Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2502 - giovedì 22 maggio 2014

Sommario
- XIII giornata nazionale del sollievo: Marini a conferenza stampa il 23 maggio
- Istat: le attività illegali saranno valutate nel Pil
- Abbandono scolastico: i dati del Dipartimento per lo sviluppo
- Cure palliative: osservatorio delle buone pratiche
- Il decreto lavoro è legge
- Consiglio ministri del 16 maggio esamina alcune leggi regionali

+T -T
XIII giornata nazionale del sollievo: Marini a conferenza stampa il 23 maggio

(Regioni.it 2502 - 22/05/2014) Catiuscia Marini, Presidente dell’Umbria – Regione che ha il coordinamento vicario della Commissione Salute per la Conferenza delle Regioni – parteciperà domani, 23 maggio, alle ore 11.30 alla conferenza stampa di presentazione della XIII giornata nazionale del sollievo in programma al Ministero della Salute (Auditorium, Lungotevere Ripa, 1). Nel corso dell’incontro si farà il punto sull’impegno del Ministero della Salute e delle Regioni per lo sviluppo e la diffusione delle cure palliative nel nostro Paese.
Al termine della conferenza stampa sarà assegnato il premio “Gerbera d’oro 2014”, riconoscimento attribuito dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e dalla Fondazione nazionale “Gigi Ghirotti” a progetti particolarmente innovativi ed efficaci, presentati dalle Regioni e dalle Province autonome, per la lotta al dolore.

+T -T
Istat: le attività illegali saranno valutate nel Pil

(Regioni.it 2502 - 22/05/2014) Le attività illegali saranno inserite nei  paesi UE per la stima nei conti e quindi nel Pil. Si passa pertanto ad una nuova versione delle regole di contabilità. Lo annuncia l’Istat.
Il cambiamento che interesserà anche il Pil comporterà, inoltre, che le spese per la ricerca e lo sviluppo saranno considerate investimenti e non più costi.
I Paesi Ue, compresa l'Italia, inseriranno ''una stima nei conti (e quindi nel Pil)'' delle attività illegali, come ''traffico di sostanze stupefacenti, servizi della prostituzione e contrabbando (di sigarette o alcol)''. La novità sarà inserita a partire dal 2014 nei conti, in coerenza con le linee Eurostat, spiega l'Istat.
Quindi le stime devono comprendere tutte le attività che producono reddito, indipendentemente dal loro status giuridico.
 

+T -T
Abbandono scolastico: i dati del Dipartimento per lo sviluppo

(Regioni.it 2502 - 22/05/2014) Sul sito del Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica sono stati aggiornati al 2013 i dati relativi ai giovani che abbandonano prematuramente gli studi (indicatore S.01).
I dati sono pubblicati in serie storica e sono disponibili nelle sezioni Focus istruzione o dati regionali.
Per “giovani che abbandonano prematuramente gli studi” si intende la popolazione tra i 18 e i 24 anni con al più la licenza media, che non ha concluso (e non frequenta) un corso di formazione professionale riconosciuto dalla Regione di durata di almeno 2 anni e che non frequenta corsi scolastici o altre attività formative.
La serie storica (aggiornata a maggio 2014) pubblicata dal Dipartimento mostra una progressiva riduzione dell’abbandono scolastico , passato nell’ultimo decennio dal 22,9 % del 2004 al 17% del 2013.

Tabelle per indicatore

Obiettivo/Indicatore

 Dati  

 Metadati 

+T -T
Cure palliative: osservatorio delle buone pratiche

(Regioni.it 2502 - 22/05/2014) E’ on line sul sito dell’Agenas (l’agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) l’Osservatorio delle buone pratiche nelle cure palliative.
Obiettivo dell’Osservatorio è il monitoraggio dello sviluppo delle reti di cure palliative in possesso degli standard strutturali, qualitativi e quantitativi previsto dalla legge 38/2010.
Ogni struttura iscritta può aggiornare la propria descrizione ed inserire i dati di attività 2013. Le strutture non ancora iscritte possono registrarsi al portale seguendo la prevista procedura di registrazione. La raccolta dati 2014 attiva fino al 31 maggio 2014
Un motore di ricerca permette poi di trovare le UCP (unità di cure palliative) domiciliari ammesse all'Osservatorio, suddivise per Regione o per Provincia.
Possono infine essere scaricati o consultati i volumi:
-      “Un modello per le Cure Palliative” basato sul National Principles and Norms of Practice - Canada 2013

+T -T
Il decreto lavoro è legge

(Regioni.it 2502 - 22/05/2014) E’ legge il Decreto lavoro. Il 15 maggio, infatti, lo ha approvato in via definitiva la Camera dei Deputati. Si tratta di un provvedimento che intende rilanciare l’occupazione nel nostro Paese.
Il provvedimento prevede tra l’altro la riforma e la semplificazione dell’apprendistato e dei contratti a tempo determinato. Le imprese inoltre sono tenute predisporre il Documento unico di regolarità contributiva.
Il decreto è parte integrante del Jobs Act presentato dal Consiglio dei Ministri del 12 marzo 2014.
Per i contratti a termine è previsto l’innalzamento da 1 a 3 anni, comprensivi di un massimo di 5 proroghe della durata del rapporto di lavoro a tempo determinato che non necessita dell’indicazione della causale per la sua stipulazione. E’ introdotto un “tetto” all’utilizzo del contratto a tempo determinato: il numero complessivo per ciascun datore di lavoro non può eccedere il ...

+T -T
Consiglio ministri del 16 maggio esamina alcune leggi regionali

Deliberati stati di emergenza per Veneto, Puglia, Toscana e Sardegna

(Regioni.it 2502 - 22/05/2014) Il Consiglio dei ministri del 16 maggio, oltre a dare il via alle privatizzazioni di Poste ed Enav (rispettivamente fino al 40% e al 49%), ha anche deliberato lo stato d’emergenza  per gli ultimi eventi atmosferici eccezionali che si sono verificati in Veneto, Puglia, Toscana e Sardegna (per quest’ultime due regioni è una proroga per il completamento dei lavori).
Sempre in materia di protezione civile il Consiglio dei ministri ha deliberato di avviare la procedura per l’esame e l’approvazione del progetto per il trasferimento del relitto della nave Costa Concordia presso un porto idoneo allo smaltimento.
Il Consiglio dei Ministri ha inoltre esaminato alcune leggi regionali.
Per le seguente legge si è deliberata l’impugnativa:
1) Legge Regione Marche n. 3 del 18/03/2014 “ Modifiche alla legge regionale 23 febbraio 2005, n. 6 "Legge forestale regionale” in quanto contenente disposizioni in contrasto con ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top