Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2186 - venerdì 25 gennaio 2013

Sommario
- Federalismo fiscale: Relazione finale Commissione bicamerale
- "Metodi e obiettivi per uso efficace dei fondi comunitari": posizione delle Regioni
- Istat: disabilità nella scuola, differenze territoriali
- Lavoro: Simoncini, una svolta le Linee Guida per i i tirocini
- Linee guida sui tirocini: osservazioni su Accordo Stato-Regioni
- "Esodati" regionali: Quaglia, Governo affronti la questione

+T -T
Istat: disabilità nella scuola, differenze territoriali

(regioni.it) L’Istat rileva i dati sulla disabilità nella scuola in collaborazione con il ministero dell’istruzione. Il riferimento statistico dell'Istat è per l'anno accademico 2011-2012. Sono circa 145 mila gli alunni con disabilità nelle scuole italiane mentre sono poco più di 65 mila gli insegnanti di sostegno, in media uno ogni due alunni.
Gli alunni disabili nella scuola primaria sono circa 81 mila (pari al 2,9% del totale), in quella secondaria di primo grado poco piu' di 63 mila (il 3,5% del totale). I problemi più frequenti riscontrati sono il ritardo mentale, i disturbi del linguaggio, quelli dell'apprendimento e dell'attenzione.
Si segnala inoltre che comunque una quota degli alunni, che varia tra l'8,2% della scuola primaria e il 7,2% della scuola secondaria, con cui l'insegnante di sostegno svolge prevalentemente attivita' di tipo assistenziale. Il ritardo mentale riguarda in media il 36,3% della popolazione con disabilita' nella scuola primaria e il 42,9% di quella della scuola secondaria di primo grado.
Nella scuola primaria tale problema e' seguito dai disturbi per l'attenzione, da quelli del linguaggio e dai disturbi dell'apprendimento, che riguardano rispettivamente il 27,0%, 24,7% e il 20,1% degli alunni con disabilita'. Nella scuola secondaria di primo grado, dopo i disturbi mentali, i problemi piu' frequenti sono legati ai disturbi dell'apprendimento, a quelli dell'attenzione e ai disturbi affettivi relazionali che colpiscono, rispettivamente, il 24,9%, 23,3% e 18,2% degli alunni con disabilita'.
Nel Mezzogiorno i problemi si acuiscono sia nel numero che nelle tipologie di problemi della popolazione studentesca con disabilità. Le differenze sono soprattutto collegate agli alunni con disabilità non autonomi. Al Sud la percentuale di alunni con disabilita' della scuola primaria in cui si rileva la coesistenza di almeno tre problemi raggiunge il 31,6%, quota che scende al centronord rispettivamente a 24,4% e 22,5%. Le differenze territoriali permangono anche nella scuola secondaria di primo grado: nel mezzogiorno si riscontra il 26,6% degli alunni con almeno tre problemi, mentre nelle restanti ripartizioni geografiche il dato e' del 18,6% al centro e del 17,5% al nord.

L’integrazione degli alunni con disabilità nelle scuole primarie e secondarie di primo grado statali e non statali - 25.01.2013

Noi Italia: 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo - 22.01.2013



( red / 25.01.13 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top