Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2446 - mercoledì 26 febbraio 2014

Sommario
- Maroni: tentativo di delegittimare Regioni in quanto Istituzioni
- Bioreport 2013: cresce agricoltura biologica
- Scuola: Pittella scrive a Governo su vertenza imprese di pulizie
- Zaia spiega a Renzi le emergenze venete
- Rapporto Accredia-Censis su qualità, crescita, innovazione
- Sardegna: sviluppo nautica in Brasile e Nord America

+T -T
Zaia spiega a Renzi le emergenze venete

Renzi: federalismo fiscale è stato poco più che una barzelletta

(Regioni.it 2446 - 26/02/2014) Zaia informa Renzi sui problemi del Veneto. "Alluvione, dissesto idrogeologico, 21 mld regalati a Roma, Electrolux, pressione fiscale: ora Matteo Renzi sa tutto", scrive il presidente del Veneto Luca Zaia.
Zaia spiega che gli imprenditori chiedono meno vincoli: "Gli imprenditori della  chiedono meno vincoli, fisco, burocrazia, piu' attenzione alle PMI, sostegno a domanda". Zaia parla del disagio "degli eroi che mantengono l'Italia".
Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nell'incontro con i sindaci trevigiani ed il presidente della Regione, ha dichiarato di essere “un sostenitore indefesso dell'autonomia dei Comuni ma va detto che il federalismo  fiscale e' stato poco piu' che una barzelletta. Va fatto in modo serio e dobbiamo riuscire a superare la logica dello scontro ideologico per trovare la soluzione più  corretta”.
Ai sindaci che gli hanno posto l'urgenza di superare i vincoli del patto di stabilita', Renzi ha manifestato l'intendimento di fare entro il 10 marzo ''una sorta di censimento per una verifica puntuale'' per capire quanto si puo' sforare, in particolare per mettere in sicurezza le scuole. ''Vorrei tempi certi per accelerare le gare su questo non prendo impegni perche' dobbiamo fare delle verifiche''. Altro tema sollevato dai sindaci e' quello delle societa' municipalizzate. ''Serve certezza delle regole e quindi noi abbiamo deciso che per tre anni non cambieranno anche se io sono dell'idea che le societa' municipalizzate vanno diminuite'' ha detto Renzi.
Zaia ha sostenuto che le tasse devono restare in Regione: ''Le nostre tasse devono rimanere in Veneto, per fronteggiare i danni del maltempo e gli investimenti''.  ''La nostra priorita' resta comunque il lavoro e le infrastrutture'' ha aggiunto Zaia. E' assolutamente urgente che il ministro del Mise, Federica Guida - aggiunge Zaia a riguardo della vertenza Electrolux - apra immediatamente il tavolo della trattativa per questa azienda''. Quanto al maltempo, ''noi chiediamo 450 milioni di euro per i danni, e' la stessa cifra del 'Salva Roma'. Quella cifra - precisa Zaia - spetta prima a noi''.
Renzi ha sottolineato di essere “un sostenitore indefesso dell'autonomia dei Comuni ma va detto che il federalismo fiscale e' stato poco piu' che una barzelletta. Va fatto in modo serio e dobbiamo riuscire a superare la logica dello scontro ideologico per trovare la soluzione piu' corretta".
Sarà infine aperto tra una quindicina di giorni un bando della Regione per l'assegnazione di contributi per un ammontare complessivo di 2,5 milioni di euro da destinare alle piccole e medie imprese venete che assumono personale di ricerca qualificato.
Ne dà notizia l'assessore regionale allo sviluppo economico ricerca e innovazione Isi Coppola sottolinea come "in un'economia basata sulla conoscenza, gli investimenti in ricerca e capitale umano sono un fattore strategico per fronteggiare un contesto competitivo reso ancor piu' aspro dalla crisi mondiale. Proprio per sostenere la ricerca, lo sviluppo, l'innovazione e il trasferimento tecnologico a favore delle PMI presenti sul territorio veneto, lo scorso dicembre la giunta regionale ha approvato questo bando con il quale 2,5 milioni di euro sono interamente destinati a supportare ed incentivare le piccole e medie imprese ad assumere personale qualificato". 
 
 


( red / 26.02.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top