Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2401 - martedì 10 dicembre 2013

Sommario
- Delrio: audizione in Commissione speciale per il Federalismo fiscale
- Il parere sul Decreto relativo a misure finanziarie per Regioni ed Enti locali
- La vittoria di Renzi alle primarie del PD: i commenti di Serracchiani, Cota ed Errani
- Fiere: proposta di Intesa Stato-Regioni per disciplina unitaria
- Istat: produzione industriale, Pil, popolazione
- Comitato per le privatizzazioni: Presidente Vincenzo La Via

+T -T
La vittoria di Renzi alle primarie del PD: i commenti di Serracchiani, Cota ed Errani

(regioni.it) “Sarò nella squadra di Renzi e con tutto il Pd per aiutare il Paese a risorgere". Lo afferma la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, dopo che Matteo Renzi ha comunicato il suo ingresso nella nuova segreteria, dove avrà la responsabilità delle infrastrutture.
“Da tempo mi sono impegnata per il ricambio all'interno del Pd e perciò valuto molto positivamente l'esito di queste primarie- prosegue - perché da esse scaturisce un risultato che va al di là dell'importante affermazione di Renzi: domenica infatti è avvenuto il ricambio generazionale ai vertici del partito. Ringrazio Matteo per la fiducia ma soprattutto per l'occasione di lavorare in un ambito in cui posso dare un contributo concreto. Adesso tocca davvero a noi e dovremo dare prova di essere capaci”.
Quanto alle priorità del Governo Letta non saranno trattate dentro segrete stanze tra notabili del partito, ma in modo assolutamente trasparente. Ne è convinta la Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia: “le priorità del Governo dovranno essere quelle indicate da Matteo Renzi in tre macro-temi: le riforme istituzionali che contengono il taglio dei costi della politica, la riforma del sistema del lavoro e un'Europa che deve cambiare anche in relazione a delle scelte che dovranno essere fatte nel prossimo semestre europeo'' ha spiegato poi la Serracchiani a Tgcom 24.
Secondo il Presidente del Piemonte Roberto Cota (che ha risposto a una domanda sul Governo, fatta dai giornalisti oggi a margine dei lavori del Consiglio regionale del Piemonte): “la situazione per Letta si complica ulteriormente perché ora ha Renzi che spinge moltissimo all'interno del suo partito”.
“Credo che siano delle priorità che, contrariamente al passato, non verranno trattate dentro le segrete stanze tra i notabili del partito ma - ha specificato - saranno oggetto di una trattativa assolutamente trasparente, chiara e basata per la prima volta basata su temi molto chiari. Del resto il Governo Letta, che l’11 ha un dibattito molto importante sulla fiducia in Parlamento, è un governo che si è costituito comunque senza una base programmatica e il rafforzamento del Pd renderà possibile adesso la scelta programmatica anche in questa nuova maggioranza”.
Sul proprio profilo facebook anche il presidente dell’Emilia-Romagna commenta la netta affermazione di Renzi alle primarie del PD. "A me, che ho sostenuto Gianni Cuperlo, è chiaro che il forte consenso ottenuto da Matteo Renzi dice che Renzi ha saputo interpretare l'urgenza di una spinta al cambiamento che riguarda tutti. Da qui – prosegue Errani -bisogna dunque ripartire per rilanciare il Partito Democratico costruendo un progetto riformista aperto, plurale e inclusivo, per dare così una nuova prospettiva al Paese”.
A questo rilancio “penso che dall'Emilia-Romagna – scrive Errani - potrà venire un contributo utile e di qualità. Abbiamo dimostrato, prima di tutto, una cosa importante: il grande bisogno di partecipazione dei cittadini alla politica attiva. I numeri ci dicono che cio' e' vero in tutto il Paese.
Ed e' vero in particolare per l'Emilia-Romagna che segna percentuali molto alte di partecipazione al voto. In secondo luogo queste primarie ribadiscono che il Pd è un solido punto di riferimento per milioni di italiani che vogliono confrontarsi e scegliere i propri dirigenti in piena libertà e vogliono cambiare in meglio questo Paese. Un Pd che dunque è - per tutti, indipendentemente dalla partecipazione al voto di ieri - una garanzia – conclude Errani - per la democrazia e per una politica al servizio delle persone”.


( red / 10.12.13 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top