Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2117 - giovedì 4 ottobre 2012

Sommario
- Costi politica: Governo avanti con Decreto
- Decreto costi politica: Monti, da Regioni contributo molto importante
- Errani: costi politica, "proposta che ci sembra utile e importante"
- Costi politica: le opinioni di Formigoni, Rossi, Dellai e La Spisa
- Costi politica: Zaia, Spacca, Cota, Rollandin e Rambaudi
- Conferenza Stato-Regioni 26/09/12: Documenti approvati

+T -T
Costi politica: le opinioni di Formigoni, Rossi, Dellai e La Spisa

(regioni.it) "Abbattimento di almeno il 35% del numero dei consiglieri regionali, riduzione delle spese della politica, (emolumenti e indennità), passaggio dei vitalizi al sistema contributivo, eliminazione dei 'monogruppi' e controlli alle spese da parte della Corte dei Conti: sono le richieste presentate dai Presidenti delle Regioni all'esecutivo nazionale “e crediamo che il decreto che verrà approvato oggi andrà proprio in questa direzione”. A sostenerlo è stato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, nel corso di una conferenza stampa, al termine della Conferenza delle Regioni. ''Al tempo stesso deve esserci data la certezza - ha aggiunto - che i servizi al cittadino saranno mantenuti nella loro integrita' e con risorse congrue”.
“Sono pienamente d'accordo” sul testo del decreto sui costi della politica che il Governo si accinge ad approvare; “la Toscana, del resto, viene guardata come regione di riferimento''. Lo ha detto il governatore della Toscana, Enrico Rossi, a margine della conferenza stampa alla Conferenza delle Regioni. “Fino al 2000 - ha aggiunto Rossi - il mio stipendio era lo stesso di quello di un operaio della Piaggio e tornerei molto volentieri a quello se il Governo mi garantisse i 600 milioni che ha tagliato al mio territorio per il 2012 e i 500 milioni di tagli previsti per il 2013 alla sanità. Devono essere garantiti i servizi e come erogarli, serve la tutela dei cittadini”. “In Toscana toglieremo il rimborso chilometrico dei consiglieri”, ha poi annunciato Enrico Rossi, presidente della regione Toscana, intervenendo nel dibattito sui costi della politica questa mattina ad Agorà, sui Rai Tre. “Bisogna che la politica si tagli le unghie - aggiunge Rossi - bisogna che costi di meno. Negli ultimi anni, con il governo Berlusconi, il paese e' passato dal 103 percento di debito sul Pil al 120 percento. Andava fatta una manovra pesante e questo ora deve farlo la politica, perché quando si fanno sacrifici è giusto che sia in primo luogo la politica a farli”.

(regioni.it) “E’ talmente forte oggi in Italia la campagna contro le Regioni, anche a seguito di comportamenti sconcertanti accaduti in alcune di esse, che i Presidenti delle Regioni e Province autonome hanno fatto bene a chiedere al Governo, in via del tutto irrituale, di assumere un decreto che fissi i parametri massimi per indennità di carica e costi della politica". Lo afferma il presidente della provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, al rientro dalla conferenza dei presidenti di Roma. “Personalmente - afferma -, accetto qualsiasi decisione pur di non esser più confuso con quegli amministratori che utilizzano il denaro pubblico per organizzare festini mascherati da maiali”. Diverso è il discorso che attiene la difesa delle competenze autonomistiche. “Non discuto nel merito la possibilità di riduzione delle indennità - conclude Dellai - ma difendo le prerogative dell'Autonomia, che non può essere oggetto di incursioni ostili nell'ambito dei propri poteri e né di decisioni a spot riguardanti modifiche costituzioni delle prerogative autonomistiche”. “La materia e' in continua evoluzione, le norme annunciate dal governo porteranno certamente ad ulteriori effetti di contenimento della spesa, ma in questa direzione la Sardegna ha gia' fatto notevoli passi avanti sia da parte della giunta che del consiglio regionale''. E’ quanto afferma l'assessore della programmazione della Regione Sardegna, giorgio la spisa, presente oggi a roma, in merito al parere positivo espresso dalla Conferenza delle regioni rispetto alle misure proposte riguardanti la riduzione dei costi della politica. “la nostra isola - ha detto - sta soffrendo per una crisi economica di dimensioni epocali, confidiamo che i provvedimenti assunti nel corso di quest'anno dall'esecutivo e dal consiglio regionale per ridurre le spese istituzionali, possano contribuire a recuperare un clima di fiducia nei confronti della politica in un momento così difficile per tutti”.

 



( red / 04.10.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top