Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2178 - martedì 15 gennaio 2013

Sommario
- Elezioni del 24 e 25 febbraio: le indicazioni del Ministero dell'interno
- Lavori pubblici: il "Rapporto annuale 2011" curato da Itaca
- Nasce Euroregione Adriatico Ionica
- Tar: nel Lazio si voterà per 50 consiglieri
- Chiodi: programma economico per rilancio Abruzzo
- Istat: tasso d'inflazione medio 2012 al 3%

+T -T
Istat: tasso d'inflazione medio 2012 al 3%

(regioni.it) L'Istat rivede al ribasso le stime dell’inflazione. Su base mensile i prezzi salgono dello 0,2%. A dicembre 2012 si rileva un terzo ribasso. E' il minimo da gennaio 2011.
Su base mensile i prezzi salgono dello 0,2%. I generi acquistati con maggior frequenza, che nella media 2012 segna un rincaro del 4,3%, valore piu' alto dal 2008.
Il tasso d'inflazione medio annuo per il 2012 e' pari al 3%, in accelerazione rispetto al 2,8% del 2011.
L'Istat ha infatti diffuso i dati definitivi sui prezzi al consumo a dicembre. Si tratta del valore medio annuo più alto dal 2008.
Nella media del 2012 il rincaro del cosiddetto carrello della spesa, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (da cibo a carburanti), e' del 4,3%, un rialzo superiore a quanto segnato nel 2011 (3,5%).
Nel mese di dicembre 2012 i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori su base annua rincarano del 3,1%, un tasso di crescita che si mantiene superiore al tasso d'inflazione tendenziale (2,3%), ma che risulta in deciso rallentamento a confronto con il 3,5% di novembre.
Ai carburanti si e' aggiunta quella dei beni energetici regolamentati (energia elettrica e gas naturale) il cui tasso di crescita medio annuo, pari al 13,4%, e' piu' che raddoppiato rispetto a quello del 2011 (6,3%). Inoltre un importante effetto di sostegno all'inflazione e' arrivato dall'aumento dei prezzi dei beni alimentari. Infatti, dopo una moderata attenuazione dei rincari nel primo semestre del 2012, nella seconda parte le tensioni inflazionistiche sui prodotti freschi hanno riportato il tasso tendenziale al valore d'inizio anno (+2,6%).
L’Istat aveva anche diffuso i dati sulla produzione industriale a novembre registra un calo del 7,6% su base annua e dell'1,0% rispetto a ottobre.
Crolla il potere di acquisto delle famiglie: nei primi 9 mesi del 2012, rispetto allo stesso periodo del 2011 ha registrato una flessione del 4,1%. Nel terzo trimestre 2012 si è ridotto del 4,4% rispetto al terzo trimestre 2011. In calo anche il reddito disponibile (-1,9%) e ne paga le conseguenze la spesa delle famiglie che segna un -2,2% rispetto al 2011. In lieve aumento invece la propensione al risparmio delle famiglie: +0,8% sul trimestre precedente e +0,3 in un anno. In flessione gli investimenti delle aziende.



( red / 15.01.13 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top