Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2495 - martedì 13 maggio 2014

Sommario
- Errani convoca la Conferenza delle Regioni per il 14 maggio
- Expo: Renzi, nessuna marcia indietro; Maroni, bene concordia istituzionale
- Lorenzin su nomine direttori Asl e farmaci innovativi
- Politiche europee: al via il 16 maggio il II ciclo di seminari del CINSEDO
- Qualità del mare: Bandiera blu 2014
- Scuola e povertà educativa: Rapporto Save the children

+T -T
Politiche europee: al via il 16 maggio il II ciclo di seminari del CINSEDO

(Regioni.it 2495 - 13/05/2014) Il II Ciclo di Seminari specialistici sulle politiche europee –  promosso e organizzato dal Cinsedo (Centro interregionale studi e documentazione)  - prende avvio alla vigilia del semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione europea, con l’obiettivo di accompagnare i funzionari delle Regioni e delle Province autonome italiane in un percorso di formazione e di approfondimento fino alla fine del 2014.
Il contesto istituzionale europeo è in piena fase di rinnovamento, a partire dalle elezioni del Parlamento europeo e dal rinnovo della Commissione. Questo momento di passaggio inciderà sui lavori istituzionali e sull’agenda legislativa. La scelta dei temi oggetto di approfondimento dei seminari tiene conto dei temi specifici posti all’ordine del giorno delle istituzioni europee e delle segnalazioni ricevute dai funzionari regionali rispetto agli argomenti di maggiore interesse, con una particolare attenzione per gli ambiti prioritari del semestre di Presidenza e tenendo conto dell’avanzamento concreto delle attività istituzionali.
Il rafforzamento e l’aggiornamento costante delle competenze tecnico-giuridiche dei funzionari delle Regioni e delle Province autonome nelle materie europee, insieme alla più ampia condivisione di queste stesse conoscenze tra i diversi livelli di governo, rappresentano uno strumento a sostegno di interventi sempre più tempestivi e coesi nel processo di formazione e di attuazione delle norme e delle politiche europee nelle materie di competenza regionale.
A questo fine, il quadro normativo di riferimento per le Regioni è la legge 234 del 2012, recante Norme generali sulla partecipazione dell’Italia alla formazione e all’attuazione della normativa e delle politiche dell’Unione europea, che individua spazi e tempi dell’intervento regionale, tenendo conto tanto delle innovazioni introdotte dal Trattato di Lisbona quanto della prassi applicativa avviata dal Parlamento e dalle Regioni. Essa dovrebbe ora favorire una migliore apertura verso le istanze regionali e una maggiore responsabilità di tutti i soggetti istituzionali coinvolti. L’implementazione del dettato normativo dipende molto, però, dalla consapevolezza delle Regioni delle opportunità offerte dall’Unione europea e dalla necessità di agire come sistema.
Partecipare alle decisioni europee è la condizione che prelude alla migliore e più efficiente attuazione degli obblighi che dalle stesse conseguono. Nelle materie in cui le Regioni hanno competenza, i vincoli e gli adempimenti che provengono dall’Unione europea possono costituire vere e proprie opportunità di sviluppo e di crescita per il territorio. Le Regioni devono essere in grado di rappresentare tempestivamente le proprie esigenze, individuate con il concorso di tutti gli attori interessati, discuterle con le altre Regioni e con il Governo. Si tratta di mettere in pratica e condividere i principi della Smart Regulation, con l’obiettivo di contribuire a una crescita intelligente, sostenibile, inclusiva.
Il percorso di formazione proposto dal Centro Interregionale Studi e Documentazione (Cinsedo) alle Regioni italiane, con gli obiettivi di rafforzamento e aggiornamento delle competenze in materia europea, intende anch’esso rappresentare un contributo concreto agli obiettivi della Smart Regulation.
Obiettivi
Il rafforzamento delle competenze rispetto ai dossier europei di interesse regionale. Programma aggiornato a maggio 2014
Il networking come elemento di qualità e di rafforzamento del confronto tra gli interlocutori istituzionali interessati.
Destinatari
Dirigenti e funzionari delle Regioni e delle Province autonome italiane che si occupano, nelle rispettive amministrazioni, dei temi approfonditi all’interno dei singoli seminari e del processo legislativo e decisionale regionale ad essi connesso.
