Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2011 - venerdì 6 aprile 2012

Sommario
- Patto salute: Conferenza delle Regioni il 12 aprile
- Consiglio dei Ministri: via libera a Decreto su Roma Capitale
- Polverini: decreto "Roma Capitale" corretto sulla base dei rilievi della Regione Lazio
- Statistiche agricole: via libera a Protocollo per coordinare flussi informativi
- Agricoltura: ok a Protocollo per ricerche statistiche coordinate
- Regioni su Servizi ferroviari locali non assicurati da Trenitalia

+T -T
Agricoltura: ok a Protocollo per ricerche statistiche coordinate

Interessati Ministero, Regioni, Istat e Inea

(regioni.it) Le Regioni hanno espresso (nel corso della Conferenza Stato-Regioni del 4 aprile) un parere favorevole al Protocollo d’intesa per l’effettuazione di indagini sui risultati economici delle aziende agricole tra il Ministero delle politiche agricole, l’Inea, l’Istat e le Regioni stesse.
Il Parere è contenuto in documento approvato dalla Conferenza delle Regioni e pubblicato sul sito www.regioni.it (sezione “Conferenze”). Il link è:
http://www.regioni.it/download.php?id=248412&field=allegato&module=news  
Si riporta di seguito il testo integrale
Parere sulla proposta di Protocollo d’intesa per l’effettuazione in forma coordinata dell’indagine Rica e dell’indagine Rea tra il Mipaaf, l’Inea, l’Istat e le Regioni  
Punto 2) O.d.g. Conferenza Stato-Regioni
Nel 2003 l’Istat, l’Inea, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano (d’ora in poi indicate semplicemente Regioni) stipularono un protocollo d’intesa per l’effettuazione di una indagine annuale sui risultati economici delle aziende agricole (indagine REA, a titolarità Istat) che prevedeva la sperimentazione dell’integrazione di tale indagine con l’indagine RICA (a titolarità Inea) per gli anni contabili 2002, 2003 e 2004, avente scadenza al 31 dicembre 2005. Una delle finalità del protocollo era verificare l’integrabilità delle due indagini, in modo da conseguire rilevanti economie nell’effettuazione dell’indagine REA, poiché la maggior parte delle informazioni da acquisire con quest’ultima indagine, effettuata per ottemperare al regolamento (CE) n. 2223/96 del Consiglio, sono già acquisite attraverso la RICA. L’obiettivo era raggiungibile soltanto a condizione di adattare la strategia campionaria della preesistente indagine RICA ai requisiti della REA. Detto protocollo fu prorogato una prima volta di un anno, fino al 31 dicembre 2006, prevedendo l’inserimento del Mipaaf, e una seconda volta, sempre di un anno. Successivamente, le parti contraenti, alla luce dei risultati ottenuti nel periodo di riferimento del 1° protocollo e nelle successive proroghe, convennero sull’opportunità di superare la fase sperimentale mediante la stipula di un nuovo protocollo d’intesa per l’effettuazione in forma coordinata dell’indagine RICA e dell’indagine REA per gli anni contabili dal 2007 al 2009, che venne sottoscritto il 26 marzo 2009 e prorogato di un anno, fino al 31 dicembre 2011.
Il primo protocollo RICA-REA prevedeva il coinvolgimento diretto delle Regioni nell’esecuzione (in qualità di organi intermedi di rilevazione) e nel cofinanziamento delle indagini, reso possibile dalle disponibilità recate dalla legge n. 499/1999 attraverso uno specifico programma interregionale denominato "Supporti alle statistiche agricole". Con il secondo protocollo, venute meno le disponibilità della legge n. 499/1999, il cofinanziamento regionale era limitato alla quota relativa all’indagine REA, di modesta entità anche nelle Regioni più grandi (in termini di numerosità del campione) e tale da non giustificare l’onere amministrativo connesso alla stipula di convenzioni bilaterali con l’Inea.
La presente proposta di protocollo d’intesa per l’effettuazione in forma coordinata dell’indagine RICA e dell’indagine REA tra il Mipaaf, l’Inea, l’Istat e le Regioni conferma la struttura organizzativa necessaria per il coordinamento delle due indagini ma solleva le Regioni dall’onere di cofinanziare le indagini, pur garantendo ad esse la facoltà di collaborare con l’Istat e con l’Inea nell’effettuazione dell’una o dell’altra indagine in qualità di organo intermedio di rilevazione e di ottenere, attraverso i propri uffici di statistica, i microdati delle indagini. Inoltre, in considerazione dell’elevato interesse delle Regioni ai risultati delle indagini per la programmazione in materia di agricoltura e di sviluppo rurale, il protocollo prevede un’ampia rappresentanza delle medesime nel comitato tecnico-scientifico per il coordinamento delle indagini (art. 3 del protocollo). Il protocollo ha durata dalla data della stipula fino al 31 dicembre 2014 e si riferisce alle attività relative agli anni contabili dal 2011 al 2013. L’art. 8 dà facoltà alle parti procedere in ogni tempo, di comune accordo, a integrazioni e modifiche dello stesso che si dovessero manifestare utili o necessarie alla prosecuzione o al miglioramento delle attività in esso previste.
A fronte di quanto esposto, le Regioni esprimono parere favorevole alla proposta di protocollo d’intesa per l’effettuazione in forma coordinata dell’indagine RICA e dell’indagine REA tra il Mipaaf, l’Inea, l’Istat e le Regioni.
Roma, 4 aprile 2012



( red / 06.04.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top