Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2500 - martedì 20 maggio 2014

Sommario
- Regioni.it, on line il numero 2500 !
- Efficienza energetica: Regioni chiedono tavolo con il Ministro Guidi
- Ocse: economia Italia la più debole del G7
- Istat: bilanci 2012 di Comuni e Province
- Rifugiati: parere sul Regolamento per riconoscimento
- De Siervo: migliorare testo Ddl costituzionale di riforma del Senato

Documento della Conferenza delle Regioni del 14 maggio

+T -T
Efficienza energetica: Regioni chiedono tavolo con il Ministro Guidi

Nel corso della Conferenza Unificata del 15 maggio formalizzata la richiesta di rinvio

(Regioni.it 2500 - 20/05/2014) La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nella riunione del 14 maggio, ha elaborato un documento sul decreto relativo all’efficienza energetica (in attuazione di  una Direttiva europea) con cui sono stati poi richiesti, in sede di Conferenza Unificata, il 15 maggio , il rinvio del punto e un tavolo politico col Ministro Guidi al fine di approfondire le rispettive posizioni alla luce delle proposte emendative regionali ritenute imprescindibili.
Il rinvio è stato concesso e il punto torna all’ordine del giorno della Conferenza Unificata del 22 maggio.
Il Documento integrale è stato pubblicato nella sezione “conferenze” del sito www.regioni.it Si riporta di seguito il testo senza l’allegato relativo alle diverse proposte emendative.
Punto 7) O.d.g. Conferenza Unificata
La Conferenza delle Regioni e Province Autonome, in esito al confronto tecnico svolto , preso atto del mancato accoglimento di molti degli emendamenti formulati:
- ribadisce l’importanza di potersi riservare autonomia nell’uso dei fondi strutturali della nuova programmazione nel quadro dell’Accordo di Parternariato già approvato;
- ribadisce l’interesse a contribuire al conseguimento degli obiettivi di efficienza energetica fissati dalla Direttiva 27/2012 in coordinamento con gli Enti locali;
- ribadisce l’assoluta contrarietà alla proposta di dirottare le risorse previste dall’art.22 del decreto legislativo 28/2011 nel fondo di cui all’art.5, comma 12;
- ribadisce la necessità di poter disporre, ai diversi livelli amministrativi, dei dati e delle informazioni raccolte dal livello centrale, in coerenza con le disposizioni in vigore in materia di accesso ai dati pubblici e nel rispetto dei principi di efficienza nell’uso dei fondi pubblici;
- ribadisce la necessità di far chiarezza e di motivare la scelta di ricomprendere il servizio di teleriscaldamento nell’ambito della disciplina dei SIEG;
- ribadisce con riferimento alle definizioni contenute nel provvedimento in esame l’esigenza che le stesse vengano completamente adeguate alla direttiva e si esprime la massima e totale contrarietà all’equiparazione dell'audit/diagnosi energetica con l'attestato di prestazione energetica (APE) per le motivazioni tecniche già rappresentate;
- conferma la necessità di abrogare l’allegato III del d.lgs 28/2001 (che risulta di impossibile applicazione) e di delegare la definizione delle regole tecniche in esso contenute nella più consona collocazione dei DM attuativi del d.lgs 192-05 (in corso di elaborazione e approvazione);
- conferma l’importanza di assegnare esplicitamente al GSE, in qualità di esperto gestore dei fondi pubblici per l’efficienza energetica, la funzione di gestore del fondo di cui all’art.15 dello schema di provvedimento evitando una gestione frammentata tra non meglio definite società in house dei ministeri;
- richiama la necessità di considerare questo provvedimento come un’occasione di semplificazione delle procedure autorizzative volta ad agevolare la conversione a biometano di impianti a biogas preesistenti.
CHIEDE
per i sopraindicati motivi il rinvio del punto e conferma la richiesta di un tavolo politico col Ministro Guidi al fine di approfondire le rispettive posizioni alla luce delle proposte emendative regionali ritenute imprescindibili contenute nell’allegato documento.


( red / 20.05.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top