Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2142 - lunedì 12 novembre 2012

Sommario3
- Il 15 novembre Conferenza Regioni
- Sisma in Emilia: ritardi europei "inaccettabili"
- Clini: urgente trasferimento finanziamento dissesto idrogeologico
- Fiere all'estero: progetto di valorizzazione
- Conferenza Stato-Regioni giovedì 15 novembre 2012
- Conferenza Unificata il 15 novembre 2012

+T -T
Il 15 novembre Conferenza Regioni

(regioni.it) E’ convocata la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per giovedì 15 novembre 2012 (ore 10 - Via Parigi, 11 – Roma) con il seguente ordine del giorno:
1) Approvazione resoconti sommari sedute del 26 e 27 settembre, 4, 10, 11, 18, 24 e 25 ottobre 2012;
2) Comunicazioni del Presidente;
3) Esame questioni all’o.d.g. della Conferenza Stato-Regioni;
4) Esame questioni all’o.d.g. della Conferenza Unificata;
5) COMMISSIONE AFFARI FINANZIARI
Problematiche relative all’attuazione delle disposizioni in materia di spending review contenute negli artt. 4 e 9 del D.L. n. 95 convertito in Legge n. 135 del 7 agosto 2012 – Richiesta del Presidente della Regione Lombardia ai sensi dell’art. 4, comma 3 del Regolamento della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome;
6) COMMISSIONE AFFARI COMUNITARI E INTERNAZIONALI
a) Posizione delle Regioni sulla futura Cooperazione Territoriale Europea – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 24 ottobre 2012;
b) Posizione delle Regioni sulla questione relativa agli aiuti di stato per la realizzazione di infrastrutture ad uso commerciale – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 24 ottobre 2012;
Materia: Cooperazione con i paesi in via di sviluppo e Regioni marittime e del Mediterraneo –
c) Contributo delle Regioni al Forum Nazionale della Cooperazione Internazionale – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 26 settembre 2012;
d) Posizione delle Regioni e delle Province autonome sul DDL n. 1744 recante delega al Governo per la riforma della disciplina della Cooperazione dell’Italia con i Paesi in via di sviluppo – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 25 luglio 2012.;
7) COMMISSIONE INFRASTRUTTURE, MOBILITA’ E GOVERNO DEL TERRITORIO
a) Esame del documento recante “Bando quadro - Indicazioni per la redazione dei bandi di gara ai sensi degli articoli 64, comma 4-bis e 46, comma 1-bis, del Codice dei contratti pubblici - Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 13 settembre 2012;
b) Valutazioni in merito alla proposta di legge recante “Legge quadro in materia di interporti e di piattaforme logistiche territoriali (S 3257)”alla Commissione da rappresentare alla Commissione 8^ del Senato della Repubblica – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 24 ottobre 2012;
8) COMMISSIONE AMBIENTE ED ENERGIA
a) Questioni relative al trasferimento delle competenze in materia di rischio di incidente irrilevante ai sensi del D.lgs 112/98 – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 23 ottobre 2012;
b) DDL “ Comunitaria 2011” proposta di stralcio dell’articolo 11 recante disposizioni in materia di verifica di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale - Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 23 ottobre 2012;
c) Documento delle Regioni e delle Province autonome su: “Problematiche in materia di gestione di rifiuti: sottocategorie di discariche e miscelazione rifiuti” - Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 23 ottobre 2012;
9) COMMISSIONE BENI E ATTIVITA’ CULTURALI
“Linee guida per la valorizzazione della cultura attraverso la collaborazione pubblico/privato” - Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 25 luglio 2012;
10) COMMISSIONE SALUTE
a) Valutazione della proposta di legge di iniziativa parlamentare n. 4269 recante “Modifiche agli articoli 8 quater, 8 quinques e 8 sexies del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, concernenti l’accreditamento e l’erogazione delle prestazioni sanitarie a carico del S.S.N. da parte delle strutture pubbliche e private” come richiesto dalla Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati - Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 23 luglio 2012;
b) Informativa relativa all’utilizzo delle risorse in materia di edilizia sanitaria di cui all’art. 20 della legge 67/88 previste dall’art 12, comma 11 septies, legge n. 44/2012 (disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie) – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 24 ottobre 2012;
11) COMMISSIONE ISTRUZIONE, LAVORO, INNOVAZIONE E RICERCA
Proposta di Linee Guida unitarie per l’attuazione dell’art.4, comma 33, lettera c) della legge 28 giugno 2012, n. 92 recante “Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita”. – Punto all’esame della Commissione nella riunione del 14 novembre 2012;
12) COMMISSIONE POLITICHE AGRICOLE –
a) Ordine del giorno sui danni in agricoltura causati dal prolungato periodo di siccità – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 20 settembre 2012;
b) Ordine del giorno sulla proroga delle concessioni demaniali marittime ad uso diverso da quello turistico-ricreativo – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 25 ottobre 2012;
c) Ordine del giorno sulla non applicabilità alle aziende agricole delle procedure previste dal DPR 1 agosto 2011, n. 151 con riferimento ai contenitori-distributori rimovibili e non di carburanti liquidi – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione dell’8 novembre 2012;
d) Ordine del giorno sul blocco dell’attività di certificazione sementiera – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione dell’8 novembre 2012;
13) COMMISSIONE SPECIALE PROTEZIONE CIVILE
Conferma della funzione di coordinamento della Provincia autonoma di Trento – Richiesta del Presidente della Provincia Autonoma di Trento ai sensi dell’art. 4 comma 3 del Regolamento della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome;
14) Varie ed eventuali.

