Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2021 - martedì 24 aprile 2012

Sommario
- Il valore del 25 aprile
- Pallavolo: Spacca, brilla la stella della Lube Macerata
- Documento di economia e finanza (DEF) 2012
- Cota: tavolo con progetti per superare crisi
- Istat: retribuzioni ferme
- Programma statistico nazionale 2011-2013: parere positivo su aggiornamento

+T -T
Istat: retribuzioni ferme

(regioni.it) L'Istat rileva che le retribuzioni sono ferme. Per trovare un andamento così bisogna andare al 1983.
Le retribuzioni contrattuali orarie a marzo restano ferme su febbraio e salgono dell'1,2% su base annua.
La crescita tendenziale e' la piu' bassa almeno dal 1983, inizio delle serie storiche ricostruite, 29 anni fa.
La forbice tra aumento retribuzioni e inflazione (+3,3%) tocca il top dal 1995 con 2,1 punti. Nel mese di marzo risultano in attesa di rinnovo 36 accordi contrattuali (32,6%), per 4,3 mln di dipendenti (3 mln nel pubblico impiego). L'attesa media per il rinnovo sale e supera i 2 anni.
Nel settore privato l'incidenza e' pari all'84,3%, con quote differenziate per attivita' economica: la copertura e' del 93,5% per il settore agricolo, del 98,4% per l'industria e del 69,3% per i servizi privati. Mentre nella pubblica amministrazione, a partire da gennaio del 2010 tutti i contratti sono scaduti, a causa del blocco, stabilito da disposizioni di legge, delle procedure contrattuali e negoziali.
Inoltre l'indice delle retribuzioni contrattuali per l'intera economia, proiettato per tutto l'anno sulla base delle disposizioni definite dai contratti in vigore alla fine di marzo, registrerebbe nel 2012 un aumento pari all'1,4%.
Nelle proiezioni, precisa, pero', l'Istat, non e' stato incluso il rinnovo del settore bancario e assicurativo per cui non e' stata ancora sciolta la riserva.


 

 


Retribuzioni contrattuali - 24.04.2012

 



( red / 24.04.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top