Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2114 - lunedì 1 ottobre 2012

Sommario
- Costi politica: Errani, cedere parte di autonomia di fronte all'urgenza di una scelta
- Costi politica; Zaia, Formigoni e De Filippo all'Ansa: attuare subito nostre proposte
- Costi politica: Marini, Scopelliti, De Filippo su macroregione
- Formigoni: no ad ulteriori tagli al trasporto pubblico locale
- Toscana e Umbria su accise carburanti
- Costi politica: Molise "taglia" un terzo dei Consiglieri

+T -T
Costi politica: Marini, Scopelliti, De Filippo su macroregione

(regioni.it) Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria, si è detta “sorpresa di quello che ho letto essere accaduto in alcuni Consigli regionali. L'autonomia ha consentito fatti inaccettabili anche se ci sono molte buone pratiche in giro per l'Italia. Di fronte alle eccessive disparita' presenti tra Regione e Regione abbiamo fatto al Governo una proposta per rendere la situazione omogenea e prevedere controlli alle spese''.
Quanto alle macroregioni, per Marini ''se le Regioni sono un livello principale del decentramento dei servizi, allora difficilmente potranno essere piu' grandi di quello che sono. Se invece si pensa di affidare loro compiti molto piu' robusti (per esempio in materia di politica industriale) allora il tema di una nuova e diversa aggregazione delle Regioni e' molto interessante. Dobbiamo capire quale e' il livello del decentramento e bisogna fare attenzione alle semplificazioni apparenti''.
Marini ha aggiunto di ritenere che il Titolo V della Costituzione ''ha bisogno di un aggiornamento: alcuni punti sono di difficile attuazione per le stesse Regioni. Va messo mano al tema della legislazione concorrente: e' rimasta una ambiguita' che e' stata alla base, talvolta, di iniziative pittoresche che alcune Regioni hanno assunto. Serve un riordino delle competenze che dica quelle che sono in campo esclusivamente alle Autonomie e quelle che attengono allo stato''. Per Marini  ''oggi pero' il tema emerso e' di moralita' della classe politica. Il problema e': quali regole si danno i partiti per garantire la moralita' della politica? Altrimenti si scaricano sulle istituzioni problemi che non nascono dall'istituzione in se'''. Infine Marini mette in guardia: ''il ruolo delle Regioni e'stato determinante per la crescita turistica e industriale di molti territori. Senza la Regione, l'Umbria avrebbe avuto piu' parametri da centro-sud che da centro nord. Altro e' pensare ad uno stato centralistico: faremmo un errore grossolano a pensare che il futuro sono le politiche nazionali centrali''. 
Per Giuseppe Scopelliti, presidente della Regione Calabria, ''le Regioni sono nate proprio perche' lo Stato centrale ha fallito e la Calabria ne e' un esempio: sono stati fatti danni notevoli ai territori. Non credo quindi che l'alternativa sia l'accentramento in tre macroregioni. Dimezzare le Regioni e' un passaggio necessario e forse utile; e' inutile, infatti, avere Regioni troppo piccole ma e' sbagliato pensare ad un loro stravolgimento''.
''Dobbiamo recuperare - ha sottolineato Scopelliti - le buone pratiche e mettere insieme le azioni virtuose. In Calabria la mia amministrazione ha dimezzato il disavanzo della sanita' ed  eliminato vicende delicate che per anni hanno rappresentato un cancro nei nostri territori. Queste azioni vanno incentivate e portate anche nelle Regioni a statuto speciale. Per quanto riguarda poi le societa' partecipate la Regione Calabria e' uscita da quasi tutte; abbiamo azzerato i rapporti, tranne che con pochissime. E stiamo lavorando all'azzeramento e alla riconversione di enti 'super regionali' che costituiscono uno sperpero enorme (societa' gestione acque, enti di bonifica ecc. che non sono diventati un braccio operativo della Regione)''.
Per Scopelliti ''non credo che tagliando gli emolumenti risparmiamo decine di milioni di euro, anche se e' un taglio giusto. Il tema vero e' come recuperare la capacita' delle Regioni di spendere per il bene comune, per la crescita dei territori. Questo e' vero e grande dibattito, al di la' dei tagli di Province e della creazione delle macroregioni''.
Il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, ha sostenuto che ''già negli anni Novanta la Fondazione Agnelli aveva prospettato una riduzione delle Regioni e la creazione di macroregioni: io ragionerei con molta cautela su questa ipotesi''.
''Secondo me - ha detto De Filippo - bisogna fare di piu' sul fronte di alleanze e partnership, costruendo piu' accordi in tema di infrastrutture, turismo e agroalimentare. Serve piu' questo che cambiare confini e aggiornare mappe. D'altra parte - ha aggiunto - non sempre la dimensione e' stato requisito di qualita': la Basilicata storicamente ha avuto conti in ordine e non ha avuto commissari in sanita', c'e' insomma un quadro di buone pratiche: dunque si possono ridurre e limitare alcuni costi con un'azione spinta di coordinamento; e io lavorerei di piu' in questa dimensione''.
''Ci sono studi - ha sottolineato De Filippo - che rilevano come in molti territori le Regioni hanno portato ad un miglioramento della qualita' dei servizi. E' necessario mettere mano ai costi ma non bisogna gettare il bambino con l'acqua sporca. Quanto alla governance: non esisteranno piu' le Province e dobbiamo avviare un processo di riorganizzazione e di associazione di Comuni. Se non ci sono piu' neanche le Regioni, vogliamo tornare ad uno Stato unico centrale che organizzi tutto? Non mi sembra che questa possa essere una prospettiva utile''.



( red / 01.10.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top