 


( red / 12.11.12 )

+T -T
Sisma in Emilia: ritardi europei "inaccettabili"

Terremoto Pollino: dichiarato lo stato di emergenza

(regioni.it) Il Consiglio dei ministri di venerdì 9 novembre ha dichiarato lo stato di emergenza per i Comuni nel territorio dell’area del Pollino tra le province di Cosenza e Potenza, che sono stati colpiti il 26 ottobre da un evento sismico di magnitudo ML 5.0 dopo un lungo sciame sismico di oltre due anni. Ancora oggi sono state registrate delle altre scosse.
Inoltre il presidente del Consiglio Mario Monti si è attivato, in questo fine settimana, per assicurare che non siano bloccati gli aiuti dell'Unione Europea per il terremoto in Emilia Romagna (670 milioni). Monti dai colloqui telefonici ha ricevuto rassicurazioni dal Presidente del Parlamento europeo Martin Schulz e dal Presidente della Commissione José Manuel Barroso.
Monti ha definito "inaccettabile" un eventuale blocco dei fondi per la ricostruzione in Emilia-Romagna paventato a seguito delle difficoltà intervenute nel negoziato sulla rettifica del bilancio Ue 2012.
In particolare Monti a Schulz e Barroso ha sottolineato come tale blocco sarebbe del tutto inaccettabile per l’Italia, oltre che gravemente lesivo dei principi di solidarietà alla base della stessa Unione Europea.
Il Presidente Barroso ha assicurato a Monti che la Commissione, nel suo ruolo di mediatore nel Comitato di conciliazione ove martedì 13 riprenderà il negoziato, si impegnerà risolutamente nel senso richiesto dall’Italia. Il Presidente Schulz, per parte sua, ha garantito che la delegazione del Parlamento nel Comitato di conciliazione porrà come condizione pregiudiziale l’approvazione dell’emendamento di bilancio che consenta lo sblocco dei 670 milioni per il terremoto.
Inaccettabile e vergognoso che si facciano giochi politici sulla pelle delle persone colpite dal sisma in Emilia, ha sostenuto Martin Schulz, che ha garantito a Monti l'impegno dell'Europarlamento: "fare giochi politici sulle possibilita' della gente di  riprendersi da una terribile catastrofe e' qualcosa che  l'Europarlamento non puo' accettare".
Il socialdemocratico tedesco ha quindi definito 'cinica esitazione' quella che ha
spinto Germania, Gran Bretagna, Olanda, Svezia e Finlandia a bloccare il fondo di solidarietà nell'ambito della trattativa per il bilancio.
Mentre per quanto riguarda il terremoto del Pollino la regione Basilicata ha apprezzato la decisione del Consiglio dei ministri di dichiarare lo stato di emergenza nelle zone terremotate, ma chiede anche stanziamenti per continuare la messa in sicurezza del territorio del patrimonio edilizio.
"La scelta del Governo di attivare le procedure per la dichiarazione dello Stato di emergenza – afferma il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo - e' sicuramente un segnale di attenzione alle aree colpite dal sisma e alle due Regioni di cui fanno parte”.
Il sottosegretario della Regione Calabria con delega alla Protezione civile Franco Torchia ha dichiarato che “si tratta di un primo importante passo per dare tranquillità e speranza alle popolazioni calabresi e lucane che da due anni vivono una situazione di emergenza che non accenna a placarsi”.
Torchia afferma di concentrarsi anche sulla seconda fase del problema: “quello relativo alla messa in sicurezza degli edifici strategici e privati del territorio interessato dal sisma. Cercheremo di individuare, insieme al Governo, il percorso legislativo che consentirà – ha affermato infine Torchia - di dare sicurezza e tranquillità ai cittadini del Pollino anche nel caso in cui lo sciame sismico dovesse proseguire”.

