Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2436 - mercoledì 12 febbraio 2014

Sommario
- Il Piemonte torna al voto: sentenza del Consiglio di Stato
- Svimez: tributi e spesa sanitaria regionale
- Formez: ricerca sulle prospettive del turismo
- Turismo: Caligiuri, Regioni motore della collaborazione pubblico-privato
- Corruzione: Rapporto UE riconosce impegno italiano per il contrasto
- Il 13 Conferenza permanente per il coordinamento della finanza pubblica

+T -T
Svimez: tributi e spesa sanitaria regionale

Rapporto sulle entrate tributarie della Regione Calabria

(Regioni.it 2436 - 12/02/2014) Nei dati contenuti nel "Rapporto sulle  entrate tributarie della Regione Calabria", pubblicato nei Quaderni Svimez, si evidenziano anche delle rilevazioni nazionali e regione per regione sul carico dei tributi e sulla spesa sanitaria.
Lo studio dello Svimez rileva una forbice ampia nella spesa sanitaria regionale pro capite, tra i 1.967 euro nel Lazio e i 1.532 euro in Calabria.
Tra 2008 e 2010 ogni italiano ha versato in media alla propria Regione 914 euro all'anno, di cui 642 di Irap e 143 di Irpef.
Sono segnalate in particolare le differenze regionali, sia in valori assoluti (1.287 euro nel Lazio, 500 in Calabria), che nelle aliquote (la base, diffusa al Nord, e' 3,9% ma Calabria, Molise, Campania e Lazio sono al 4,97%).
Sul totale dei tributi propri (ovvero di tributi strettamente regionali), e' dunque l'Irap a farla da padrone, pesando in media per quasi il 66% nel Sud contro il 69% del Centro-Nord; l'Irpef per il 16,8% contro il 15,8%.
Tra le regioni, l'imposta regionale sulle attivita' produttive pesa per il 75% nel Lazio, il 73% in Lombardia, il 70% in Veneto, il 69% nelle Marche e in Puglia, il 68% in Basilicata, il 66% in Campania, quasi il 62% in Calabria.
L'Irpef pesa invece per il 20,8% in Calabria, 20,5% in Piemonte, il 18% in Campania, ma il 13% in Puglia e Basilicata.
In valori assoluti, negli anni 2008-2010, in media, ogni cittadino italiano ha dunque versato 914 euro totali di tributi propri, di cui 642 euro di Irap e 143 di Irpef. Con forti differenze regionali: al Sud si oscilla tra i 706 euro abruzzesi (di cui 460 di Irap e 124 di Irpef) e i 500 calabresi (310 di Irap e 104 di Irpef). Contribuenti piu' vessati nel Lazio (1.287 euro, di cui 969 di Irap e 187 di Irpef), Lombardia (1.189 euro, di cui 871 di Irap e 177 di Irpef), ed Emilia Romagna (1.035euro, di cui 705 di Irap e 187 di Irpef).
Come abbiamo visto la spesa sanitaria regionale pro capite si attesta su valori compresi tra i 1.967 euro del Lazio e i 1.532 euro della Calabria. Tra le regioni meridionali il Molise destina piu' risorse, 1.809 euro e 4 centesimi, circa 2 euro in meno dell'Emilia Romagna, seguite dalla Campania (1.767,2 euro), da Basilicata e Abruzzo (1.677 euro), dalla Puglia (1.575 euro).
Nel Centro Nord dopo il Lazio e' la Liguria a destinare piu' risorse, (1.932), seguita da Emilia Romagna (1.810 euro) e Piemonte (1.787 euro).
In alcune regioni del Sud, come la Calabria, l'insieme delle entrate disponibili non assicura, si legge nel Rapporto dedicato proprio alla Regione Calabria, il finanziamento integrale del servizio, come stabilisce la Costituzione.


( red / 12.02.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top