Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2432 - giovedì 6 febbraio 2014

Sommario
- Renzi propone la riforma del Senato
- Studio Censis sulla riforma delle Città metropolitane
- Elezioni regionali in Sardegna: i candidati alla Presidenza
- Aifa presenta Rapporto su consumo farmaci
- Biblioteca: la mobilità urbana, studio di Cassa Depositi e Prestiti
- Gazzetta Ufficiale: la rassegna di gennaio

+T -T
Aifa presenta Rapporto su consumo farmaci

Diminuisce spesa regionale

(Regioni.it 2432 - 06/02/2014) L’aifa ha presentato il Rapporto sul consumo dei farmaci nei primi nove mesi del 2013, rilevando a livello regionale una forte flessione della spesa pro capite rispetto al 2012.
Il fenomeno lo si riscontra in tutte le Regioni italiane, con le maggiori riduzioni in Sardegna (-7,8%), in Emilia Romagna (-5,5%) e nella Provincia Autonoma di Trento (-5,2%).
La spesa farmaceutica pro capite e' stata interessata, nei primi nove mesi del 2013, da una forte flessione su tutto il territorio nazionale.
Le differenze regionali persistono anche sul fronte della spesa convenzionata: in questo caso, infatti, rispetto a una media nazionale di spesa di 141,2 euro pro capite, si registrano valori massimi di 178,9 euro pro capite in Sicilia, 170,7 euro in Campania, 163,7 euro in Puglia, e valori minimi nelle province autonome di Bolzano (95,7 euro) e Trento (109,1 euro) e in Emilia Romagna (109,6).
L'Aifa in questo Rapporto OsMed sul consumo dei farmaci in Italia nei primi nove mesi evidenzia che i consumi in regime di assistenza convenzionata, emerge anche nel 2013 la presenza di differenze Nord-Sud, con le regioni del Mezzogiorno che hanno presentato livelli di consumi superiori alla media nazionale. Quelli in assoluto piu' elevati sono stati registrati in Sicilia con 1.129,6 dosi giornaliere ogni 1.000 abitanti. Al contrario, i consumi piu' bassi sono stati rilevati nella provincia autonoma di Bolzano (747,2 dosi giornaliere ogni 1.000 abitanti). Anche per i farmaci di classe C con ricetta, e' stata osservata una marcata variabilita' regionale nella spesa pro capite, con i valori piu' alti in Liguria (44,9 euro), Lazio (41,1 euro) e Toscana (40,3 euro) e i piu' bassi Molise (26,1 euro), Basilicata (27,9 euro) e nella P.A. di Bolzano (29,9 euro). In quasi tutte le Regioni italiane e' stata inoltre riscontrata una contrazione della spesa, con le maggiori riduzioni in Sardegna (-3,7%), Campania (-2,9%) e Lombardia (-2,8%).
Persistono infine delle differenze anche nella spesa per i farmaci per automedicazione (SOP, OTC) con la P.A. Bolzano (38,2 euro pro capite) e la Valle d'Aosta (37,2 euro pro capite) che hanno presentato valori quasi doppi rispetto a quelli della Basilicata e del Molise (20,2 euro pro capite): Per questa categoria di farmaci, inoltre, quasi tutte le Regioni, ad eccezione della Valle D'Aosta, hanno fatto registrare un aumento nella spesa, con le variazioni piu' alte in Sicilia (+13,0%) e Molise (+12,6%).
Si trovano al Sud e nel Centro Italia le regioni con il costo medio per giornata di terapia (ottenuto dal rapporto tra la spesa complessiva e il numero totale di dosi consumate) piu' elevato rispetto alla media nazionale: Campania (+14,4% dalla media nazionale), Sicilia (+12,5%) e Abruzzo (+8,6%), mentre i valori piu' bassi sono stati raggiunti in Emilia Romagna (-17,7%), Toscana (-16,9%) ed Umbria (-15,2%). Queste ultime tre Regioni sono state anche quelle con il maggior consumo di medicinali a brevetto scaduto con quote rispettivamente del 68% in Umbria, del 67% in Emilia Romagna e del 66,6% in Toscana. I consumi piu' bassi, per questa classe di farmaci, sono stati, invece, registrati in Sardegna (61,5%), Basilicata (61,6%) e Molise (62,3%).
Il consumo di farmaci a brevetto scaduto e' in generale e costante aumento, con gli incrementi maggiori registrati in Puglia (+10,9%), Basilicata (+9,7%) e Calabria (+9,1%). Anche la crescita del volume dei consumi a livello nazionale, pari al 2%, si legge infine nel Rapporto Aifa, ha presentato una certa variabilita' regionale con punte massime in in Puglia (+3,6%), nella P.A. di Trento e in Umbria (+2,7%). Valle d'Aosta (-4,5%) e Liguria (-0,2%) sono le uniche Regioni in cui i consumi sono in calo.



( red / 06.02.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top