 

 

  •                        

[Calabria] Il Governo dichiara lo stato di emergenza in seguito al terremoto sul Pollino

 



( red / 12.11.12 )

+T -T
Clini: urgente trasferimento finanziamento dissesto idrogeologico

Maltempo: Rossi, Marini, Zaia su stato emergenza

(regioni.it) Emergenza maltempo in buona parte del Paese. Evacuati gli abitanti di Albinia, in Toscana, e Marina di Montalto di Castro, a causa dello straripamento di alcuni fiumi e torrenti. L'ordinanza che riguarda la costa della Tuscia e' stata emessa per la gran quantita' di acqua e fango che si e' riversata nel centro abitato. La statale Aurelia e' chiusa nei due sensi tra Albinia e Grosseto sud a causa degli allagamenti e non ci sono percorsi alternativi. Problemi per la circolazione dei treni nella stessa zona.
A Roma sono state chiuse le banchine del Tevere e l'ondata di piena e' attesa per domani.
Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha chiesto l’immediato intervento dell'esercito per far fronte all'emergenza maltempo che sta flagellando diverse aree.
"La situazione si sta aggravando e interessa, oltre alla provincia di Massa Carrara, tutto il Sud della Toscana: Grosseto, Siena ed Arezzo. Oggi in Giunta approveremo uno stanziamento di 5 milioni per far fronte alle prime emergenze". Scrive Rossi: "I tecnici del genio civile stanno lavorando per censire tutti gli interventi di somma urgenza necessari per il ripristino di strade, ponti, argini ed infrastrutture pubbliche. Sono a Roma per incontrare il responsabile della protezione civile Gabrielli, ho chiesto l'intervento immediato dell'esercito e ho parlato con il generale Mosca. Alla protezione civile dell'Emilia - aggiunge Rosssi - ho chiesto di inviare le idrovore a Massa e Carrara. Ora dobbiamo pensare alle persone, alla loro sicurezza. Ho chiesto un incontro con il Presidente del Consiglio: questa volta il governo non deve lasciarci soli".
Anche la Regione Umbria fronteggia l' emergenza maltempo. Il presidente Marini sottolinea: ''Ci troviamo di fronte ad una situazione particolarmente  critica che, in alcune zone, non si presentava da almeno 50 anni, con  punte di 200 millimetri di acqua nell'Orvietano - ha spiegato il  presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini - I territori piu' interessati dal fenomeno oltre a quelli dell'Orvietano attraversati  dal Chiani e Paglia, sono quelli del Marscianese e alcune zone del  Perugino, mentre attualmente e' in osservazione il Tevere a partire da Citta' di Castello e il territorio del bacino del Lago Trasimeno".
''La rete attivata dalla Regione - ha detto Marini - continuera' a  seguire la situazione e a predisporre prontamente interventi in caso  di necessita' per tutto il periodo di allerta che proseguira' per la  giornata di oggi e la notte. Inoltre, la Giunta regionale nelle prossime ore prendera' in esame le richieste pervenute da alcuni  Comuni umbri per la dichiarazione dello stato di calamita' naturale in base alla legge 100/2012. Abbiamo chiesto, e attendiamo dai sindaci dei territori colpiti dagli eventi di questi giorni un puntuale monitoraggio dei danni”.
Anche il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, interviene sull’emergenza maltempo: “È impensabile – afferma Zaia – che una Regione come la nostra, che paga prontamente le tasse e in misura molto superiore a quanto le viene restituito, rimanga senza il segno concreto di un aiuto da parte del Governo nazionale. Per questi motivi, appena ricevuta la puntuale risposta delle amministrazioni, la Regione si attiverà anche formalmente per chiedere lo stato di calamità.”
Infine il ministro  dell'Ambiente Corrado Clini ha sottolineato che è urgente il trasferimento alle  Regioni del Centro Nord dei 130 milioni di euro stanziati il 26  ottobre scorso per il finanziamento delle misure per la prevenzione  del dissesto idrogeologico. Clini ha ricordato: "il Parlamento ha

