Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2261 - lunedì 20 maggio 2013

Sommario
- Emilia-Romagna: ad un anno dal terremoto il punto sulla ricostruzione
- Mobilità sanitaria: accordo interregionale per compensazione
- UE: Comitato delle Regioni, decidere insieme sulla crescita
- Spettacolo: documento sui contributi per le attività dal vivo
- 5° Rapporto sulla condizione dei malati oncologici
- Save the Children: futuro bambini, Italia agli ultimi posti in Europa

+T -T
Emilia-Romagna: ad un anno dal terremoto il punto sulla ricostruzione

(regioni.it) E’ passato un anno dal terremoto in Emilia Romagna. E sono molte le iniziative previste per ricordare la tragedia e la ricostruzione. In quel 29 maggio del 2012 ci fu la scossa più disastrosa.
Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha sottolineato come il Paese si ritrovi unito nel dolore e nel ricordo. E il presidente del Consiglio dei ministri Enrico Letta sarà in Emilia la settimana prossima: “per commemorare e accelerare sulla ricostruzione”.
Il presidente Vasco Errani ha tracciato un bilancio della ricostruzione: "Molto resta da fare ma abbiamo scritto una pagina per molti versi inedita, grazie a un grande lavoro di comunità".
“Tutte le cifre, i programmi e le immagini di questi dodici mesi in un video e un aggiornato dossier scaricabile da uno speciale sito web regionale.
“Un anno in cui c’è stata una reazione straordinaria – ha sottolineato Vasco Errani, presidente della Regione Emilia-Romagna e Commissario delegato alla Ricostruzione - frutto di una cultura profonda, di un grande lavoro di comunità. Un anno in cui è stato creato un impianto solido e flessibile, definita su una pagina bianca una gestione delle emergenze per molti versi inedita. Un anno in cui molto è stato fatto senza nascondere i problemi ma sempre tenendo ferma una priorità: le richieste dei cittadini e delle imprese terremotate sono dei diritti e come tali vanno rispettati. Ora si va avanti continuando non a porsi delle scadenze ma degli obiettivi di qualità, per uscire dal dramma del sisma più efficienti e rinnovati di prima”.
E’ stato quindi prodotto un dossier riepilogativo di questi primi dodici mesi dalle scosse, documento consultabile e scaricabile dallo speciale sito web www.regione.emilia-romagna.it/a-un-anno-dal-terremoto. Tra qualche giorno sarà resa disponibile un’applicazione per visualizzare lo speciale sui tablet. Sullo stesso sito è visibile il documentario “L’Emilia adesso: 365 giorni dopo il sisma” e un calendario dei numerosi appuntamenti di questo mese nelle aree colpite.
Particolarmente approfondito il capitolo dedicato dal presidente Errani alle risorse, con una stima complessiva dei fondi a disposizione che “arriverà sopra i 10 miliardi, cui si debbono aggiungere i 6 miliardi resi disponibili dalla Cassa depositi e prestiti senza interessi alla restituzione. Risorse che per case e imprese dovrebbero coprire il fabbisogno”. E comunque, Errani ha voluto specificare che “in ogni caso se le risorse non dovessero essere sufficienti cercheremo una copertura. Inoltre, secondo i nostri calcoli potrebbe mancare 1 miliardo per il completo finanziamento delle opere pubbliche, cifra che potrebbe essere necessaria nei prossimi anni e che ci proponiamo di mettere a punto nei primi mesi del 2014”. E se si arrivasse a questo obiettivo, ha aggiunto, “sarebbe la prima volta che in un sistema di finanziamento del genere il cerchio trova una piena quadratura”.
Ma Errani ha voluto puntualizzare anche che “dobbiamo ancora concludere una verifica sull’incidenza reale delle assicurazioni nel computo dei danni, perché vogliamo che ogni nostra richiesta sia trasparente e seria, commisurata alla reale necessità”.
 “Il sisma – ha dichiarato Errani – ci ha in qualche modo costretti a fare nuovi poli scolastici e nuove integrazioni tra i diversi livelli, anticipando così ciò che sarebbe dovuto in ogni caso accadere a livello nazionale e regionale”.
“Così come – ha detto ancora il presidente – avremo alla fine centri storici più vivibili e un sistema delle imprese innovato, frutto anche di una ricostruzione fondata su alcune regole fondamentali: la certezza della verifica di un diritto al risarcimento, il contrasto alla criminalità organizzata con il tema delle white list. Per la prima volta si sta sperimentando insieme alle Prefetture un sistema di contrasto alle infiltrazioni criminali che richiede un lavoro finora mai realizzato. Tutto ciò purtroppo richiede dei tempi, ma credo siano ben spesi”.
“E tutto questo – dice Errani - lo abbiamo fatto anche grazie al volontariato, al dipartimento della Protezione civile guidata dal prefetto Gabrielli, alla collaborazione con i vigili del fuoco, le forze dell’ordine, agli artisti che hanno donato il proprio apporto, ai tanti cittadini che con piccole e grandi donazioni hanno espresso solidarietà cui noi rispondiamo con la trasparenza e l’efficienza, mettendo tutto in rete, non come accaduto in altre situazioni”.
Anche Papa Francesco, nella recita del Regina Coeli, dopo la messa di Pentecoste celebrata in Piazza San Pietro per i membri dei movimenti ecclesiali ha voluto ricordare: “nella preghiera - le parole del Papa – le popolazioni dell'Emilia Romagna che il 20 maggio dell'anno scorso furono colpite dal terremoto''.
Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ad un anno dal terremoto che ha colpito i territori dell'Emilia-Romagna, interessando anche la Lombardia e il Veneto, ha sottolineato infine quanti hanno subito gravi lutti e ingenti danni personali e materiali. Tragedie come questa infliggono una ferita al Paese intero che si deve ritrovare unito nel dolore e nel ricordo. In questa ricorrenza desidero rinnovare il mio vivo apprezzamento per l'esempio di forza e di coesione offerto dalle popolazioni nel reagire alla sciagura ed il mio ringraziamento ai tanti cittadini che spontaneamente accorsero in aiuto prestando il loro sostegno nei momenti più difficili con generosità e alto senso civico. Nella certezza che lo stesso spirito continuerà ad animare il processo di ricostruzione esprimo alle comunità colpite la vicinanza mia e di tutti gli italiani".

[Emilia - Romagna] Sisma, così rinasce il centro storico di Cento. Tre mesi di iniziative e spettacoli. Il 7 e 8 giugno "Notturno di Carnevale"

[Emilia - Romagna] Sisma, lo sport per la ricostruzione. Martedì 21 in Regione presentazione del "Meeting della rinascita" con Mezzetti, Suprani, Fizzoni e Broglia

[Emilia - Romagna] Inv./ Caregiver Day regionale, conferenza stampa martedì 21 maggio alle 12 con l'assessore Marzocchi 

[Emilia - Romagna] Muzzarelli ai sindacati: "Quella di ieri era una conferenza stampa e non un incontro. Abbiamo sempre lavorato insieme e continueremo a farlo".

[Emilia - Romagna] Terremoto - Accordo tra la Regione Emilia-Romagna, le associazioni imprenditoriali e sindacali del settore delle costruzioni emiliano-romagnole, Inail, Inps, Anci e Upi per realizzare servizi di cooperazione applicativa sul Durc a supporto dei comuni colpiti dagli eventi sismici del maggio 2012

[Emilia - Romagna] Terremoto - A un anno dalle prime scosse il presidente Vasco Errani traccia un bilancio della ricostruzione



( red / 20.05.13 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top