Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2416 - mercoledì 15 gennaio 2014

Sommario
- Taglio tribunali: Consulta boccia referendum
- Errani convoca la Conferenza delle Regioni per il 16 gennaio
- Serracchiani: investimenti Tpl da escludere dal patto di stabilità
- Senato delle Regioni: la proposta del Nuovo Centro Destra
- Renzi: trasformazione Senato in Camera Autonomie
- Parchi ed aree protette: posizione Regioni su proposte di legge in materia

+T -T
Taglio tribunali: Consulta boccia referendum

(Regioni.it 2416 - 15/01/2014) Sul taglio dei Tribunali la Corte Costituzionale ha bocciato il referendum abrogativo.
La Consulta ha dichiarato infatti inammissibile la richiesta, presentata da alcuni consigli regionali, di referendum abrogativo della riforma della geografia giudiziaria.
A chiedere il referendum sulla riforma, che prevede il taglio di circa mille tra tribunali minori, sezioni distaccate di Corte d'appello e uffici del giudice di pace, erano state nove Regioni: Abruzzo, Piemonte, Marche, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Campania, Liguria, Basilicata e Calabria.
Le Regioni avevano chiesto che gli elettori si esprimessero sull'abrogazione sia della delega data al governo per la riforma (e contenuta nell'articolo 1 del decreto legge 13 del 2011 contenente misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e lo sviluppo) sia sui successivi decreti legislativi (del settembre 2012) con i quali si era dato corpo alla nuova organizzazione di tribunali, procure e uffici del giudice di ...

+T -T
Errani convoca la Conferenza delle Regioni per il 16 gennaio

Nel pomeriggio la Stato-Regioni

(Regioni.it 2416 - 15/01/2014) Il Presidente Vasco Errani ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per giovedì 16 gennaio 2014 (ore 10.00 in Via Parigi, 11 a Roma).
All’Ordine del giorno i punti che saranno trattati nella Conferenza Stato-Regioni che il Ministro Delrio ha convocato per le ore 15.00 dello stesso giorno.
La Conferenza delle Regioni affronterà però anche altri temi, fra cui:
- semplificazione legislativa ed amministrativa in relazione all’indagine conoscitiva della Commissione parlamentare per la semplificazione;
- Informativa sulla collaborazione con Sose in merito alla ricognizione dei costi standard nelle materie assistenza, istruzione e trasporto pubblico locale;
- “Spending-review (attuazione art. 49 bis del DL 69/2013) Gruppo di lavoro “Revisione della spesa delle Regioni. Tema verticale”;
- Valutazioni sul Piano di attuazione italiano della “Garanzia per i giovani” (di cui alla Raccomandazione del ...

+T -T
Serracchiani: investimenti Tpl da escludere dal patto di stabilità

(Regioni.it 2416 - 15/01/2014) Gli investimenti relativi al trasporto pubblico locale è bene che stiano al di fuori del Patto di stabilità. Lo sostiene il Presidente della regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani: "Le Regioni a Statuto speciale hanno chiesto di escludere dal patto di stabilità anche le risorse per gli investimenti destinate al Tpl, oltre a quelle per il funzionamento". Lo ha comunicato la presidente del Friuli Venezia.
Serracchiani ha partecipato a un incontro al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il sottosegretario Erasmo D'Angelis, i rappresentanti della commissione Trasporti della Conferenza delle Regioni e i rappresentanti nazionali delle aziende di trasporto.
La richiesta  e' stata avanzata nel corso dell'istruttoria compiuta dalla Cabina di regia coordinata dal sottosegretario D'Angelis, in vista della stesura di un disegno di legge o di un decreto legislativo sul servizio pubblico locale e sui servizi ferroviari ...

+T -T
Senato delle Regioni: la proposta del Nuovo Centro Destra

Ugo Rossi: processo di riforma tenga conto delle autonomie

(Regioni.it 2416 - 15/01/2014) Si riapre il dibattito politico sulle riforme istituzionali e in particolare sulla proposta istituzionale di un nuovo Senato. In tal senso il Nuovo Centro Destra ha annunciato che presenterà un disegno di legge per la creazione del Senato delle Regioni: "sarebbe una Camera di compensazione in relazione al Titolo V della Costituzione, avrebbe funzioni di garanzia e controllo e sarebbe composta da 210 parlamentari, eletti contestualmente al voto regionale”.
Il Senato si trasformerebbe così nella Camera di compensazione che manca al titolo V della Costituzione e diventa Camera di Garanzia e controllo.
Il Nuovo Centro Destra si appresta a depositare a Palazzo Madama un ddl di riforma del bicameralismo, che prevede la diminuzione anche del numero dei deputati, dagli attuali 630 a 420.
I parlamentari del Senato riceverebbero le proprie indennità dalle Regioni che ne stabilirebbero l'importo. Per ogni Senatore eletto da una Regione dovrebbe 'scomparire' un consigliere regionale in modo da non aumentare i costi di gestione della macchina pubblica.
I senatori potrebbero partecipare anche ai consigli regionali del proprio territorio ma senza avere diritto di voto. "Questa riforma garantirebbe una maggiore funzionalita' di palazzo Madama ma una riduzione dei costi per lo Stato". Alle riunioni del Senato potrebbero partecipare anche i presidenti delle Regioni ed i sindaci di alcune città".
Il ministro delle Riforme, Gaetano ...

+T -T
Renzi: trasformazione Senato in Camera Autonomie

Eliminare la materie concorrenti: quello che fa lo Stato lo fa lo Stato, quello che fanno le Regioni lo fanno le Regioni

(Regioni.it 2416 - 15/01/2014) Trasformare il Senato in Camera delle autonomie. Lo ha sostenuto il segretario del Pd, Matteo Renzi, affrontando il tema delle riforme istituzionali: “Il nostro progetto è la trasformazione del Senato in Camera delle autonomie, su cui andare a chiedere il consenso anche alle altre forze politiche. Nel pacchetto che noi proponiamo c'è la revisione del titolo V della Costituzione".
Quindi "proponiamo agli altri un patto che tenga insieme legge elettorale, revisione del Senato e Titolo V”.
In merito alla proposta del Nuovo Centro Destra in merito alla riforma del Senato, proponendo di eleggere 210 senatori al posto dei 315, Renzi  ribatte che "se non si vogliono più fare le riforme costituzionali ce lo dicano”. Renzi spiega: “E' una proposta che non condividiamo: per noi al Senato va tolta ogni tipo di funzione elettiva”.
La proposta è quindi di un pacchetto “riforme” con legge elettorale, ...

+T -T
Parchi ed aree protette: posizione Regioni su proposte di legge in materia

(Regioni.it 2416 - 15/01/2014) La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome,  nella riunione del 19 dicembre 2013, ha approvato un documento di osservazioni sulle proposte di legge in materia di parchi e aree protette all’esame della Commissione territorio, ambiente, beni ambientali del Senato.
Il testo è stato pubblicato sul sito www.regioni.it nella sezione “Conferenze”. Si riporta di seguito il documento integrale.
PREMESSA
In generale i tre disegni di legge lasciano sostanzialmente immutato l’impianto complessivo ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top