Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 1977 - martedì 21 febbraio 2012

Sommario3
- 22 febbraio, convocata Conferenza Regioni in seduta ordinaria
- Sanità e lavoro: Conferenza Regioni straordinaria il 22 e il 23 febbraio
- Liberalizzazioni: ricorsi Piemonte, Veneto e Provincia autonoma Bolzano
- Spacca: tassa calamità; verificheremo ritiro aumento accise su benzina
- Barca su riprogrammazione fondi europei
- Lavoro: integrato l'OdG della Conferenza delle Regioni del 23 febbraio

+T -T
22 febbraio, convocata Conferenza Regioni in seduta ordinaria

Nel pomeriggio Stato-Regioni e Unificata

(regioni.it) Il Presidente Vasco Errani ha convocato una seduta ordinaria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per mercoledì 22 febbraio 2011 alle ore 10.00 (Via Parigi, 11 a Roma). All’ordine del giorno (cfr. anche “Regioni.it” n.1975) i temi che saranno affrontati nella Conferenza Unificata e nella Conferenza Stato-Regioni che il Ministro Piero Gnudi ha convocato rispettivamente per le ore 16.00 e 16.30 dello stesso giorno (Via della Stamperia, 8 a Roma). La Conferenza delle Regioni dovrà poi affrontare anche altri temi. Fra questi l’analisi di un documento relativo all’indagine conoscitiva deliberata dalla Commissione ambiente della Camera dei deputati, nell’ambito dell’esame delle proposte di legge in materia di servizio idrico integrato e un Atto di intesa Regioni, Comuni, Province e CONI per una nuova governance in tema di Sport.
La Conferenza affronterà anche alcune problematiche relative al D.D.L. n. 3074, articolo 3 ter, recante “Interventi urgenti per il contrasto della tensione detentiva determinata dal sovraffollamento delle carceri”, con particolare riferimento alla chiusura degli Ospedali psichiatrici giudiziari. Infine sarà vagliato il Protocollo di intesa tra ITACA e ACCREDIA per la promozione dell’accreditamento e delle certificazioni a sostegno delle politiche regionali per la qualificazione degli appalti e la compatibilità ambientale delle costruzioni.
Alle ore 14.00 è poi prevista un’audizione del “Comitato dei 12” (Comitato dei Rappresentanti delle Autonomie territoriali in ordine alla verifica dello stato di attuazione della Legge 5 maggio 2009, n. 42, “Federalismo fiscale” presso la Commissione Parlamentare per l’Attuazione del Federalismo fiscale (Palazzo San Macuto, Aula Commissione – IV piano).
Gli ordini del giorno integrali della Conferenza delle Regioni, della Conferenza Unificata e della Conferenza Stato-Regioni sono stati pubblicati nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it .



( red / 21.02.12 )

+T -T
Sanità e lavoro: Conferenza Regioni straordinaria il 22 e il 23 febbraio

(regioni.it) Il Presidente Vasco Errani ha convocato una seduta straordinaria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per mercoledì 22 febbraio 2011, e per giovedì 23 febbraio (Via Parigi, 11 a Roma). I lavori inizieranno il 22 febbraio, al termine della Conferenza Stato-Regioni (convocata per le ore 16.30, vedi "Regioni.it n.1975), e proseguiranno il 23 febbraio alle ore 10.00 (cfr. anche “Regioni.it” n.1973).
All’ordine del giorno della Conferenza straordinaria la prosecuzione del dibattito sul Nuovo Patto per la Salute 2012-2015 e sulla proposta di riparto tra le Regioni delle disponibilità finanziarie per il Servizio Sanitario Nazionale per l’anno 2012. La discussione su questi temi proseguirà il 23 febbraio, ma sarà preceduta da un altro punto all’ordine del giorno relativo ad una informativa delle delegazione della Conferenza che ha preso parte all’incontro con il Governo e le Parti sociali del 20 febbraio scorso sulla “Riforma del Mercato del Lavoro” (cfr. anche notizia successiva).
L’ordine del giorno integrale della Conferenza delle Regioni “straordinaria” del 22-23 febbraio è stato pubblicato nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it .



