Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2438 - venerdì 14 febbraio 2014

Sommario
- Bankitalia: primi segnali positivi dalla nostra economia
- Corte dei Conti: apertura anno giudiziario 2014
- Istat: viaggi e vacanze in Italia e all'estero
- Turismo: Bit, Regioni per una politica nazionale sul turismo
- Costi della politica: Consulta, "no" a ricorsi Friuli e Sardegna
- Piano garanzia giovani: Nappi illustra il modello campano

+T -T
Corte dei Conti: apertura anno giudiziario 2014

Interventi Squitieri e Nottola

(Regioni.it 2438 - 14/02/2014) Nell’apertura dell’anno giudiziario della Corte dei Conti il presidente Raffaele Squitieri ha evidenziato che bisogna scongiurare nuove correzioni del disavanzo: "Va scongiurata l'eventualità di nuovi interventi di correzione del disavanzo riproduttivi di un circolo vizioso che rallenta la ripresa".
La spesa andra' "comunque attentamente monitorata".
"il Paese dovra' dimostrare capacita' nuove: saper riformare le proprie istituzioni e le regole, orientare il contributo di tutti al risanamento complessivo". Per Squitieri anche l'Ue guardi oltre i vincoli di bilancio con "progetti di rilevante interesse strategico comune".
Nel contempo la Corte dei Conti resta "forte e sensibile all'allarme sulla corruzione", che incide "direttamente sulla finanza pubblica", sottolinea il presidente,
Raffaele Squitieri, all'inaugurazione dell'anno giudiziario 2014 aggiunge: "Quanto ai dati non esistono criteri univoci sulla base dei quali elaborare credibili stime quantitative; a maggior ragione risulta arduo esprimersi con riguardo alle dinamiche del fenomeno".
E' "l'inversione di tendenza nell'andamento della spesa rispetto al severo contenimento operato negli ultimi anni", passando per politiche impostate strettamente al rigore a dare spazio a misure per lo sviluppo, che per la Corte dei Conti non deve portare ad allentare il monitoraggio della spesa "tanto piu' - rileva Squitieri - ove il crescente ricorso a misure di spesa trovi copertura nell'anticipazione di entrate future, come avviene con la Legge di Stabilita' 2014, con consistenti rischi di trasferire gli attuali squilibri sugli esercizi a venire".
Nel 2013 "l'impostazione della politica di bilancio e' cambiata". "Il grado rigoroso di restrizione della spesa imposto dalla crisi finanziaria, che si e' rivelato macro-economicamente insostenibile e' stato via via attenuato con l'obiettivo di fronteggiare il ristagno economico e le emergenze sociali". Sono stati quindi "assunti provvedimenti importanti, quali il pagamento dei debiti delle amministrazioni pubbliche e l'alimentazione dei fondi destinati ad alleviare la restrizione nell'accesso al credito, elementi questi di una politica mirata ad assecondare la ripresa della crescita, senza compromettere gli obiettivi posti in termini di saldi di bilancio"
Squitieri quindi avverte: "La conseguente inversione di tendenza nell'andamento della spesa rispetto al severo contenimento operato negli ultimi anni andra' comunque attentamente monitorata".
Mentre il procuratore generale della Corte dei Conti, Salvatore Nottola, sempre in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario, ha anche sottolineato come "nell'anno appena trascorso si sono sviluppate molte ed articolare iniziative della Corte in materia di gestione dei contributi erogati ai gruppi consiliari regionali. La vicenda e' appena all'inizio e quindi le conclusioni sarebbero premature: vanno pero' richiamati alcunipunti".
"Il susseguirsi, in tale settore, di diffusi e rilevanti episodi indicativi di cattiva gestione e di distrazione di fondi pubblici dai fini istituzionali, e l'allarme che ne e' derivato nell'opinione pubblica, ha indotto il legislatore a disporre la rendicontazione delle gestioni- ha proseguito Nottola- ed il controllo della Corte dei Conti. Le sezioni di controllo hanno dunque iniziato l'esame di questi rendiconti".



( red / 14.02.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top