Regioni.it

n. 2250 - venerdì 3 maggio 2013

Sommario

+T -T
Serracchiani: ecco la nuova Giunta del Friuli Venezia Giulia

(regioni.it) Varata la nuova Giunta del Friuli Venezia Giulia guidata dal presidente Debora Serracchiani.
Sono otto gli assessori della nuova giunta del Friuli Venezia Giulia, di cui quattro donne.
La presidente Serracchiani ha tenuto per se' le deleghe alle relazioni internazionali, infrastrutture, mobilita', trasporti e politiche della montagna.
I componenti della Giunta del Friuli Venezia Giulia sono:
-      il vicepresidente Sergio Bolzonello (attivita' produttive e agricoltura);
-      Francesco Peroni (bilancio, finanze, patrimonio, politiche comunitarie e ricerca);
-      Paolo Panontin (funzione pubblica, autonomie locali, protezione civile);
-      Maria Sandra Telesca (salute, politiche sociali e famiglia);
-      Gianni Torrenti (cultura, sport, associazionismo);
-      Loredana Panariti (lavoro formazione);
-      Sara Vito (ambiente, energia, forestazione);
-      Maria Grazia Santoro (pianificazione territoriale, lavori pubblici, università).      
Il presidente Serracchiani ha annunciato che la prima riunione di Giunta è stata stata convocata per lunedi' prossimo 6 maggio.
''E' una formazione di cui sono molto contenta - ha detto il presidente della Regione - perche' siamo riusciti a mettere al centro competenze, rappresentanza territoriale e rappresentanza di genere''.
Per quanto riguarda i rapporti internazionali, di cui ha mantenuto la delega, Serracchiani ha tenuto a sottolineare che sara' dato un notevole peso ai rapporti trasnazionali.
"Avro' al piu' presto un incontro con il neo governatore della Carinzia - ha precisato Serracchiani - prestiamo inoltre grande attenzione all'attivita' del nuovo governo sloveno con cui contiamo di instaurare al piu' presto un rapporto di collaborazione soprattutto sul fronte delle infrastrutture''.



( red / 03.05.13 )

+T -T
UE: stime economiche della Commissione Europea

Per l'Italia non ci sono segni di ripresa a breve

(regioni.it) La Commissione UE rilancia le stime economiche dell’Italia. Nelle stime UE il deficit italiano per il 2013 si ferma al 2,9%, e nel 2014 scende al 2,5%.
Nelle stime della Commissione Ue si conferma come l'Italia stia sotto la soglia fatidica del 3% e quindi sulla strada per chiudere la procedura per disavanzo eccessivo. Ma comunque per l'Italia - secondo la Commissione UE - "non ci sono segni di ripresa a breve" e il pil "continua a contrarsi", portandosi a -1,3% per il 2013 e 0,7% nel 2014.
Il debito italiano sale a 131,4% nel 2013 e a 132,2% nel 2014: la Commissione Ue rivede quindi al rialzo le stime di febbraio che lo davano al 128% per il 2013 e 127% nel 2014. Solo la Grecia ha un debito più alto (175,2% per il 2013).
La fiducia di imprese e consumatori è ancora negativa. E il pil continua a contrarsi (-1,3% per il 2013), ''sulla base di persistente incertezza e continua difficolta' di accesso al credito''.
Anche la disoccupazione continua resta sotto il segno negativo: raggiungera' quota 11,8% nel 2013 e sfondera' la soglia del 12%, arrivando al 12,2% nel 2014, contro rispettivamente l'11,6% e il 12% stimati a febbraio.
Ma è prevista una  ''stabilizzazione'' il prossimo anno. Secondo le stime della Commissione, ''la ripresa dell'attivita' economica e' troppo lenta per ridurre la disoccupazione'' che per il 2013 e il 2014 nell'eurozona resta invariata rispetto alle vecchie stime, rispettivamente al 12,2% e 12,1%.
''Senza riforme - avverte la Commissione UE - l'alta disoccupazione potrebbe mettere a rischio la coesione sociale''.

http://ec.europa.eu/economy_finance/eu/forecasts/2013_spring_forecast_en.htm

 


( red / 03.05.13 )

+T -T
Delrio: lavoro a Patto per la Repubblica

(regioni.it) Patto per la Repubblica delle Autonomie. "Lavoriamo - afferma Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Graziano Delrio - per un approccio cooperativo tra livello centrale e autonomie. Un patto per la Repubblica in cui ogni autonomia abbia il giusto rilievo".
In tal senso Del Rio ha incontrato il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Vasco Errani, e ha avviato – rende noto sempre il ministro per gli Affari regionali - anche ulteriori contatti con i presidenti delle Regioni, con il presidente dell'Upi, l'Unione delle Province d'Italia, Antonio Saitta, e con diversi sindaci, per definire una comune agenda di lavoro e le priorità da affrontare.


( red / 03.05.13 )

+T -T
Governo: Letta nomina Viceministri e Sottosegretari

(regioni.it) Il 2 maggio il Consiglio dei Ministri a guida Enrico Letta ha nominato i Viceministri e i Sottosegretari del nuovo Governo.
Sono 40 Sottosegretari. Dei nuovi Sottosegretari, dieci assumeranno le funzioni di Viceministro.
Ai Sottosegretari parlamentari, come già annunciato dal Presidente del Consiglio nel discorso alle Camere, non sarà corrisposto lo stipendio aggiuntivo. Inoltre  - spiega Palazzo Chigi - gli uffici di diretta collaborazione dei Viceministri saranno ridotti e uniformati a quelli dei Sottosegretari, con la conseguenza che non ci sarà alcun costo aggiuntivo collegato alla suddetta nomina.

