Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2262 - martedì 21 maggio 2013

Sommario
- Trasporti: confronto fra il Ministro Lupi e le Regioni
- 26° edizione record del Salone Internazionale del Libro di Torino
- Organismi regionali di pari opportunità: le richieste alla Ministra Idem
- Gli obiettivi per il futuro della cooperazione
- Spacca: Marche, documento programmatico di fine legislatura
- Coldiretti: più iscritti agli istituti professionali agricoli e di agraria

On line sul sito della Direzione del Ministero degli Affari esteri

+T -T
Gli obiettivi per il futuro della cooperazione

(regioni.it) La Direzione generale della Cooperazione del Ministero degli Affari Esteri e il Ministero dell’Economia e delle finanze hanno istituito un Tavolo interistituzionale per definire un’agenda prioritaria e impegni per il futuro della cooperazione multilaterale e bilaterale, in prossimità dell’imminente scadenza per il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo del Millennio, il 2015.  Sul Portale della Cooperazione, il processo, gli attori, i temi, gli eventi e le idee per l’agenda del futuro.
Agenda post 2015 I temi Tavolo interistituzionale
Gli attori Gli eventi Le idee
Numerosi sono gli ambiti istituzionali e i soggetti che sono parte attiva e propositiva di idee e approcci nell'ambito dell'agenda sul post-2015. Anzitutto, in ambito Nazioni Unite, in cui, più che altrove, trovano spazio le voci provenienti dai Paesi in via di sviluppo. Per l'Italia, rivestono grande importanza anche l'ambito europeo, l'Ocse e la famiglia delle Istituzioni finanziarie internazionali. Protagonisti del dibattito, oltre che del futuro della cooperazione allo sviluppo, sono ovviamente anche i diversi portatori di interesse presenti nel mondo degli aiuti internazionali, a cominciare dalle Organizzazioni della società civile e le Ong (cfr. Documento Concord), il mondo accademico e della ricerca, il settore privato.
Il mondo – si legge sul portale della cooperazione italiana allo sviluppo - si trasforma rapidamente nella fase attuale della globalizzazione, e la cooperazione allo sviluppo è parte di questa trasformazione.  Molte cose sono cambiate dal 2000, anno di lancio degli Obiettivi di sviluppo del millennio (Millennium Development Goals). Il dibattito internazionale è in pieno svolgimento. Si tratta di definire un'agenda prioritaria e, conseguentemente, impegni per il futuro della cooperazione allo sviluppo multilaterale e bilaterale, in prossimità del 2015. Sul sito sono disponibili informazioni per orientarsi sull'agenda in discussione e per contribuire a far emergere una prospettiva e orientamenti che qualifichino il contributo italiano. Le persone e le organizzazioni interessate a contribuire ad arricchire le sezioni suggerendo materiali, inviando segnalazioni e idee, possono inviare le proprie segnalazioni alla redazione Post-2015: post2015@esteri.it


( red / 21.05.13 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top