Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2178 - martedì 15 gennaio 2013

Sommario3
- Elezioni del 24 e 25 febbraio: le indicazioni del Ministero dell'interno
- Lavori pubblici: il "Rapporto annuale 2011" curato da Itaca
- Nasce Euroregione Adriatico Ionica
- Tar: nel Lazio si voterà per 50 consiglieri
- Chiodi: programma economico per rilancio Abruzzo
- Istat: tasso d'inflazione medio 2012 al 3%

+T -T
Elezioni del 24 e 25 febbraio: le indicazioni del Ministero dell'interno

(regioni.it) Il ministero dell'Interno, esaminati i 219 contrassegni depositati per le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio, ne ha ammessi 169, in 34 casi ha invitato i depositanti, in base alla normativa vigente, alla sostituzione entro 48 ore dalla notifica e ne ha dichiarati 16 senza effetto per carenza di documentazione.
Link dal sito del Ministero dell’interno:
Le elezioni per il rinnovo del Parlamento si svolgeranno, come è noto,  domenica 24 febbraio e lunedì 25 febbraio 2013. Per gli stessi giorni, il prefetto di Milano e il prefetto di Campobasso hanno convocato i comizi elettorali per le elezioni degli organi delle regioni Lombardia e Molise. Il presidente della regione Lazio, infine, ha convocato i comizi in contemporaneità con lo svolgimento delle elezioni politiche.
Per fornire una guida nelle operazioni relative alla presentazione e ammissione delle candidature per l’elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica per il territorio nazionale, la direzione centrale dei Servizi Elettorali, ha pubblicato on line le relative istruzioni.
Link: Informazioni utili


( red / 15.01.13 )

+T -T
Lavori pubblici: il "Rapporto annuale 2011" curato da Itaca

(regioni.it) E’ disponibile sul sito www.regioni,it il “Rapporto annuale 2011”, curato da Itaca, l’Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale, per conto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.
Il Rapporto contiene la pubblicazione di “bandi e avvisi di gara”, dei ”programmi triennali” e dell’elenco annuale dei lavori pubblici e, infine un “supporto tecnico giuridico”. Hanno collaborato alla  redazione del Rapporto:Tommaso Aniello (ITACA); Maria Annese (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti);  Maurizio Baldisserri (Regione Emilia-Romagna); Paola Bargiacchi (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti); Andrea Bertocchini (Regione Toscana); Stefania Capelli (NuovaQuasco-RER); Massimo CataldI (NuovaQuasco-RER); Patrizia Mari (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti); Giuseppe Rizzuto (ITACA); Penelope Vecli (ITACA); Federico Ventura (ITACA); Marina Zonetti (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti).
Alla predisposizione del rapporto hanno collaborato: Cesare Vergottini (Regione Lombardia);  Francesco Bitetto (Regione Puglia); Walter Bussolotti (Regione Abruzzo); Antonio Leonardo Ciarla (Regione Molise); Renato Costa (Regione Siciliana); Alessandro Canola (Regione Friuli-Venezia Giulia); Vittorio De Biase (Regione Abruzzo); Domenica De Giosa (Regione Puglia); Cristiano Digilio (Regione Piemonte); Antonella Dilucchio (Regione Piemonte); Leonardo Draghetti (Regione Emilia-Romagna); Ivana Falco (Regione Sardegna); Edmond Freppa (Regione Valle d’Aosta); Mauro Gaddo (Provincia autonoma di Trento); Michele Granatiero (Regione Campania); Andrea Loriot (Regione Valle d’Aosta); Pietro Mango (Regione Basilicata); Alberto Merini (Regione Umbria); Gabriella Pasquale (Regione Friuli-Venezia Giulia);  Michele Pierri (Regione Marche); Morena Quaresimin (Regione Veneto); Silvia Risso (Regione Liguria); Evelina Rizzo (Regione Calabria); Antonio Sciumbata (Regione Calabria); Lorenzo Smaniotto (Provincia autonoma Bolzano); Stefano Talato (Regione Veneto); Vera Tirelli (Regione Lazio); Claudio Tomasini (Regione Piemonte); Salvatore Tutone (Regione Siciliana); Marcello Vitiello (Regione Molise)
Si riporta di seguito l’indice del volume
1. IL SERVIZIO CONTRATTI PUBBLICI
2. BANDI DI GARA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE
2.1 Bandi di gara di FORNITURE
2.2 Bandi di gara di SERVIZI
2.3 Bandi di gara di LAVORI PUBBLICI
2.4 Domanda complessiva di contratti pubblici
2.5 Classifica dei bandi di gara pubblicati
3. ESITI DI GARA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE
3.1 Esiti di gara di FORNITURE
3.2 Esiti di gara di SERVIZI
3.3 Esiti di gara di LAVORI PUBBLICI
3.4 Appalti pubblici aggiudicati
4. PROGRAMMAZIONE DEI LAVORI PUBBLICI
4.1 Programmi triennali 2010-2012 e 2011-2013
4.2 Numero interventi programmati nei trienni 2010-2012 e 2011-2013
4.3 Importo interventi programmati nei trienni 2010-2012 e 2011-2013
4.4 Elenchi annuali 2010 e 2011
4.5 Interventi finanziati con apporto di capitali privati trienni 2010 e 2012/2011-2013
5. IL SUPPORTO GIURIDICO ALLE STAZIONI APPALTANTI
5.1 Premessa
5.2 Statistiche del Servizio Supporto Giuridico
5.3 Argomenti dei quesiti
5.4 Esemplificazione delle risposte per ciascun argomento
5.4.1 Fase preliminare alla procedura ad evidenza pubblica
5.4.2 Qualificazione degli esecutori di lavori pubblici
5.4.3 Fase ad evidenza pubblica
5.4.4 Sicurezza e regolarità contributiva
5.4.5 Servizi e forniture
6. ALLEGATI
ALLEGATO 1: Elenco siti informatici regionali attivi per la pubblicazione dei bandi e degli avvisi di gara
ALLEGATO 2: Componenti UOC – Unità Operativa di Coordinamento


