Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2425 - martedì 28 gennaio 2014

Sommario
- Coletto: impegno Lorenzin, risparmi sanità resteranno nel settore
- Electrolux: il 29 vertice Ministero-Regioni, poi confronto con parti sociali
- Piano casa Veneto: incontro al ministero degli Affari regionali
- Sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche: ok a Decreto
- Consiglio dei Ministri del 24 gennaio esamina alcune leggi regionali
- Bankitalia: bilanci famiglie nel 2012

+T -T
Bankitalia: bilanci famiglie nel 2012

(Regioni.it 2425 - 28/01/2014) La metà delle famiglie italiane vive con 2mila euro al mese e il reddito è sceso negli ultimi due anni di -7,3%. I dati provengono dalla Banca d’Italia e sono relativi all’indagine  I bilanci delle famiglie italiane nell'anno 2012.
Tra il 2010 e il 2012, secondo i dati biennali di Bankitalia, il reddito familiare medio in termini nominali è diminuito del 7,3%, mentre la ricchezza media è scesa del 6,9%.
In particolare, metà delle famiglie vive con meno di 2.000 euro al mese mentre la ricchezza è sempre piu' concentrata: il 46% si trova nelle disponibilità di appena il 10% delle famiglie. E la povertà pseudoassoluta e' salita dal 14% del 2010 al 16% nel 2012.
La ricchezza familiare netta, data dalla somma delle attività reali (immobili, aziende e oggetti di valore) e delle attività finanziarie (depositi, titoli di Stato, azioni, ecc.) al netto delle passività finanziarie (mutui e altri debiti), presenta un valore mediano (cioè quello detenuto dalla famiglia che occupa la posizione centrale nella distribuzione della ricchezza) pari a 143.300 euro.
Quindi il 10 per cento delle famiglie più ricche possiede il 46,6 per cento della ricchezza netta familiare totale (45,7 per cento nel 2010). La quota di famiglie con ricchezza negativa è aumentata al 4,1 per cento, dal 2,8 del 2010. La concentrazione della ricchezza, misurata in base all’indice di Gini, è pari al 64 per cento, in aumento rispetto al passato (era il 62,3 per cento nel 2010 e il 60,7 nel 2008).
Intanto a gennaio migliora la fiducia dei consumatori, rileva l’Istat, con l'indice che si porta a 98,0 da 96,4 di dicembre. L'aumento è dovuto al miglioramento registrato per la cosiddetta componente personale, riferita alla famiglia. Peggiora, invece,  il quadro economico, con un deterioramento significativo delle aspettative.



( red / 28.01.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top