Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2527 - lunedì 30 giugno 2014

Sommario
- Garanzia Giovani: aderenti finora 100mila giovani
- Cassa integrazione in deroga: manca un miliardo
- Sanità: Lorenzin anticipa filosofia nuovo Patto Salute
- Istat: diminuisce ancora l'inflazione
- Conferenza Stato-Regioni 12 giugno: Atti approvati
- Conferenza Unificata 12 giugno: Atti approvati

+T -T
Garanzia Giovani: aderenti finora 100mila giovani

Soddisfatti Chiamparino, Valente, Aprea

(Regioni.it 2527 - 30/06/2014) “Stiamo lavorando a sviluppare l'attivita' sul programma 'Garanzia giovani'”. Secondo il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, le buone notizie per le prospettive economiche del Paese provengono anche da questa iniziativa, in quanto "le imprese italiane sempre di più si stanno rivolgendo al progetto”.
Aumentano infatti le adesioni dei giovani alla ricerca di opportunità di lavoro. Il finanziamento di 1,5 miliardi dà la possibilità concreta ai giovani interessati, fino al 31 dicembre 2015,  di poter aderire all'iniziativa attraverso il sito web nazionale www.garanziagiovani.gov.it o i siti attivati dalle Regioni, comunque collegati in rete fra loro. Il progetto infatti vede la sinergia di Governo e Regioni.
In base al profilo e alle disponibilità territoriali, i giovani stipuleranno con gli operatori competenti un "Patto di servizio" e, entro i quattro mesi successivi, potranno ricevere una o più opportunità tra: Inserimento al lavoro; Apprendistato; Tirocinio; Istruzione e Formazione; Autoimprenditorialità; Servizio civile. I giovani hanno anche la possibilità di poter indicare la Regione in cui vogliono lavorare.
Dagli ultimi dati si evince che la residenza dei giovani aderenti all’iniziativa è per la maggior parte della Campania con 18.218 unità, pari al 19% del totale, e di giovani residenti in Sicilia con il 16% (15.816 unità) e nel Lazio con l’8% (7.950 unità).
La destinazione delle risorse tra le diverse misure del Programma è stabilita dalle singole Regioni, che definiscono anche le modalità organizzative e di attuazione degli interventi sul proprio territorio.
Al fine giugno si sono registrati a Garanzia Giovani 98.186 giovani: 60.667 lo hanno fatto attraverso il sito nazionale www.garanziagiovani.gov.it e 37.519 attraverso i portali regionali.
L’elenco completo dei portali attivi è pubblicato sul sito nazionale alla pagina  http://www.garanziagiovani.gov.it/Pagine/IlRuoloDelleRegioni.aspx.
I portali non attivi appartengono alle Regioni che hanno scelto di utilizzare il portale nazionale in sussidiarietà.
Se circa il 40% delle adesioni provengono da Campania, Sicilia e Lazio,  il 53% delle registrazioni inoltre riguarda uomini mentre le donne  rappresentano il 47% del totale. In termini di età il 49% delle  adesioni ha interessato i giovani tra i 19 e i 24 anni, mentre il 46%  sono arrivate da giovani dai 25 ai 29 anni. Solo il 5% dai giovani dai 15 ai 18 anni. La maggior parte sono diplomati, pari al 55% delle richieste mentre i laureati sono il  20% finora. Circa il 25% invece risulta avere un titolo di studio di terza  media o inferiore.
La Regione che ha ricevuto il maggior numero di adesioni da giovani residenti in altre regioni è  la Lombardia con 5.295 adesioni "esterne".
Per quanto riguarda l’età dei giovani, il 49% delle registrazioni, pari a 48.470 (27.455 uomini e 21.015 donne) ha interessato i giovani di età compresa tra i 19 e i 24 anni, mentre sono state 45.143, pari al 46%, quelle che hanno interessato giovani dai 25 ai 29 anni (21.778 uomini e 23.365 donne) e 4.573, pari al 5%, i giovani dai 15 ai 18 anni (2.846 uomini e 1.727 donne).
Il titolo di studio dei i giovani registrati è così finora ripartito: il 20% ha conseguito una laurea, il 55% risulta essere diplomato, infine il rimanente 25% risulta avere un titolo di studio di terza media o inferiore. Sia la maggior parte dei laureati che la maggior parte dei diplomati provengono dalla regione Campania.