( red / 15.01.13 )

+T -T
Nasce Euroregione Adriatico Ionica

Iorio: l'istituzione si allarga a Basilicata, Sicilia e Calabria

(regioni.it) L'Euroregione Adriatica cambia nome e s’allunga fino allo Ionio, infatti si chiama ora Euroregione Adriatico Ionica. Quindi sono ampliate le competenze. C’è anche un cambio di struttura organizzativa con la costituzione di un segretariato con sedi in Croazia ed a Campobasso.
A Termoli si è riunita l'Assemblea generale dell'Euroregione che ha approvato queste nuove iniziative, cambiando anche lo statuto.
Le strategie pertanto dell'Euroregione Adriatico Ionica coinvolgeranno nuovi territori.
Il Presidente dell'Euroregione, Michele Iorio, ha speigato che ''c'e' stata una partecipazione molto significativa da parte di ambasciatori e rappresentanti di governi di quella che sara' la Macroregione Adriatico Ionica. Questo e' un risultato straordinario perche' abbiamo gia' deliberato il Consiglio d'Europa, quindi, viaggiamo verso un'ipotesi concreta di grande cooperazione transnazionale all'interno di quest'area per la quale stiamo lavorando da tantissimi anni''.
Iorio sottolinea cme sia stat raggiunto così “un risultato straordinario ma anche per il contributo che c'e' stato sull'individuazione delle priorita' da inserire nella prossima agenda europea per definire questa strategia - ha proseguito Iorio - Oggi, inoltre, l'Euroregione Adriatica, nata da un'iniziativa  proprio qui a Termoli, si e' allargata alle Regioni dello Ionio: Basilicata, Sicilia e Calabria. Un altro evento straordinario e significativo che portiamo avanti e vede Termoli protagonista''.

 


( red / 15.01.13 )

+T -T
Tar: nel Lazio si voterà per 50 consiglieri

(regioni.it) Il 24 e 25 Febbraio nel Lazio si voterà per eleggere 50 consiglieri. La decisione è del Tar del Lazio che ha respinto le richieste di Radicali e Verdi che sollecitavano la sospensione del decreto con il quale la presidente uscente Polverini aveva ridotto da 70 a 50 i consiglieri da eleggere.
Nell'ordinanza il Tar ha ritenuto inoltre di chiarire ''che non possa considerarsi pienamente acquisita la prova del fatto che l'eventuale fissazione in via cautelare del numero dei consiglieri da eleggere in 70 comporti con certezza l'esclusione della necessità di ripetere le elezioni nell'ipotesi di reiezione del ricorso nel merito, in quanto il mero calcolo del numero dei seggi (con riduzione da 70 a 50) non garantirebbe il corretto esercizio del diritto di elettorato attivo e passivo''.



( red / 15.01.13 )

