Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2503 - venerdì 23 maggio 2014

Sommario
- Cultura e turismo: Consiglio dei Ministri vara Decreto
- Accordo Electrolux: via libera dai lavoratori
- Marini: cure palliative caratteristiche fondanti di un moderno servizio sanitario
- Va all'Umbria la "Gerbera d'oro 2014"
- Lotta al dolore: 151 iniziative in 16 Regioni
- Istat aggiorna dati economici: vendite, retribuzioni, export

+T -T
Accordo Electrolux: via libera dai lavoratori

Errani, Zaia, Serracchiani: Intesa esempio importante per il Paese

(Regioni.it 2503 - 23/05/2014) L’accordo sull’Electrolux, firmato a Palazzo Chigi, è stato approvato dall’80% dei lavoratori.
L’intesa era stata prima firmata da sindacati, azienda e istituzioni la scorsa settimana a Palazzo Chigi, ora il referendum nelle fabbriche italiane del gruppo Electrolux ha l’assenso della stragrande maggioranza dei seimila lavoratori interessati.
Il piano esclude delocalizzazioni, chiusure e licenziamenti fino al 2017 e garantisce 150 milioni di investimenti in cambio di contratti di solidarietà.
Per il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, “con l'approvazione da parte dei lavoratori dei 4 stabilimenti Electrolux di Emilia-Romagna, Veneto, Lombardia e Friuli Venezia Giulia dell'ipotesi di accordo siglato a Palazzo Chigi nei giorni scorsi, si segna un passo importante per la salvaguardia dei posti di lavoro e per il rilancio di un settore importante per l'economia".
Errani quindi aggiunge:  "E' stato un esempio importante che ha dimostrato come la piena e leale collaborazione tra istituzioni, azienda e rappresentanti dei lavoratori, possa essere determinante per la soluzione di vertenze complesse e delicate che riguardano, in questo caso, migliaia di lavoratori e sistemi economici che possono e devono diventare traino per il rilancio dell'economia del Paese".
Un grazie ai lavoratori per si' Electrolux anche da parte del presidente della regione Veneto, Luca Zaia: “Ringrazio i lavoratori che con un si' netto hanno voluto chiudere quella che e' stata una vertenza pilota per tutto il Paese. Un bel si' a un accordo che vede una azienda investire centinaia di milioni, che evita delocalizzazioni, che pone in sicurezza migliaia di posti di lavoro fino al 2017".
"Un accordo - aggiunge Zaia -  raggiunto in virtu' della straordinaria condotta dei lavoratori e dei loro rappresentanti, la disponibilita' dell'azienda di rivedere il piano industriale e l'attenzione dei presidenti delle Regioni interessate di essere sempre sul pezzo. Si e' recuperato cosi' il tempo perduto dal governo Letta, ben tre mesi e mezzo nel corso dei quali non giunse alcun segnale".
"Mi piace sottolineare con particolare enfasi - sottolinea Zaia - la decisione e la capacita' dei quattro presidenti delle Regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Emilia Romagna, nelle quali sono presenti gli stabilimenti dell'Electrolux, di fare fronte comune per impedire la cessazione delle produzioni".
"Per l'Electrolux – afferma Debora Serracchiani, presidente del Friuli Venezia Giulia - c'è stata la comprensione da parte dell'azienda della necessita' di rivedere i propri piani". Questo lavoro di squadra ''fa il paio con un Paese che ha fatto sistema".
Debora Serracchiani ha sottolineato anche l'altro accordo raggiunto tra Fincantieri e Msc Crociere e sottoscritto sempre a Palazzo Chigi: "un altro positivo evento".
"Oltre due miliardi di euro di investimenti sul territorio regionale – spiega Serracchiani - una commessa che assicura lavoro allo stabilimento monfalconese per molti anni, con positive ricadute sull'indotto e quindi sul piano dell'occupazione. Un segnale positivo che dona fiducia. Con accordi come questo l'Italia riparte".
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


( Giuseppe Schifini / 23.05.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top