I seminari presuppongono la conoscenza generale della materia da parte dei partecipanti.
Organizzazione
Il Secondo Ciclo di seminari specialistici sulle politiche europee è organizzato dal Cinsedo e coordinato da Andrea Ciaffi, dirigente per i rapporti con l’Unione europea della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.
Il direttore del Ciclo di seminari è Cecilia Odone, esperta in materia di partecipazione delle Regioni alla formazione e attuazione del diritto UE, già direttore di diversi corsi di formazione per funzionari e dirigenti regionali.
Sede, Calendario, Segreteria organizzativa
I seminari si svolgeranno presso la sede del Centro Interregionale Studi e Documentazione (Cinsedo) in Roma, via Parigi 11 (II piano). E’ disponibile il collegamento in videoconferenza.
Una presentazione dei seminari e il calendario aggiornato ed il modulo di iscrizione sono disponibili sul sito www.regioni.it nella sezione agenda  (cliccando su Seminari Cinsedo).
Per partecipare ai seminari è richiesta la registrazione. Le iscrizioni saranno aperte, di norma, venti giorni prima della data di svolgimento e chiuse il giorno stesso del Seminario.
Materiale di approfondimento, a scopo preparatorio, sarà inviato ai partecipanti in anticipo rispetto allo svolgimento dei seminari. Alla conclusione di ogni seminario sarà rilasciato un attestato di partecipazione. La partecipazione è gratuita.
Segreteria organizzativa: Cinsedo (Centro interregionale Studi e documentazione), via Parigi 11 - Roma (E-mail: europa@regioni.it).
PROGRAMMA
Roma, 16 maggio 2014 (ore 10.30 – 13.30)
Conferenza di apertura del “Secondo Ciclo di Seminari specialistici sulle politiche europee”.
L’attuazione della Legge 234 del 24 dicembre 2012. Norme, prassi, risultati, dal livello statale a quello regionale.
Relatori: Roberto Adam – Scuola Nazionale dell’Amministrazione, Presidenza del Consiglio dei Ministri, già Capo Dipartimento per le politiche europee; Davide Capuano - Consigliere parlamentare, Senato della Repubblica; Antonio Esposito - Consigliere parlamentare, Camera dei Deputati; Cecilia Odone - Esperta diritto europeo e direttore del Ciclo di Seminari; Andrea Ciaffi - Dirigente Affari europei della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Interventi programmati di rappresentanti delle Regioni e delle Province autonome.
Roma, 20 giugno 2014 (ore 10.30 - 13.30)
Governance economica europea e coordinamento delle politiche economiche: il “semestre europeo”.
Relatore: Pierre Ecochard, Consigliere economico - Responsabile per il semestre europeo e la governance economica, Rappresentanza in Italia della Commissione europea.
Roma, 30 giugno 2014 ore 10.00-13.00 / 14.00-16.00 (da confermare)
La direttiva 2000/60/CE “Direttiva Quadro sulle acque” (oppure: “La direttiva 91/271/CEE sul trattamento delle acque reflue urbane”).
Relatore: [Funzionario Commissione europea, tbd].
Roma, 18 luglio 2014 (ore 10.00-13.00 / 14.00-16.00 orario pom. tbc)
La direttiva 2008/50/CE sulla qualità dell’aria: applicazione e prospettive di revisione.
Relatore: Marco Gasparinetti, Funzionario – Esperto giuridico, Unità 3 Qualità dell’aria e emissioni industriali, DG ENV, Commissione europea.
Roma, 28 luglio 2014, ore 10.30-13.30 (da confermare)
La politica mediterranea dell’Unione europea.
Relatore: [Funzionario Commissione europea, tbd]
Il programma è in corso di definizione. I temi degli ulteriori seminari saranno scelti indicativamente tra i seguenti: Semestre di Presidenza del Consiglio UE; Aiuti di Stato: il nuovo Regolamento generale di esenzione per categoria; Aiuti a finalità regionale; Aiuti a carattere sociale; Aiuti alle PMI [e/o altre categorie, es.: ambiente, imprenditorialità femminile, Ricerca Sviluppo e Innovazione]; Direttiva diritto di circolazione e di soggiorno; Regolamento specie esotiche invasive; Regolamento quote latte; Riesame del quadro politico e normativo UE per la produzione biologica; Quadro 2030 per le politiche climatiche ed energetiche; Uso efficiente delle risorse e rifiuti; Atto europeo per l’accessibilità; Rifusione e fusione di tre direttive relative all’informazione e consultazione dei lavoratori; Mobilità urbana; Quadro ai fini dell’estrazione sicura di idrocarburi non convenzionali; Promozione prodotti agricoli; Pacchetto fitosanitario.


( red / 13.05.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top