l'occasione per restituire alle Regioni i pieni poteri in materia di  prevenzione, attraverso la soppressione dell'istituto commissariale introdotto da una legge del 2010".
Infatti "a Genova, nel levante Ligure, nella Lunigiana,  Garfagnana e Versilia, Venezia (dove e' attesa un'acqua alta record  nelle prossime ore) e nelle pianure del Veneto: 'ritornano' con una  frequenza estremamente ravvicinata eventi climatici estremi che  confermano un trend ormai piu' che trentennale" sostiene il ministro.
"Il territorio del nostro paese, ed in particolare in alcune  Regioni, - rileva Clini - e' esposto agli effetti di variazioni  climatiche che 'stressano' aree gia' vulnerabili per le  caratteristiche idrogeologiche, o per gli usi intensivi di aree urbanizzate dove sarebbe stato necessario vietare o limitare  insediamenti abitativi e produttivi". "Eventi, che si ripetono  puntualmente nell'autunno e nella primavera, richiedendo interventi  straordinari e costi 'imprevisti' per tamponare i danni, di gran lunga superiori ai costi della prevenzione. Mentre la serie storica degli  eventi avrebbe dovuto orientare da tempo politiche e misure per la  protezione delle zone piu' vulnerabili, anche sulla base dei dati  raccolti ed elaborati dal ministero dell'Ambiente: il 10% della  superficie nazionale e' ad alta criticita' idrogeologica, ed i comuni interessati sono 6.633".

 


( red / 12.11.12 )

Progetto MISE, Conferenza Regioni e Associazioni fieristiche (AEFI, CFI e CFT)

+T -T
Fiere all'estero: progetto di valorizzazione

Al via un progetto di valorizzazione all’estero dell’offerta fieristica nazionale attraverso incentivi alla certificazione di qualità

(regioni.it) Il Ministero dello Sviluppo Economico ha destinato, nel quadro della programmazione straordinaria Made in Italy, risorse alla realizzazione di un progetto di valorizzazione del sistema fieristico nazionale attraverso incentivi alla certificazione di qualità delle manifestazioni internazionali.
Il progetto, espressione della volontà condivisa con la Conferenza delle Regioni e Province Autonome le Associazioni fieristiche nazionali (AEFI, CFI e CFT) nell’ambito del Tavolo per il Coordinamento del Sistema Fieristico Nazionale operante presso il Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale politiche per l’internazionalizzazione, mira da un lato a qualificare all’estero l’offerta fieristica italiana favorendo la certificazione dei dati fieristici secondo i criteri internazionalmente accolti (norma ISO 25639 e successivi aggiornamenti) e, dall’altro, ad alimentare presso gli organizzatori la cultura della certificazione di prodotto e di processo quale strumento di marketing internazionale. Si tratta di una innovazione che pone il nostro Paese al più elevato livello di rigore ed affidabilità tra i vigenti sistemi internazionali.
Le risorse del Ministero, pari ad euro 500.000, saranno gestite attraverso le Associazioni rappresentative del sistema fieristico nazionale sulla base di Convezione e destinate all’abbattimento del 50% dei costi (entro un tetto di 2.000 €) sostenuti dagli organizzatori fieristici per i servizi di certificazione resi da enti abilitati ad operare nella materia da ACCREDIA, l’ente italiano di accreditamento.
Essenziale, in questo ambito, il ruolo della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, che ha ritenuto di affiancare all’attuale sistema di certificazione, prevalentemente basato sull’autodichiarazione dei dati da parte degli organizzatori delle manifestazioni, un percorso più virtuoso e di qualità per la certificazione. A tal fine, la Conferenza delle Regioni ha formalizzato l’incarico ad Accredia per accreditare i soggetti certificatori sulla base di uno specifico protocollo operativo, coerente con le direttive per l’attribuzione della qualifica delle manifestazioni, adottate il 21 giugno 2012.
 
