Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2150 - giovedì 22 novembre 2012

Sommario
- Regioni: insostenibile la legge di stabilità
- Lavoro: Regioni per modifica status disoccupazione
- Regioni: firmata Intesa su ammortizzatori sociali in deroga 2013
- Riordino Province: bocciatura da Regioni e Upi
- Trasporto pubblico locale: mancano 600 milioni di euro
- Le legge di stabilità mette a rischio i servizi e la tenuta dei conti

+T -T
Lavoro: Regioni per modifica status disoccupazione

(regioni.it) Le Regioni non condividono le norme previste dalla Legge n. 92/2012 relative all’accertamento dello stato di disoccupazione che pongono a rischio centinaia di migliaia di lavoratori. Con la posizione, approvata oggi dalla Conferenza delle Regioni ed illustrata dall’Assessore Gianfranco Simoncini (Coordinatore della Commissione Lavoro per la Conferenza delle Regioni), si chiede di tornare al regime precedente in base al quale, tra l'altro, qualsiasi tipologia lavorativa dava titolo ad acquisire e conservare lo stato di disoccupazione, purché tale attività non assicurasse un reddito annuale superiore al reddito minimo personale escluso dalla imposizione fiscale (8.000 Euro per i rapporti di lavoro subordinato e parasubordinato, e 4.500 Euro per i lavoratori autonomi). Se si arrivasse davvero a non permettere il mantenimento dello status di disoccupazione anche in presenza di redditi minimi, c’è il rischio serio di incoraggiare i lavoratori disoccupati ad accettare occasioni di lavoro nero anche per non perdere lo status di disoccupato, oltre a perdere gli strumenti di sostegno al reddito ed alla rioccupazione che lo status garantisce.
Proprio per questi motivi la Conferenza delle Regioni chiede e auspica un intervento legislativo, da parte del Parlamento che reintroduca i precedenti criteri e che comunque preveda il riconoscimento dello stato di disoccupazione anche per i lavoratori autonomi e parasubordinati e la fissazione di un tetto di reddito annuo.
Con il documento approvato oggi in ogni caso, in attesa di tale intervento normativo, le Regioni, ottemperando alle loro competenze, hanno approvato delle Linee Guida per una regolamentazione unitaria dei princìpi contenuti nella Legge n. 92/2012 in materia di status di disoccupazione, proprio per consentire un’attuazione omogenea delle disposizioni, garantendo così parità di trattamento fra i cittadini su tutto il territorio nazionale. In considerazione del fatto che tre Regioni saranno chiamate prossimamente al voto, la Conferenza ha individuato la data del 30 giugno 2013 come termine ultimo per la definizione dei provvedimenti normativi per l’applicazione di tali Linee Guida. Tra l’altro, tale lasso di tempo potrebbe permettere al Parlamento di intervenire sul piano legislativo per ripristinare i precedenti criteri relativi al riconoscimento della disoccupazione.



( red / 22.11.12 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top