Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2189 - mercoledì 30 gennaio 2013

Sommario
- Beni culturali: Barca, rilanciato il programma interregionale "Attrattori"
- Bus fermi a Napoli: Caldoro, colpa anche dei tagli al TPL
- Piano aeroporti: critici Scopelliti, Marini, Rossi
- Fondi europei: la Relazione 2012 della Corte dei Conti
- Gallo nuovo Presidente della Consulta
- Biblioteca: Italian papers on federalism

+T -T
Piano aeroporti: critici Scopelliti, Marini, Rossi

(regioni.it) Sulla proposta del Governo di Atto di indirizzo per la definizione del Piano nazionale per lo sviluppo aeroportuale, che sarà inviato alla Conferenza Stato-Regioni (cfr. Regioni.it n. 2188), il Presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, si dice soddisfatto per il ruolo degli aeroporti di Reggio Calabria e Lamezia Terme all'interno del piano nazionale, ma non per la decisione relativa allo scalo di Crotone. “Alla pari degli altri aeroporti minori definiti necessari per la continuità territoriale, l'aeroporto di Crotone deve essere inserito nel piano tra quelli da salvaguardare''.
''La decisione del Governo penalizza fortemente il territorio - afferma Scopelliti - soprattutto alla luce degli sforzi profusi fino ad ora ed in considerazione che lo scalo ionico gode degli stessi benefici cui godono gli aeroporti di Lampedusa e Pantelleria, inseriti tra quelli di continuita' territoriale. La scelta del Governo su Crotone e', pertanto, discriminante per una parte del nostro territorio. Alla prossima conferenza tra Stato e Regioni manifesteremo la nostra contrarieta' non sottoscrivendo l'intesa se il piano non sara' modificato. Lo scalo di Crotone, infatti, viste le note ed ataviche limitazioni infrastrutturali, deve essere inserito tra quelli di continuita' territoriale''.
Critica anche il presidente della regione Umbria, Catiuscia Marini: ''L'atto d'indirizzo varato  dal ministro Passera, che esclude l'aeroporto San Francesco di Perugia  dagli scali di interesse nazionale, sorprende in quanto non si capiscono i criteri tecnici ne' gli elementi che hanno portato a tali scelte''. Marini aggiunge:  ''Per quanto mi riguarda  non c'e' alcuna condizione perche' questa ipotesi di piano possa essere discussa con l'attuale governo, peraltro a fine mandato. Penso invece che il confronto dovra' avvenire con il futuro governo. Motivo per il quale chiedero' alla Conferenza dei Presidenti delle Regioni di dichiarare irricevibile questa proposta, ferma restando ovviamente la mia decisione di non concedere nessuna intesa come Regione Umbria a questo documento''.
Per la presidente dell'Umbria, la scelta di Passera ''sorprende perche' il ministro e la struttura tecnica sanno molto bene che questo nostro aeroporto e' stato realizzato principalmente con una partecipazione finanziaria rilevante della Regione Umbria, che ha investito 12 milioni di euro per il suo allestimento, mentre il completamento e' stato finanziato con i fondi per i 150 anni dell'Unita' d'Italia e quindi non gravando su fondi statali''.
Per Marini è ''davvero sorprendente che il governo Monti e il ministro Passera a 25 giorni dal voto tirino fuori un piano custodito nei cassetti per 12 mesi, senza peraltro  motivare pubblicamente le ragioni tecniche che hanno portato alla ipotesi di escludere lo scalo di Perugia dalla classificazione degli aeroporti d'interesse nazionale; classificazione resa ancora piu' dubbia dall'ipotesi di scali inseriti''.
Sempre sul Piano aeroportuale, Rossi, Filippeschi e Renzi chiedono al ministro Passera di rivedere il ruolo di Peretola e del Galilei. Lo sostengono il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, il sindaco di Pisa Marco Filippeschi e quello di Firenze Matteo Renzi.
Pisa e Firenze, con i loro 6,35 milioni di passeggeri, rappresentano il quarto polo aeroportuale italiano dopo Roma, Milano e Venezia. Non appare quindi comprensibile che l'“L’Atto di indirizzo per la definizione del Piano Nazionale per lo sviluppo Aeroportuale”, licenziato oggi dal Ministero delle infrastrutture, non inserisca i due aeroporti toscani nel “core network”, ovvero tra gli scali considerati di rilevanza strategica a livello UE in quanto pertinenti a città o nodi primari, inserendoli invece nella “comprehensive network”, dove si trovano gli impianti con movimenti superiori al milione di passeggeri anno e indispensabili ad assicurare la continuità territoriale.
Si ricorda anche che nella proposta di Piano nazionale degli aeroporti, approvata dal cda dell'Enac nel febbraio 2012 e trasmessa al Ministero, pur recependo anche le categorie Ue “Core/Comprehensive” relative alle reti Ten-t, si inserivano gli aeroporti di Pisa e di Firenze tra gli aeroporti strategici nell’ambito del sistema aeroportuale italiano. La suddivisione degli aeroporti di interesse nazionale in aeroporti strategici e primari non appare invece nell’Atto di Indirizzo emanato oggi. Questo porta al mancato riconoscimento del ruolo strategico degli aeroporti toscani nell’ambito del sistema aeroportuale nazionale: un dato che è invece attestato innanzitutto dai numeri e confermato dal processo in corso di costruzione di un sistema integrato regionale.
Anzi si sottolinea proprio il processo di integrazione tra i due aeroporti, che sta muovendo i suoi primi importantissimi passi, e il fatto che si sia in presenza di due società di gestione quotate in Borsa, con sistemi di governance mista (compresenza di capitali pubblici e privati), richiede particolare attenzione. Di qui le richiesta di mantenere e confermare il carattere strategico dei due aeroporti internazionali della Toscana e quella dell'incontro con il ministro.


( red / 30.01.13 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top