Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2016 - martedì 17 aprile 2012

Sommario
- Bankitalia: migliorano conti pubblici
- Trasporto pubblico locale: Regioni per Patto di razionalizzazione ed efficientamento
- Veneto: promulgato nuovo Statuto
- I servizi idrici all'Autorità, ma Regioni ricordano proprie competenze
- Lotta agli incendi boschivi: non piace alle Regioni la proposta di legge
- Turismo: Bankitalia; bilancia turistica 2011

+T -T
Bankitalia: migliorano conti pubblici

Bollettino Economico della Banca d’Italia

(regioni.it) Nell’ultimo Bollettino Economico della Banca d’Italia si legge che ''il rapporto tra debito e Pil dovrebbe cominciare a ridursi nel 2013'' e che ''per l'anno in corso si prevede un ampio miglioramento dei conti pubblici, nonostante la caduta attesa del prodotto''.
Comunque è ancora molto elevata l'incertezza sulle prospettive dell'economia.
Le riforme possono stimolare la crescita, ma ci sono ''rischi molto elevati riconducibili al riacutizzarsi delle tensioni sui mercati europei e a un rallentamento pronunciato dell'economia globale''.
Inoltre per i primi mesi del 2012 l'andamento degli indicatori congiunturali prefigura “un'ulteriore diminuzione dell'attivita' produttiva''.
Ma un'indagine condotta in marzo presso le imprese e gli indicatori ottenuti dai sondaggi ''prefigurano, pur in un quadro ancora debole, un'attenuazione del peggioramento ciclico. Sono emerse, in particolare, valutazioni piu' favorevoli sugli ordini dall'estero''.
La possibilita' che la ripresa cominci alla fine di quest'anno e prosegua nel 2013 ''dipende soprattutto dagli andamenti dei mercati finanziari e dai rendimenti dei titoli di Stato'', spiega Bankitalia, ricordando che ''tali rendimenti si sono avvicinati allo scenario piu' favorevole'' prospettato a gennaio dalla stessa Banca d'Italia, ma ''la volatilita' resta molto elevata''.  
Nel 2011 l’indebitamento netto ha registrato un’ulteriore riduzione, che non è stata però sufficiente ad arrestare la crescita del rapporto tra il debito e il PIL. Per effetto delle misure correttive decise nella seconda metà del 2011, per l’anno in corso si prevede un forte miglioramento del saldo di bilancio, nonostante la caduta attesa del prodotto.
L’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche si è ridotto per il secondo anno consecutivo, dal 4,6 al 3,9 per cento del PIL. Il dato di consuntivo è risultato in linea con l’obiettivo fissato a maggio del 2010, nonostante il successivo marcato deterioramento del quadro macroeconomico. Al netto della spesa per interessi, si è registrato un avanzo di 1,0 punti percentuali del prodotto, a fronte di un pareggio nel 2010.
Nel quarto trimestre del 2011 il PIL in Italia è diminuito dello 0,7 per cento sul periodo precedente, riflettendo il calo della domanda interna, solo in parte compensato dall’apporto positivo degli scambi con l’estero risultante dalla flessione delle importazioni e dalla stabilità delle esportazioni.
Per i primi mesi del 2012 l’andamento degli indicatori congiunturali prefigura un’ulteriore diminuzione dell’attività produttiva.
Le esportazioni avrebbero registrato una sostanziale tenuta nel primo bimestre dell’anno.
 Nel 2011 l’indebitamento delle Amministrazioni pubbliche è sceso di sette decimi di punto rispetto al 2010, al 3,9 per cento del PIL. Al netto della spesa per interessi si è registrato un avanzo di un punto percentuale del PIL. Questi progressi hanno limitato a 1,5 punti percentuali l’aumento del rapporto tra debito e prodotto, che ha raggiunto il 120,1 per cento. Per effetto delle misure correttive decise nella seconda metà del 2011, il rapporto tra debito e PIL dovrebbe cominciare a ridursi nel 2013.

                              

Bollettino Economico - aprile 2012 - 17.04.2012

      

Supplementi al Bollettino Statistico - Statistiche di finanza pubblica nei paesi dell'Unione europea - 17.04.2012

        

POSIZIONE PATRIMONIALE SULL’ESTERO DELL'ITALIA - 17.04.2012

 

LA BILANCIA DEI PAGAMENTI DELL'ITALIA IN FEBBRAIO 2012 - 17.04.2012



( red / 17.04.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top