Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 1971 - lunedì 13 febbraio 2012

Sommario
- Napolitano: coesione sociale fattore fondamentale
- Rapporto sulla coesione sociale
- Amianto: sentenza storica a Torino su Eternit
- Maltempo: Regioni chiedono sospensione pagamenti per imprese
- Caldoro e De Filippo su questione meridionale
- Protesi mammarie PIP: Regioni su accordo per linee guida

+T -T
Napolitano: coesione sociale fattore fondamentale

(regioni.it) La coesione sociale è un fattore fondamentale per la ripresa economica del nostro Paese, a sottolinearlo è Giorgio Napolitano. Il presidente della Repubblica ha quindi evidenziato che la coesione sociale non equivale all'immobilismo ma alla ''massima intesa per il cambiamento e le riforme''.
Napolitano aggiunge: "e'' fondamentale concepire anche la riforma del mercato del lavoro in funzione di un accrescimento della produttività che, purtroppo, in Italia è stata stagnante da molti anni''.
Napolitano spiega:  ''Vorrei che non si dicesse ogni giorno che ho lanciato un appello o rivolto un monito, io cerco di porre problemi, che e' una cosa un po' diversa. E pongo il problema della necessita' di un accordo valido tra le parti sociali, in particolare i sindacati, e il governo''.
Napolitano si è detto ''sicuro che c'è molto senso di responsabiltà. E non voglio interferire''.
Napolitano ha quindi ricordato il problema dell’occupazione giovanile: ''in Italia crediamo che all'abbattimento del debito debba corrispondere un forte spirito di solidarietà e di rilancio per la crescita, lo sviluppo e l'occupazione dei giovani'' in Europa.
La disoccupazione giovanile, in particolare, e' un ''problema fondamentale in Europa e richiede anche investimenti pubblici a livello europeo, in particolare sul piano della spesa per investimenti, e un forte sforzo per qualificare i giovani e prepararli a entrare nel mondo del lavoro”.
''Per i Paesi come l'Italia o anche come la Grecia'' che sono alle prese con la crisi del debito, ''non bisogna concentrarsi esclusivamente su misure di austerita''' e ''bisogna immediatamente congiungere le scelte'' per risanare il bilancio, con ''le scelte per far crescere il Paese e l'Europa'', ha aggiunto Giorgio Napolitano.
''E' chiaro che ci possono essere dei rischi se si mette il piede soltanto sull'acceleratore per il risanamento di bilancio e non si tocca invece la crescita'', aggiunge il capo dello Stato. Il ''banco di prova'' sara' il Consiglio europeo di marzo che avra' ''all'ordine del giorno le politiche della crescita e dello sviluppo''.

http://www.quirinale.it/

 



( red / 13.02.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top