Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2501 - mercoledì 21 maggio 2014

Sommario
- Rinviate la Conferenza delle Regioni, l'Unificata e la Stato- Regioni
- Recupero urbano: semplificazione "per Contratti di quartiere II"
- Lazio: Zingaretti fissa tetti stipendi manager aziende "regionali"
- Sicurezza nei luoghi di lavoro: Parere su alcune norme di applicazione
- "I gelati d'Italia": gara fra 20 gusti provenienti dalle Regioni italiane
- Agricoltura: Parere sul Decreto relativo alla Diabrotica virgifera

+T -T
Lazio: Zingaretti fissa tetti stipendi manager aziende "regionali"

(Regioni.it 2501 - 21/05/2014) Sono stati definiti dei tetti agli stipendi dei manager delle società controllate dalla Regione Lazio. Lo ha annunciato il presidente della Regione Nicola Zingaretti: il Regolamento è già operativo.
E’ stato infatti adottato dalla Giunta il Regolamento che classifica le società controllate per fasce in base ad alcuni indicatori. E’ stato quindi anche fissato il limite massimo dei compensi per i componenti dei Consigli di amministrazione con deleghe operative.
Nel Regolamento sono considerati il valore della produzione, la dimensione dell’azienda, gli investimenti e il numero dei dipendenti.
Per ogni fascia è stato fissato un limite retributivo per il trattamento economico degli amministratori parametrato a quello del presidente della Regione: per quelli delle società della prima fascia il tetto e' pari al 100% del trattamento economico del Presidente della Regione; per gli amministratori delle societa' della seconda fascia il tetto e' pari all'80%; per gli amministratori delle societa' della terza fascia il tetto e' pari al 60%.
I limiti ai compensi cosi' definiti includono qualsiasi componente retributiva, inclusi benefit di tipo non monetario suscettibili di valutazione economica.
Le società incluse nella prima fascia (Cotral Spa) sono quelle che superano due delle seguenti soglie: un valore della produzione maggiore o uguale a 200 milioni di euro, con investimenti maggiori o uguali a 40 milioni di euro e un numero di dipendenti pari a 800 unita' o piu'.
Alla seconda fascia (Sviluppo Lazio, Astral, Lait, Lazio Service e Lazio Ambiente) appartengono le societa' che superano due dei seguenti parametri: il valore della produzione maggiore o uguale a 30 milioni di euro, investimenti pari ad almeno 25 milioni di euro e con almeno 150 dipendenti. Le societa' che presentano parametri inferiori appartengono alla terza fascia (Arcea).
L'attuale trattamento economico annuo omnicomprensivo del presidente della Regione Lazio, cosi' come degli altri governatori d'Italia, e' pari a 165.600,00 euro lordi (importo fissato dalla conferenza Stato-Regioni).
 “Se in passato il Lazio era considerato la Regione fanalino di coda per l’adozione di provvedimenti virtuosi e di risparmio, - afferma Zingaretti - ora con orgoglio possiamo annunciare che siamo la prima Regione d’Italia ad adottare il Regolamento che fissa il tetto ai compensi degli amministratori delle società regionali, in ottemperanza con quanto previsto dalla Spending Review regionale. Proseguiamo la nostra rivoluzione sulla strada della trasparenza e del contenimento dei costi, eliminando spese e sprechi senza tagliare i servizi ai cittadini. Nello stabilire il limite ai compensi abbiamo tenuto conto del livello di produttività e capacità di investimento delle varie società, perché ogni azienda ha diverse responsabilità e impegni rispetto alle altre. Per questo anche la retribuzione di chi è alla guida deve rispondere a questi parametri”.
Zingaretti ha anche annunciato di voler effettuare degli ulteriori risparmi in sanità, quantificati in 80 milioni, attraverso controlli più efficaci nella gestione della spesa farmaceutica. Tra gli obiettivi c’è anche quello di migliorare il consumo dei farmaci.
Infine Zingaretti ha presentato i vincitori dell’avviso pubblico su opere di solidarietà. Si tratta di un finanziamento da 7,5 milioni di euro per sostenere il terzo settore, in base al bando 'Un taglio alla poverta'', aperto alle associazioni di promozione sociale.
 
 
 




( Giuseppe Schifini / 21.05.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top