Il progetto prevede anche un piano di comunicazione – in Italia, e all’estero in collaborazione con l’Agenzia ICE e d’intesa con Unioncamere, attraverso la propria rete delle 105 Camere di Commercio italiane e la rete delle Camere italiane all’estero – finalizzato ad accrescere l’attrattività delle manifestazioni italiane di livello internazionale e a valorizzare la competitività dell’offerta fieristica italiana.
 
Le manifestazioni fieristiche che si doteranno del riconoscimento della certificazione dei dati godranno, inoltre, di una serie di premialità consistenti in:
-             procedure amministrative regionali più snelle relativamente all’attribuzione della qualifica internazionale e all’inserimento nei Calendari Fieristici regionali;
-             evidenziazione degli eventi certificati nel Calendario Fieristico Italiano e nelle statistiche annuali curate dalla Conferenza delle Regioni e Province Autonome, nelle comunicazioni all’UFI (Unione Fiere Internazionali) e nei rapporti annuali relativi al settore;
-             riconoscimento di priorità nel quadro delle attività promozionali a favore dell'internazionalizzazione del Sistema fieristico gestite dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalle Regioni
-             attribuzione di patrocinio Ministeriale e della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome alla manifestazione certificata.

>>
 
  12_11_12_Congiunto_Valorizzazione_Offerta_Fieristica.pdf

( red / 12.11.12 )

+T -T
Conferenza Stato-Regioni giovedì 15 novembre 2012

Ordine del giorno

(regioni.it) E' convocata la Conferenza Stato-Regioni per giovedì 15 novembre 2012 (ore 15.30 - Via della Stamperia n. 8, Roma), con il seguente ordine del giorno (in allegato l'ordine del giorno della Conferenza in framato .pdf):

1) Parere sullo schema di decreto del Ministro dell'economia e delle finanze di rideterminazione degli obiettivi del patto di stabilità interno delle Regioni a statuto ordinario e di individuazione delle risorse spettanti alle medesime regioni da assoggettare a riduzione per l'anno 2012. (ECONOMIA E FINANZE) Codice sito: 4.6/2012/59 (Servizio II) Parere ai sensi dell'articolo 16, comma 2, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito dalla legge 7 agosto 2012, n. 135.

2) Intesa sulla proposta del Ministro della salute di deliberazione del CIPE concernente il riparto tra le Regioni delle disponibilità finanziarie per il Servizio sanitario nazionale per l'anno 2012. (SALUTE) Codice sito: 4.10/2012/84A (Servizio III) Intesa ai sensi dell'articolo115, comma 1, lettera a) del decreto legislativo 31 marzo 1998,n. 112.

3) Intesa sulla proposta del Ministro della salute di deliberazione del CIPE relativa all'assegnazione alle Regioni delle risorse vincolate, ai sensi dell'articolo 1, comma 34, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, alla realizzazione degli obiettivi del Piano Sanitario Nazionale per l'anno 2012. (SALUTE) Codice sito: 4.10/2012/84B (Servizio III) Intesa ai sensi dell'articolo 1, comma 34bis, della legge 23 dicembre 1996, n. 662.

4) Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sulla proposta del Ministro della salute di linee guida per l'utilizzo da parte delle Regioni e Province autonome delle risorse vincolate, ai sensi dell'articolo 1, commi 34 e 34bis, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, per la realizzazione degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale per l'anno 2012. (SALUTE) Codice sito: 4,10/2012/84C (Servizio III) Accordo ai sensi dell'articolo 1, comma 34bis, della legge 23 dicembre 1996, n. 662.

5) Intesa sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per la definizione dei criteri di qualità dei servizi erogati, appropriatezza ed efficienza, per la scelta delle regioni di riferimento ai fini della determinazione dei costi e dei fabbisogni standard regionali nel settore sanitario, in attuazione dell'articolo 27 del decreto legislativo 6 maggio 2011, n. 68. (SALUTE) Codice sito: 4.10/2012/77 (Servizio III Intesa ai sensi dell'articolo 27, comma 5, del decreto legislativo 6 maggio 2011, n. 68.

6) Intesa sullo schema di decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, recante riparto tra le Regioni a statuto ordinario delle risorse per le esigenze del trasporto pubblico locale, anche ferroviario, connesse all'acquisto del materiale rotabile. (ECONOMIA E FINANZE) Codice sito: 4.13/2012/24 (Servizio IV) Intesa ai sensi dell'articolo 21, comma 2, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito dalla legge 15 luglio 2011, n. 111.

7) Intesa sullo schema di decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, recante riparto tra le Regioni a statuto ordinario delle risorse del Fondo per il trasporto pubblico locale per l'anno 2012. (ECONOMIA E FINANZE) Codice sito: 4.13/2012/23 (Servizio IV) Intesa ai sensi dell'articolo 2 del decreto legge 2 novembre 2012, n. 187.

8) Intesa sullo schema di decreto ministeriale di approvazione del programma triennale 2012/2014, predisposto dalla Consulta territoriale per le attività cinematografiche (cd. "legge cinema"). (BENI E ATTIVITA' CULTURALI) Codice sito: 4.16/2012/48 (Servizio V) Intesa ai sensi dell'articolo 19, comma 3, del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 28.

9) Accordo sul Piano del settore mandorle, noci, pistacchi e carrube 2012/2014. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Codice sito 4.18/2012/88 (Servizio VI) Accordo ai sensi dell'articolo 4, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

10) Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali concernente "Disposizioni nazionali in materia di interventi di gestione ecologica degli imballaggi nei programmi operativi delle organizzazioni di produttori". (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Codice sito 4.18/2012/85 (Servizio VI) Intesa ai sensi dell'articolo 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n. 428.

11) Parere sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di concerto con il Ministro dello sviluppo economico concernente Denominazione delle varietà di risone e delle corrispondenti varietà di riso per l'annata agraria 2012-2013". (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Codice sito 4.18/2012/87 (Servizio VI) Parere ai sensi dell'articolo 2, comma 4, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

12) Acquisizione della designazione di un rappresentante regionale, in sostituzione, in seno al Comitato consultivo per l'agricoltura biologica. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Codice sito 4.18/2012/89 (Servizio VI) Acquisizione ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera d) del decreto legislativo 28 agosto1997, n. 281.

13) Acquisizione della designazione di sei rappresentanti regionali ai fini della costituzione del ''Tavolo di Filiera del Legno", previsto dall'Accordo sancito in Conferenza Stato- Regioni il 19 aprile 2012. POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Codice sito 4.18/2012/60 (Servizio VI) Acquisizione ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera d) del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

  ODG-CSR-15-NOVEMBRE-2012.pdf

 


( red / 12.11.12 )

+T -T
Conferenza Unificata il 15 novembre 2012

Ordine del giorno

(regioni.it) E' convocata la Conferenza Unificata il 15 novembre 2012 - (ore 15.00, Via della Stamperia n. 8, Roma) - con il seguente Ordine del giorno (In allegato l'ordine del giorno della Conferenza in formato .pdf ):

1) Intesa sullo schema di decreto concernente il trasferimento dei contributi a favore dell'ARAN da parte degli Enti locali. (PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E SEMPLIFICAZIONE) Codice sito. 4.4/2012/14 (Servizio ) Intesa ai sensi dell'articolo 46, comma 9, lett. b) del decreto legislativo 30 marzo 2001,n.165.