( red / 21.02.12 )

+T -T
Liberalizzazioni: ricorsi Piemonte, Veneto e Provincia autonoma Bolzano

Comuni: ricorso a Consulta su tesoreria unica

(regioni.it) L’Anci ha chiesto alle Regioni di impugnare davanti alla Corte Costituzionale il decreto sulle liberalizzazioni nella parte relativa alla Tesoreria unica. Il presidente dell'Anci, Graziano Delrio, ha spiegato che ''con questo provvedimento i Comuni ci rimetteranno circa 300 milioni di euro e questa e' una cifra aggiuntiva ai tagli gia' subiti dalle precedenti manovre - ha aggiunto Delrio - per questo chiederemo alle Regioni, attraverso i comitati per le autonomie locali, di presentare ricorso davanti alla Consulta''.
Intanto la Regione Piemonte farà ricorso alla Corte Costituzionale contro la tesoreria unica, prevista dal decreto sulla concorrenza e lo sviluppo, che obbliga Regioni, enti locali ed enti del comparto sanitario a trasferire presso la Banca d'Italia tutta la loro liquidità.
Nella delibera regionale si sostiene che l'art.35 del decreto, istitutivo della tesoreria unica, ''configura il ritorno a un metodo centralizzato antecedente alla riforma del Titolo V della Costituzione del 2001, incide sulla disponibilità finanziaria e sulle scelte amministrative e legislative''.
L'annuncio dell'impugnativa era stato fatto nei giorni scorsi dal presidente Roberto Cota.
Anche Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, dichiara che ''le tesorerie degli enti locali non vanno chiuse, per concentrarle tutte a Roma'', e aggiunge: ''La norma contro le tesorerie comunali non la  condividiamo. Eliminare tutte le tesoriere per pensare ad un'unica tesoreria nazionale e' inaccettabile. I soldi stanno meglio in Veneto che a Roma''.
I
nfine la Provincia autonoma di Bolzano solleverà ricorso davanti alla Corte Costituzionale su alcuni punti della manovra economica del governo Monti.
Il presidente Luis Durnwalder ha anticipato che uno dei rilievi e' sulla riserva all'erario di quanto spetterebbe a Bolzano in ragione di alcuni aumenti del prelievo fiscale. Le speciali leggi autonomistiche - ha sottolineato Durnwalder  - riservano infatti alla Provincia autonoma il 90% di quanto riscosso in loco.
Altri
 rilievi poi riguardano l'Imu, il taglio apportato ai bilanci delle autonomie speciali ed il numero dei componenti dei Cda delle societa' partecipate. Bolzano, inoltre, ha deciso che ricorrerà alla Consulta in merito ad alcuni controlli della Corte dei Conti sull'attività dei comuni.

 

  •                                                                                                                                  

Liberalizzazioni: Delrio (Anci), ricorso a Consulta su tesoreria unica

  •           

REGIONI: COTA,TESORERIA UNICA CONTRO FEDERALISMO,IMPUGNEREMO NORMA OBBLIGA A TRASFERIRE LIQUIDITA' A BANCA D'ITALIA A ROMA

  •           

Veneto: Zaia, non chiudere tesorerie enti locali

  •           

>ANSA-FOCUS/ LIBERALIZZAZIONI: REGIONI CHIEDONO CONFRONTO

  •           

(LZ) LIBERALIZZAZIONI. REGIONI SOSPENDONO GIUDIZIO SU DECRETO

  •           

LIBERALIZZAZIONI: POLVERINI, DA REGIONI POSIZIONE ARTICOLATA

  •           

Liberalizzazioni: Errani, parere favorevole Regioni ma servono modifiche

  •           

LIBERALIZZAZIONI:ERRANI,REGIONI FAVOREVOLI, SERVE CONFRONTO

  •           

(LZ) LIBERALIZZAZIONI. ERRANI: FAVOREVOLI, MA CONFRONTO GOVERNO

  •           

LIBERALIZZAZIONI: ERRANI, REGIONI FAVOREVOLI MA SERVE IMMEDIATO CONFRONTO

  •           

LIBERALIZZAZIONI. UPI: MODIFICHE PER POTERE PAGARE FORNITORI

      

MANOVRA: PROVINCIA BOLZANO RICORRE ALLA CONSULTA

 

 



( red / 21.02.12 )

