
Rossi ha annunciato che la Toscana valutera' la possibilita' di costituirsi legalmente come parte offesa. Secondo Rossi, bisogna ''a legislazione vigente si possono rivedere le regole e predisporre sistemi di controllo piu' efficaci'', ha affermato Rossi, aggiungendo che ''su questi punti ho trovato favorevole anche il ministro Clini''.
 
E' necessario ''allestire un sistema che, attraverso radar o tecnologie avanzate, possa consentire alle capitanerie di porto di intervenire nei confronti delle grandi navi, qualora si avvicinassero dove non devono''. Secondo Rossi infatti ''e' bene che si sviluppino l'economia del mare, le autostrade del mare per il trasporto delle merci: pero' e' bene che tutto questo lo si faccia in una forma regolata, e che siano riviste quindi le regole della legislazione vigente, per renderle piu' cogenti e forti; e, soprattutto, voglio che quando si attraversa il tratto di mare davanti alla Toscana le regole siano poste sotto controllo''.
''Il Paese e' consapevole che su questa vicenda e' in gioco la credibilita' nazionale: siamo stati tempestivi, sono soddisfatto del ruolo giocato dallo Stato'', ha detto sempre Enrico Rossi.
''Ho visto al lavoro persone competenti - ha spiegato Rossi -  professionalmente motivate, la politica ha fatto la sua parte con grande compostezza, ho visto fare cose straordinarie come il recupero delle persone''.
Rossi ha sottolineato la gravita' della situazione, che ''richiede una capacita' di coordinamento a livello nazionale'', e del resto ha richiesto la proclamazione dello stato d'emergenza, ricordando poi che ''il pericolo della mareggiata c'e', come ha dichiarato il ministro Clini la situazione e' assai preoccupante, c'e' il rischio che possa verificarsi un disastro ambientale''.

[Toscana] Tragedia Giglio, Rossi: “Per la navigazione un sistema di regole e controlli più stringenti" 
[Toscana] Tragedia del Giglio, il grazie dell’assessore Scaramuccia a operatori sanitari e volontari
[Toscana] Il battello oceanografico dell’Arpat oggi al Giglio per effettuare rilievi

 



( red / 18.01.12 )

+T -T
Istruzione professionale: in Gazzetta Ufficiale l'accordo su nuovo ordinamento

(regioni.it) E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto ministeriale che recepisce “l’accordo tra il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca, il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, le Regioni e le Province autonome riguardante gli atti necessari per il passaggio a nuovo ordinamento dei percorsi di istruzione e formazione professionale.
Questo l’Indice delle figure.
1. OPERATORE DELL'ABBIGLIAMENTO
2. OPERATORE DELLE CALZATURE
3. OPERATORE DELLE PRODUZIONI CHIMICHE
4. OPERATORE EDILE
5. OPERATORE ELETTRICO
6. OPERATORE ELETTRONICO
7. OPERATORE GRAFICO - Indirizzo 1: Stampa e allestimento; Indirizzo 2: Multimedia
8. OPERATORE 01 IMPIANTI TERMOIDRAULCI
9. OPERATORE DELLE LAVORAZIONI ARTISTICHE
10. OPERATORE DEL LEGNO
11 . OPERATORE DEL MONTAGGIO E DELLA MANUTENZIONE 01 IMBARCAZIONI DA DIPORTO
12. OPERATORE ALLA RIPARAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE: Indirizzo 1: Riparazioni parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici del veicolo; Indirizzo 2: Riparazioni di carrozzeria
13. OPERATORE MECCANICO
14. OPERATORE DEL BENESSERE: Indirizzo 1: Acconciatura; Indirizzo 2. Estetica
15. OPERATORE DELLA RISTORAZIONE: Indirizzo 1: Preparazione pasti; Indirizzo 2: Servizi di sala e bar
16. OPERATORE AI SERVIZI DI PROMOZIONE ED ACCOGLIENZA: Indirizzo 1: Strutture ricettive; Indirizzo 2: Servizi del turismo
17. OPERATORE AMMINISTRATIVO - SEGRETARIALE
18. OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA
19. OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVTZI LOGISTICI
20. OPERATORE DELLA TRASFORMAZIONE AGROALIMENTARE
21. OPERATORE AGRICOLO: Indirizzo 1. Allevamenti animali; Indirizzo 2· Coltivazioni arboree, erbacee ortofloricole; Indirizzo 3: Silvicoltura e salvaguardia dell'ambiente.
D.M.:"Recepimento dell’Accordo tra il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, riguardante gli atti necessari per il passaggio a nuovo ordinamento dei percorsi di istruzione e formazione professionale"



