Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2020 - lunedì 23 aprile 2012

Sommario
- "Osservasalute" 2011: spesa sanitaria italiana inferiore a quella di altri Paesi
- Protezione civile: Regioni, Comuni e Province chiedono un Ddl
- Istruzione: Regioni su proposta di legge autogoverno istituzioni scolastiche
- Agricoltura: Regioni per negoziato riforma PAC
- Regioni su nuovo fondo europeo per la pesca, FEAMP 2014-2020
- Istat: fiducia consumatori al minimo

+T -T
Agricoltura: Regioni per negoziato riforma PAC

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato il 19 aprile un documento di osservazioni per il l negoziato sulle proposte legislative della Commissione Europea per la “Riforma della PAC” dopo il 2013. Il “contributo” delle Regioni è poi stato poi illustrato dall’Assessore Dario Stefàno (coordinatore della Commissione Agricoltura per la Conferenza delle Regioni) nel corso di un’audizione di fronte alla Commissione Agricoltura della camera dei Deputati.
Il documento integrale è stato pubblicato nella sezione “Conferenze del sito www.regioni.it ed il link è: http://www.regioni.it/download.php?id=250169&field=allegato&module=news 
Nelle “Considerazioni di carattere generale” si sottolinea che “le proposte avanzate dalla Commissione sembrano andare incontro solo a parte degli obiettivi definiti dalla Comunicazione “The CAP towards 2020: Meeting the food, natural resources and territorial challenges of the future”. Quel documento poneva l’accento sulla necessità di salvaguardare il potenziale agricolo europeo e di riconoscere una adeguata remunerazione ai beni pubblici prodotti dal settore agricolo e dai territori rurali, nonché di garantire che la qualità e la sicurezza degli approvvigionamenti alimentari fossero incrementate e valorizzate”.
“Il documento prendeva in esame anche il tema della redistribuzione delle risorse finanziarie dedicate ai pagamenti diretti, auspicando un riequilibrio tra gli Stati Membri da raggiungere attraverso un sistema capace di tenere in considerazione le differenze socio–economiche dei diversi territori europei e di evitare drastiche riduzioni dei budget nazionali. Il primo nodo da affrontare, quindi, riguarda le modalità di applicazione del principio di equità nella distribuzione delle risorse fra gli Stati membri, che non trova adeguata rappresentazione nelle proposte varate dalla Commissione. Quest’ultima, infatti, adotta un approccio attraverso il quale vengono operati tagli, alle risorse destinate ai singoli Stati Membri (SM), in funzione della distanza tra pagamenti medi ad ettaro, così come rilevati tra gli Stati Membri, e la media europea (flate rate). Tale approccio non consente di tenere in debito conto le differenze sociali, economiche e strutturali che differenziano il variegato panorama agricolo europeo, disattendendo gli auspici contenuti nella stessa Comunicazione del 18 novembre 2010 e nella Comunicazione sul budget “Europa 2020” del 29 giugno 2011. Tutto ciò, rischia, cosi, di incrementare le attuali sperequazioni, soprattutto a danno dei sistemi agricoli a maggiore intensità di lavoro”.
Problematiche, sottolineano le Regioni nel loro documento, che “ rischiano di avere un riverbero negativo maggiore in alcuni Paesi, come l’Italia, che hanno mantenuto il riferimento storico dei pagamenti. La flessibilità accordata, per gestire questo passaggio, sembra del tutto insufficiente, anche alla luce delle attuali proposte regolamentari, a garantire la tenuta di diversi importanti comparti agricoli.  In definitiva, la regolamentazione proposta disattende completamente l’obiettivo della semplificazione, della chiarezza delle linee d’intervento, della coerenza fra portata degli obiettivi e risorse finanziarie disponibili”.



( red / 23.04.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top