+T -T
Spacca: tassa calamità; verificheremo ritiro aumento accise su benzina

(regioni.it) La Regione Marche chiede, attraverso il presidente Gian Mario Spacca, che non sia applicata la “tassa sulla calamità”, così come indicato dalla sentenza della Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale la norma.
Le Marche quindi non intendono  intervenire con nuova pressione fiscale sui cittadini marchigiani per fronteggiare i danni provocati dall'emergenza neve.
Le Marche la tassa "calamità" l’hanno già subita per l'alluvione del marzo 2011, per la quale era stato chiesto e ottenuto lo stato di emergenza.
Per quell'evento ''verificheremo la possibilita' di ritirare l'aumento sulle accise della benzina - ha ribadito Spacca – per l'anno in corso'', mentre e' stato gia' deciso di eliminare il rincaro previsto anche per il prossimo anno. Ma la Regione torna a sollecitare con forza i 50 milioni per gli interventi di somma urgenza per l'evento alluvionale ''promessi dal prefetto Gabrielli, di cui non abbiamo finora riscontro dal Governo''.
''Senza la mannaia della 'tassa sulla disgrazia' – ha aggiunto Spacca - abbiamo più capacità di manovra''. Per questo la Regione Marche ha ora chiesto lo stato di emergenza per le nevicate dei giorni scorsi: ''Non si tratta solo di avere risorse per gli interventi di urgenza e per i danni – ha ricordato Spacca - ma anche della sospensione di scadenze fiscali e contributive, che abbiamo già chiesto all'Agenzia delle Entrate''. Intanto i beni culturali danneggiati ''schizzeranno ai primi posti del piano regionale di interventi nel settore''.

 

 

 



( red / 21.02.12 )

+T -T
Barca su riprogrammazione fondi europei

Chiodi annuncia che ''la Corte dei Conti ha registrato l'attribuzione dei fondi Fas all'Abruzzo"

(regioni.it) Il ministro Fabrizio Barca interviene sulle questioni legate alla seconda fase di riprogrammazione dei fondi europei, e ha spiegato che si ''dovra' tenere conto della prima, che e' stata molto generale, e tocchera' non solo i fondi delle Regioni ma anche quelli di soggetti nazionali, che non stanno facendo il loro mestiere: Roma non e' particolarmente piu' brava di Bari o Potenza e ci tengo a dirlo''.
Il ministro per la Coesione territoriale ha ribadito che nella “seconda fase di riprogrammazione dei fondi si dovrà tenere conto di una forte domanda di beni pubblici che viene dal territorio''.
''Noi tutti stiamo facendo oggi nel governo centrale e nelle regioni - ha detto Spacca - un grosso sforzo per tenere le cose e farle andare meglio''.
''Il governo ha emanato delibere che danno piena attuazione ai fondi Fas, ora si deve agire rapidamente e li si deve usare nel modo migliore; parte di quelli sbloccati sono destinati, per esempio, ai sistemi universitari''.
''In passato - ha aggiunto Barca - siamo stati abituati agli annunci. Questo governo invece non solo e' interessato a sbloccare i fondi alla fonte ma anche a che quei fondi arrivino fino al mare''.
Il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, ha annunciato che ''la Corte dei Conti ha registrato, in via definitiva, l'attribuzione dei fondi Fas all'Abruzzo. Il che significa che, finora, siamo l'unica Regione a poter disporre realmente di 607 milioni di euro di risorse''.
 “E’ una notizia di straordinaria importanza - ha spiegato Chiodi - che, una volta per tutte, finisce anche per spazzare via sia l'ingiustificato allarmismo che le funeree previsioni che sono stati fatti circa fantomatici ritardi della Regione o addirittura e su improbabili bocciature dell'intero Piano Fas da parte del Governo. Ora attenderemo una decina di giorni  per la registrazione al Cipe e poi potremo essere finalmente operativi. A tal proposito, i nostri uffici si sono già attivati e stanno lavorando alacremente''.

 

 

 

 



( red / 21.02.12 )

+T -T
Lavoro: integrato l'OdG della Conferenza delle Regioni del 23 febbraio

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in seduta straordinaria, già convocata per giovedì 23 febbraio 2012 alle ore 10.00, è stato integrato con il seguente punto:
1bis) Informativa della Delegazione della Conferenza che ha preso parte all’incontro con il Governo e le Parti sociali del 20 febbraio scorso sulla “Riforma del Mercato del Lavoro”. Il punto verrà esaminato all’apertura dei lavori.



( red / 21.02.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top