Presidenza del Consiglio

  • Giovanni Legnini      (Editoria e Attuazione Programma)
  • Sesa Amici (Rapporti      con il Parlamento e coordinamento attività di Governo)
  • Sabrina De Camillis      (Rapporti con il Parlamento e coord. attività Governo)
  • Walter Ferrazza (Affari      Regionali e Autonomie)
  • Micaela Biancofiore      (Pari Opportunità, sport e politiche giovanili)
  • Gianfranco Miccichè      (Pubblica Amministrazione e Semplificazione)

Interno

  • Filippo Bubbico      (Viceministro)
  • Domenico Manzione
  • Giampiero Bocci

Affari Esteri

  • Lapo Pistelli      (Viceministro)
  • Bruno Archi      (Viceministro)
  • Marta Dassù      (Viceministro)
  • Mario Giro

Giustizia

  • Giuseppe Beretta
  • Cosimo Ferri

Difesa

  • Roberta Pinotti
  • Gioacchino Alfano

Economia e Finanze

  • Stefano Fassina      (Viceministro)
  • Luigi Casero      (Viceministro)
  • Pierpaolo Baretta
  • Alberto Giorgetti

Sviluppo Economico

  • Carlo Calenda      (Viceministro)
  • Antonio Catricalà      (Viceministro)
  • Simona Vicari
  • Claudio De Vincenti

Infrastrutture e Trasporti

  • Vincenzo De Luca      (Viceministro)
  • Erasmo D'Angelis
  • Rocco Girlanda

Politiche Agricole Forestali e Alimentari

  • Maurizio Martina
  • Giuseppe Castiglione

Ambiente, Tutela del territorio e del mare

  • Marco Flavio Cirillo

Lavoro e Politiche Sociali

  • Cecilia Guerra      (Viceministro)
  • Jole Santelli
  • Carlo Dell’Aringa

Istruzione, Università e Ricerca

  • Gabriele Toccafondi
  • Marco Rossi Doria
  • Gianluca Galletti

Beni, Attività culturali e turismo

  • Simonetta Giordani
  • Ilaria Borletti Buitoni

Salute

  • Paolo Fadda

 

 


( red / 03.05.13 )

+T -T
Errani scrive a Letta: risorse per danni maltempo in Emilia Romagna

(regioni.it) Per i danni dovuti al maltempo in Emilia Romagna Errani scrive a Letta: ''Mesi di precipitazioni hanno determinato danni per oltre 116 milioni di euro, per interventi di urgenza e messa in sicurezza: un costo altissimo, non solo in termini economici''.
Così Vasco Errani, presidente della regione Emilia Romagna, in una lettera al presidente del Consiglio dei ministri Enrico Letta.
Errani sollecita il Governo al ''celere riconoscimento dello stato di emergenza'' e dei fondi 'indispensabili'. Per gli interventi piu' urgenti, la Regione ha gia' messo a disposizione 1,8 milioni, di cui 418mila euro a favore dei Consorzi di Bonifica, dall'Assessorato all'Agricoltura.

E’ necessario lo stanziamento di risorse per “l'assistenza alla popolazione colpita e la realizzazione degli interventi per il ritorno alla normalita', nonche' il ripristino sul patrimonio edilizio privato e sulle attivita' produttive e agricole, oltre che per la definitiva messa in sicurezza''.

 



( red / 03.05.13 )

+T -T
Agenzia delle Entrate: circolare su novità fiscali 2013

(regioni.it) Circolare n. 12/E: ecco le novità fiscali del 2013 introdotte dalla Legge di Stabilità e dal decreto Cresci Italia. Dall’Agenzia delle Entrate arriva una circolare omnibus per orientarsi tra le varie novità fiscali che si applicano dal 2013: dalla maggiorazione delle detrazioni per i figli a carico al bonus in caso di disabilità, passando per la fattura semplificata.
Per quanto riguarda la famiglia dal 2013 ci saranno detrazioni piu'  alte per i familiari a carico. La legge di stabilita', infatti, ha riservato un trattamento migliore rispetto al passato a favore di dei contribuenti con figli a carico innalzando, a partire dal 1° gennaio, gli importi base previsti per le detrazioni Irpef spettanti per ciascun figlio.
In particolare, aumenta di 150 euro la detrazione base per i figli di età pari o superiore ai tre anni, passando da 800 a 950 euro, mentre sale di 320 euro quella per i figli più piccoli, cioè di età inferire ai tre anni. In questo caso la detrazione cresce da 900 a 1.220 euro ciascuno.
Il bonus raddoppia in caso di disabilità: se il figlio è una persona con disabilità, lo sconto aggiuntivo da sommare alle detrazioni base che spettano per ciascun figlio a carico sale a 400 euro, quasi il doppio rispetto ai 220 euro garantiti dalla precedente normativa fiscale. In questo caso, quindi, l’importo complessivo da portare in detrazione è di 1.350 euro per i figli di età pari o superiore ai tre anni e di 1.620 per quelli più piccoli.
Arriva la fattura semplificata: per le fatture di ammontare complessivo non superiore a 100 euro e, a prescindere dall’importo, per la cosiddetta nota di variazione dell’imponibile o dell’imposta. Il documento di prassi illustra la novità introdotta nel decreto Iva dalla legge di stabilità, che consente di identificare il cessionario/committente stabilito in Italia con il solo numero di partita Iva o con il codice fiscale, oltre che di indicare l’operazione in modo sintetico, senza esporre distintamente imponibile e imposta.

 

Arriva la Circolare Omnibus. Focus delle Entrate sulle novità fiscali per il 2013 - pdf



( red / 03.05.13 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.062s