( red / 18.01.12 )

+T -T
Martone, Grilli e Ciaccia: i Decreti di nomina a Viceministro in G.U.

Pubblicati anche i D.M. con le deleghe ai Sottosegretari all'interno De Stefano,Ferrara e Ruperto

(regioni.it) Sono stati pubblicati recentemente sulla Gazzetta Ufficiale i Decreti di attribuzione delle deleghe ai Sottosegretari Carlo De Stefano, Giovanni Ferrara e Saverio Ruperto (Interno) e i D.P.R di attribuzione del titolo di Viceministro  a Michel Martone (Lavoro e Politiche sociali), a Vittorio Umberto Grilli (Economia e finanze), a Mario Ciaccia (infrastrutture e trasporti.
Questi i link ai provvedimenti pubblicati sulla G.U. :
14 GENNAIO 2012
-              D.M.:“Delega di attribuzioni ai Sottosegretari di Stato all’interno dr. Carlo DE STEFANO, dr. Giovanni FERRARA, prof. Saverio RUPERTO.”
10 GENNAIO 2012
-              D.P.R.:“Attribuzione del titolo di Vice Ministro al Sottosegretario di Stato presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali prof. Michel MARTONE.”

-              D.P.R.: “Attribuzione del titolo di Vice Ministro al Sottosegretario di Stato presso il Ministero dell’economia e delle finanze prof. Vittorio Umberto GRILLI.”
28 DICEMBRE 2011
-              DPR:“Attribuzione del titolo di Vice Ministro al Sottosegretario di Stato presso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti dott. Mario Ciaccia, a norma dell’articolo 10, comma 3, della legge 23 agosto 1998, n. 400”



( red / 18.01.12 )

+T -T
Durnwalder su manovra e liberalizzazioni

(regioni.it) Nell’incontro a Vienna tra il presidente della Provincia di Bolzano, Luis Durnwalder, e il vice cancelliere e ministro degli Esteri austriaco Michael Spindelegger, si è discusso anche della manovra del Governo Monti e delle annunciate liberalizzazioni.
''Ho informato Spindelegger degli effetti sull'Alto Adige della manovra del governo Monti - spiega Durnwalder - e ho assicurato che proseguiremo le trattative con Roma per garantire il nostro contributo al risanamento dei conti pubblici. La nostra speranza e' che queste trattative possano davvero avere inizio''.
Un capitolo particolarmente delicato e' quello dedicato alle liberalizzazioni. ''Ci sono passaggi – sostiene Durnwalder - nei quali vengono messe in discussione le competenze della nostra autonomia''. ''Se anche dopo le trattative con il governo italiano non dovessero esserci dei cambiamenti, ho chiesto il sostegno di Vienna'', ha aggiunto Durnwalder. Da parte sua il vice cancelliere austriaco ha informato che a breve sara' in visita a Roma.
''E in quell'occasione – ribadisce Durnwalder - si parlera' anche dell'Autonomia dell'Alto Adige''.
Infine il presidente Durnwalder ha rilasciato un’intervista al quotidiano austriaco Der Standard, nella quale sostiene che ''la strada indicata da Monti è buona, addirittura molto buona. Dobbiamo fare sul serio, altrimenti finiamo come la Grecia'', e afferma: ''Se ritroviamo unità possiamo anche tornare a votare per Monti'', sottolinea in riferimento al no della Svp alla manovra.

                              

CRISI: DURNWALDER, MOLTO BUONA STRADA INDICATA DA MONTI 'TRA 5 ANNI NON SARO' PIU' GOVERNATORE'



( red / 18.01.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top