2) Parere sul disegno di legge per la conversione in legge del decreto-legge 5 novembre 2012, n. 188, recante disposizioni urgenti in materia di Province e Città metropolitane. (A.S. 3558) (PUBBLICA AMMMINISTRAZIONE E SEMPLIFICAZIONE - INTERNO) Codice sito: 4.1/2012/13 (Servizio I) Parere ai sensi dell'articolo 17, comma 4, del decreto- legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, nella legge 7 agosto 2012, n. 135 e dell'articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

3) Parere sul disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 29 ottobre 2012, n. 185 recante: "Disposizioni urgenti in materia di trattamento di fine servizio dei dipendenti pubblici" (A.S. 3549) (ECONOMIA E FINANZE PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E SEMPLIFICAZIONE) Codice sito: 4.4/2012/15 (Servizio I) Parere ai sensi dell'articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, 281.

4) Intesa sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di individuazione delle Amministrazioni che partecipano al secondo anno di sperimentazione della disciplina concernente i sistemi contabili e gli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti locali e dei loro enti ed organismi di cui all'articolo 36 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n.118. (ECONOMIA E FINANZE) Codice sito: 4.6/2012/54 (Servizio II) Intesa ai sensi dell'articolo 36, comma 4, del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118.

5) Parere sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri concernente ripartizione, per l'anno 2012, dei fondi previsti dagli articoli 9 e 15 della legge 15 dicembre 1999, n. 482 per il finanziamento dei progetti presentati dalle Pubbliche Amministrazioni. (AFFARI REGIONALI, TURISMO E . SPORT) Codice sito n.4.6/2012/56 (Servizio II) Parere ai sensi dell'articolo 5, comma 3, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 19 luglio 2011.

6) Intesa sul Programma Infrastrutture Strategiche, allegato all'Aggiornamento del Documento di Economia e Finanza 2012. 10° Allegato Infrastrutture. (INFRASTRUTTURE E TRASPORTI). Codice sito.· 4.13/2012/22. (Servizio IV). Intesa ai sensi dell'articolo 1, comma 1, della legge 21 dicembre 2001, n. 443.

7) Parere sul disegno di legge di conversione in legge del decreto legge 2 novembre 2012, n. 187, recante: "Misure urgenti per la ridefinizione dei rapporti contrattuali con la Società Stretto di Messina S.p.A. ed in materia di trasporto pubblico locale". (PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - SVILUPPO ECONOMICO E INFRASTRUTTURE E TRASPORTI). Codice sito: 4.13/2012/25. (Servizio IV). Parere ai sensi dell'articolo 9 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

8) Parere sulla proroga del decreto ministeriale 26 ottobre 2011 recante "Criteri e modalità straordinarie di erogazione di contributi in favore delle attività dello spettacolo dal vivo nell'anno 2012 nei comuni danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009, in corrispondenza degli stanziamenti del Fondo Unico per lo Spettacolo di cui alla legge 1985, n.163". (BENI EATTIVITA' CULTURALI) Codice sito: 4.16/2012/49 (Servizio V) Parere ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 15 novembre 2011, n. 239.

9) Parere sullo schema di decreto del Presidente della Repubblica recante regolamento concernente la disciplina dell'autorizzazione unica ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti su piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad autorizzazione integrata ambientale, a norma dell'articolo 23 del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 35. (PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E SEMPLIFICAZIONE - AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - SVILUPPO ECONOMICO). Codice sito: 4.14/2012/24. (Servizio V). Parere ai sensi dell'articolo 23, comma 1, del D.L. n. 5 del 2012.

10) Parere sullo schema di ripartizione del Fondo nazionale per la montagna – annualità 2010, ai sensi dell'articolo 2 della legge 31 gennaio 1994, n. 97 e successive modificazioni. ( PRESIDENZA CONSIGLIO MINISTRI - ECONOMIA E FINANZE - POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI) Codice sito: 4.14/2012/10 (Servizio V). Parere ai sensi dell'articolo 9, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n.281.

  ODG-CU-15-NOVEMBRE-2012.PDF

( red / 12.11.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top