Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2020 - lunedì 23 aprile 2012

Sommario
- "Osservasalute" 2011: spesa sanitaria italiana inferiore a quella di altri Paesi
- Protezione civile: Regioni, Comuni e Province chiedono un Ddl
- Istruzione: Regioni su proposta di legge autogoverno istituzioni scolastiche
- Agricoltura: Regioni per negoziato riforma PAC
- Regioni su nuovo fondo europeo per la pesca, FEAMP 2014-2020
- Istat: fiducia consumatori al minimo

+T -T
Regioni su nuovo fondo europeo per la pesca, FEAMP 2014-2020

Posizione illustrata da Dario Stefàno in Commissione agricoltura della Camera

(regioni.it) L’assessore Dario Stefàno – coordinatore della Commissione Agricoltura per la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome – ha esposto, nel corso di un’audizione che si è tenuta alla Camera  (il 19 aprile presso la Commissione Agricoltura), i contenuti principali di un documento (approvato dalla Conferenza delle Regioni lo stesso 19 aprile) relativo al nuovo Fondo Europeo per gli affari marittimi  e la pesca (FEAMP)  2014-2020. Il testo integrale è consultabile nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it al link: http://www.regioni.it/download.php?id=250168&field=allegato&module=news 
“Con il nuovo FEAMP (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca) – si legge nel documento delle Regioni - la Commissione Europea intende rafforzare il settore, attraverso il finanziamento di misure in favore dell’innovazione, della diversificazione e di un approccio sempre più attento alla sostenibilità ambientale dell’attività di pesca e acquacoltura. Altrettanto importante è l’indicazione presente nel nuovo strumento finanziario a riguardo della semplificazione amministrativa e dell’incentivazione alla collaborazione tra pescatori e scienziati al fine di incoraggiare l’attuazione di una politica basata su una conoscenza esaustiva dello stato delle risorse ittiche.
Nonostante ciò, si ritiene che la proposizione per il nuovo FEAMP, pur prevedendo degli obiettivi generali condivisibili […] non tenga sufficientemente conto dei risultati valutativi e degli impatti dell’attuale PCP (Politica Comune della Pesca), quanto, piuttosto, dell’esigenza di riduzione, nel bilancio comunitario, della spesa a sostegno del settore ittico”.
Queste le Osservazioni Generali formulate dalla Conferenza delle Regioni e  delle Province autonome.
1) L’integrazione degli strumenti finanziari esistenti (FEP, sostegno alla PMI e dispositivi dell’Organizzazione Comune dei Mercati) in un unico Fondo, proposta dalla Commissione Europea al fine di assicurare una maggiore semplificazione, di fatto potrebbe implicare un aumento della complessità burocratica delle disposizioni normative, provocando un non auspicabile aumento dei costi di gestione amministrativi e un rallentamento nell’utilizzo dei fondi relativi al periodo di programmazione 2014- 2020;
2) La dotazione finanziaria del FEAMP è solo apparentemente aumentata rispetto al FEP dato che il nuovo Fondo coprirà anche il finanziamento della Politica Marittima Europea. Ovviamente, le Regioni di Area Mediterranea sono favorevoli ad un sostegno finanziario comunitario in favore della Politica Marittima Integrata che contribuisca all’attuazione di una politica ambiziosa. Tuttavia, si sottolinea che tale obbiettivo non dovrà, in alcun caso, essere raggiunto a svantaggio del sostegno finanziario comunitario garantito per la pesca e l’acquacoltura;
3) Il nuovo FEAMP condiziona la possibilità di aiuto, agli operatori del settore, al fatto che i medesimi siano in regola con una serie di adempimenti legati al rispetto della PCP (cosiddetto principio della condizionalità). In pratica, si rischia di condizionare gli aiuti ad adempimenti di difficile dimostrazione, basti pensare alla problematica della capacità e abilità di cattura, il cui presunto mancato rispetto sta bloccando, per lo meno in Italia, gli aiuti della misura 1.3 del FEP sull’ammodernamento dei pescherecci, con gravi ripercussioni sulle imprese di pesca;
4) L’interruzione del sostegno delle misure di aiuto dirette alla flotta e l’assenza di una chiara visione di rilancio indirizzata ai giovani, lasciano supporre che il Fondo così come strutturato punterebbe soprattutto ad incoraggiare i pescatori ad abbandonare il settore.



( red / 23.04.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top