+T -T
Chiodi: programma economico per rilancio Abruzzo

5 priorità per superare la crisi

(regioni.it) Il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, propone un programma per il rilancio economico regionale. Si tratta di 5 priorità per superare la fase post sisma e collegata alla ricostruzione.
I cinque punti sono: un'adeguata rete viaria al servizio delle attivita' produttive in modo che queste ultime siano connesse e collegate con il tessuto produttivo nazionale, il rilancio del polo farmaceutico, il finanziamento dei contratti di sviluppo, il consolidamento del progetto scientifico del Gran Sasso Institute e il progetto di rilancio dell'Istituto zooprofilattico d'Abruzzo.
''Sul primo punto - spiega Chiodi - esistono una serie di progetti infrastrutturali che riguardano l'area del cratere sui quali abbiamo concordato con l'Anas una rimodulazione e integrazione dei finanziamenti su progetti specifici. Tale rimodulazione delle risorse economiche consentirebbe una rapida approvazione dei progetti immediatamente cantierabili con conseguente avvio delle gare di appalto per circa 102 milioni di euro, di cui 76 sono gia' disponibili. Le risorse aggiuntive, circa 25 milioni di euro, possono essere attinte dalla legge 134/12 per il sostengo delle attivita' produttive e della ricerca''.
In merito il polo farmaceutico, la Regione ha gia' finanziato la costituzione del Consorzio delle imprese con fondi Fesr, saranno necessarie risorse aggiuntive legate al consolidamento e sviluppo dei livelli occupazionali e il futuro del Polo sara' oggetto di un incontro il prossimo 21 gennaio nella sede di Confindustria all'Aquila.
Inoltre sono stati sottolineati anche i sono i Contratti di sviluppo, che hanno gia' ottenuto il parere favorevole dal ministero dello Sviluppo economico e da Invitalia. La normativa di riferimento e' la legge 134 che nell'articolo 67 finanzia specificatamente attivita' di sviluppo economico legate alla ricerca''. Altra priorita' per il rilancio dell'attivita' economica dell'area del cratere e' rappresentata, secondo il presidente della Regione, ''dal consolidamento e rafforzamento del progetto del Gran Sasso Institute, sul quale la Regione Abruzzo ha creduto fin dall'inizio e che nella propria programmazione ritiene essenziale per esaltare le eccellenze scientifiche e di ricerca del territorio''.
Per Chiodi ''il Gran Sasso Institute sarebbe la naturale conseguenza della 'vocazione scientifica' del territorio, che nei Laboratori nazionali del Gran Sasso dell'Istituto nazionale di Fisica, nel Dipartimento di Matematica Pura e Applicata dell'Universita' e nel Dipartimento di Informatica si e' imposta a livello internazionale. L'ultima priorita' di rilancio – afferma Chiodi - e' rappresentata dall'Istituto zooprofilattico con una serie di progetti scientifici e di ricerca di valore internazionale: dal progetto del Centro mondiale di sicurezza alimentale, al Laboratorio di biotecnologie per la tipizzazione genetica dei patogeni e lo sviluppo dei vaccini fino alla realizzazione di una banca antigeni da utilizzare nella produzione di vaccini per le malattie emergenti in Italia''.




( red / 15.01.13 )

+T -T
Istat: tasso d'inflazione medio 2012 al 3%

(regioni.it) L'Istat rivede al ribasso le stime dell’inflazione. Su base mensile i prezzi salgono dello 0,2%. A dicembre 2012 si rileva un terzo ribasso. E' il minimo da gennaio 2011.
Su base mensile i prezzi salgono dello 0,2%. I generi acquistati con maggior frequenza, che nella media 2012 segna un rincaro del 4,3%, valore piu' alto dal 2008.
Il tasso d'inflazione medio annuo per il 2012 e' pari al 3%, in accelerazione rispetto al 2,8% del 2011.
L'Istat ha infatti diffuso i dati definitivi sui prezzi al consumo a dicembre. Si tratta del valore medio annuo più alto dal 2008.
Nella media del 2012 il rincaro del cosiddetto carrello della spesa, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (da cibo a carburanti), e' del 4,3%, un rialzo superiore a quanto segnato nel 2011 (3,5%).
Nel mese di dicembre 2012 i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori su base annua rincarano del 3,1%, un tasso di crescita che si mantiene superiore al tasso d'inflazione tendenziale (2,3%), ma che risulta in deciso rallentamento a confronto con il 3,5% di novembre.
Ai carburanti si e' aggiunta quella dei beni energetici regolamentati (energia elettrica e gas naturale) il cui tasso di crescita medio annuo, pari al 13,4%, e' piu' che raddoppiato rispetto a quello del 2011 (6,3%). Inoltre un importante effetto di sostegno all'inflazione e' arrivato dall'aumento dei prezzi dei beni alimentari. Infatti, dopo una moderata attenuazione dei rincari nel primo semestre del 2012, nella seconda parte le tensioni inflazionistiche sui prodotti freschi hanno riportato il tasso tendenziale al valore d'inizio anno (+2,6%).
L’Istat aveva anche diffuso i dati sulla produzione industriale a novembre registra un calo del 7,6% su base annua e dell'1,0% rispetto a ottobre.
Crolla il potere di acquisto delle famiglie: nei primi 9 mesi del 2012, rispetto allo stesso periodo del 2011 ha registrato una flessione del 4,1%. Nel terzo trimestre 2012 si è ridotto del 4,4% rispetto al terzo trimestre 2011. In calo anche il reddito disponibile (-1,9%) e ne paga le conseguenze la spesa delle famiglie che segna un -2,2% rispetto al 2011. In lieve aumento invece la propensione al risparmio delle famiglie: +0,8% sul trimestre precedente e +0,3 in un anno. In flessione gli investimenti delle aziende.



( red / 15.01.13 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top