Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2504 - lunedì 26 maggio 2014

Sommario
- Elezioni europee 2014: i dati regione per regione
- Europee: commenti di Burlando, Rossi, Vendola, Serracchiani, Zaia
- Europee: i commenti di Spacca, Marini, Frattura, Kompatscher e Maroni
- Conferenza delle Regioni il 29 maggio
- Conferenza Stato-Regioni il 29 maggio
- Conferenza Unificata il 29 maggio

+T -T
Europee: commenti di Burlando, Rossi, Vendola, Serracchiani, Zaia

(Regioni.it 2504 - 26/05/2014) “Sapevo che avremmo raggiunto il 40%. L'avevo detto nell'ultimo comizio a Bolano, nello spezzino”. Commenta così il voto delle elezioni europee il presidente della regione Liguria, Claudio Burlando, evidenziando il risultato storico del Pd. “E’ un successo dovuto prevalentemente a Renzi. Il dato prevalente è stato il premier ed è valso l'80% di questo successo”.
Il Pd di Renzi ottiene un risultato storico, ribadisce il presidente della Toscana, Enrico Rossi: “nella sinistra e nel popolo italiano, contro il rischio di avventure, ha prevalso il  senso di responsabilità e la speranza per il futuro. Escono battuti  Grillo e le destre. Abbiamo vinto, ora ci spetta di dimostrare che siamo in grado di cambiare il Paese e l'Europa”.
Nichi Vendola, presidente della regione Puglia, spiega: “evidentemente Matteo Renzi riesce a intercettare una domanda di speranza e di cambiamento", mentre  Grillo, invece, "non ha sfondato, anzi è arretrato, è entrato appieno nel gioco politico e comincia a pagarne gli scotti".
“Renzi voleva un risultato che servisse per portare a compimento le riforme, un risultato che rafforzasse il governo”. Così Debora Serracchiani, vicesegretario del Pd e presidente del Friuli Venezia Giulia, che rilascia due interviste a “Repubblica” e “Stampa”: “Non solo non c'e' stato il sorpasso, ma c'e' stata la volonta' di rafforzare il governo anche in Europa, rendendo la nostra delegazione piu' forte'', osserva Serracchiani. ''E' stato premiato un governo che, per quanto li' da poco, ha gia' impostato un sistema di riforme mai viste prima”.
Anche il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, è "molto soddisfatto per il gran bel  risultato" della Lega Nord, che e' "il quarto partito a livello  nazionale". E’ l'occasione per dire, sottolinea Zaia “che c'e' un buon risultato di un partito che, per primo, ha fatto il suo cambio di pelle".
Per Zaia ''il voto ha premiato i due leader dei partiti  nazionali, che hanno dominato la campagna elettorale, ma anche il  segretario della Lega, Matteo Salvini, che comunque ha avuto levatura  e dignita' nazionale a capo di un partito che ha base solida qui al  Nord". Zaia quindi aggiunge: “noi non è che siamo antieuropeisti, è che le coalizioni  che si sono presentate a questo elezioni europee si dividono in due  filoni di pensiero, quelli che vogliono questo modello d'europa e  quelli che, come noi, vogliono un modello diverso".
"Queste elezioni - afferma Zaia - mostrano la rottamazione  dei partiti" e segnano l'inaugurazione "di un nuovo corso della politica italiana".


( Giuseppe Schifini / 26.05.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top