Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2446 - mercoledì 26 febbraio 2014

Sommario
- Maroni: tentativo di delegittimare Regioni in quanto Istituzioni
- Bioreport 2013: cresce agricoltura biologica
- Scuola: Pittella scrive a Governo su vertenza imprese di pulizie
- Zaia spiega a Renzi le emergenze venete
- Rapporto Accredia-Censis su qualità, crescita, innovazione
- Sardegna: sviluppo nautica in Brasile e Nord America

+T -T
Rapporto Accredia-Censis su qualità, crescita, innovazione

(Regioni.it 2446 - 26/02/2014) Cala la qualità della vita, ma resta alta la qualità del sistema produttivo. E' quanto emerge dal secondo rapporto Accredia-Censis su 'qualita', crescita, innovazione'.
Ci sono quindi fenomeni di propensione all'innovazione e di crescita ma "diminuiscono la qualita' della vita e del contesto socio-economico, dell'ambiente e dell'offerta di servizi pubblici".
Questi dati sulla qualita' del sistema produttivo italiano (l'indicatore rilevato da Accredia-Censis su 18 variabili si attesta a 71,5 su 100 nel 2012) "pongono la Lombardia al primo posto, seguita da Piemonte, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige, Veneto". Sono "leggermente sotto la media italiana" regioni come Toscana, Marche e Friuli Venezia Giulia. In coda Sardegna, Molise, e ultima la Calabria".
L'indicatore qualita' della vita e del contesto socio-economico  "si pone ad un livello abbastanza elevato (72,2 su 100 nel 2012), sebbene in diminuzione. Il Paese non registracertamente fenomeni di degrado diffuso ma - avverte il  rapporto - occorre senza dubbio migliorare. La forte crescita del tasso di disoccupazione, soprattutto tra i giovani, la riduzione dei consumi pro-capite ed il progressivo allargamento di situazioni di disagio sociale tra le famiglie, non hanno permesso una evoluzione positiva".
Su questo fronte "appare piuttosto evidente il dualismo tra le regioni del centro-nord e quelle meridionali". Prima in classifica il Trentino Alto Adige, seguita da Valle d'Aosta e Lombardia. In coda, Campania, Puglia, ultima la Sicilia.
L'indicatore sulla qualita' dell'ambiente segna il valore piu' contenuto (46,1 su 100 nel 2012) "evidenziando un ritardo in gran parte del Paese rispetto a pratiche ottimali". La regione "piu' virtuosa" e' la Valle d'Aosta, seguita a poca distanza dal Trentino Alto Adige e ad "una considerevole distanza" dalla Basilicata. In coda Puglia, Campania, Sicilia.
Quanto alla qualita' dell'offerta di servizi pubblici (l'indice si attesta a 77,3 su 100 sempre con riferimento al 2012) emergono "punte di eccellenza ma un andamento decrescente e ampi margini di miglioramento". In testa Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige; in coda Puglia, Calabria, Sicilia.     



( red / 26.02.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top