Sono quindi 100 mila i giovani che aderendo all’iniziativa hanno dunque scelto di non avere un "atteggiamento passivo". Il ministro Poletti quindi ribadisce che "un altro dato importante è la dichiarazione di interesse e disponibilità da parte delle aziende. Siamo partiti piano. Non era mai stato fatto prima. La prima settimana abbiamo avuto 500 opportunita' di proposte, la seconda tre mila. E' un bel segno: 3.500 giovani potranno avere un'opportunita'". Il Governo, annuncia Poletti, lavora "intensamente con l'obiettivo preciso di ottenere a livello europeo la stabilizzazione nel tempo del progetto 'Garanzia giovani"', ora previsto per due anni, 2014 e 2015. "E' uno degli obiettivi della presidenza italiana sul versante del lavoro". 
Il presidente della regione Piemonte, Sergio Chiamparino, apprezza l’iniziativa a tal punto che intende fare del Piemonte "una Regione pilota" per la sua sperimentazione. Chiamparino ha infatti annunciato di voler chiedere “al ministro del Lavoro di essere una delle Regioni pilota per la Garanzia Giovani. Questo grazie anche al lavoro che e' stato fatto in precedenza, che ha consentito un anticipo di risorse e ha portato ad avere gia' una serie di richieste di adesione alla misura". "Mi piacerebbe poter dire che il Piemonte è una Regione pilota per uno dei primi progetti di accompagnamento al lavoro in Italia".
L’Assessore al Lavoro della regione Lazio, Lucia Valente, ha spiegato che “Sono oltre 12mila, ad oggi, gli iscritti alla Garanzia Giovani nel Lazio 7.772 residenti nella nostra Regione e 4.968 provenienti da altre Regioni. Sono iniziati i colloqui presso i Centri per l’Impiego nel Lazio, oltre 3mila i convocati, e firmati i primi Patti di Servizio. Dopo aver ridisegnato i servizi per il lavoro tramite la cooperazione tra i Centri per l’Impiego e i soggetti accreditati, ora il nostro obiettivo è offrire risposte e opportunità concrete, entro 4 mesi dalla firma del patto di servizio, alle migliaia di giovani tra i 15 e i 29 anni”.
La Valente ha inoltre annunciato la firma di un Protocollo che sancisce “la piena collaborazione con i consulenti del lavoro, utile per avviare percorsi di accompagnamento e inserimento al lavoro dei giovani da parte di una rete di professionisti specializzati nel mercato del lavoro e presente in modo capillare in tutto il territorio regionale”. Un protocollo che è stato firmato dall’assessorato al lavoro della regione Campania.
Soddisfatta dell’iniziativa anche l'assessore della regione Lombardia, Valentina Aprea, per il fatto che la Lombardia si conferma la regione più attrattiva: 5.295 dei giovani che hanno aderito provengono da fuori regione.
“La risposta della Regione è stata pronta - ha dichiarato Aprea - oltre alle adesioni sui portali nazionale e regionale,  dal primo maggio altri 3.040 giovani sono stati presi in carico, non solo dal punto di vista burocratico e amministrativo con la sottoscrizione del "patto di servizio", ma anche con la reale attivazione dei servizi di orientamento, bilancio delle competenze, supporto all'inserimento lavorativo”.
La differenza tra adesioni e posti è ancora evidente, ma Poletti sottolinea come i dati non comprendano ancora "il lavoro che stanno facendo le Regioni. Resta il fatto che questo sia un percorso del tutto innovativo e del tutto trasparente".

 

[Lazio] GARANZIA GIOVANI: REGIONE LAZIO: ‘FIRMATO PROTOCOLLO INTESA CON CONSULENTI LAVORO’ 

[Lombardia] GARANZIA GIOVANI,APREA:VICINO A DIECIMILA ADESIONI

[Abruzzo] LAVORO:CRESCITA ABRUZZO, ECCO IL PIANO GARANZIA GIOVANI

Garanzia Giovani: 'Investi nel nostro futuro', lo spot per le imprese

Garanzia Giovani

http://www.garanziagiovani.gov.it/Monitoraggio/Pagine/default.aspx



( Giuseppe Schifini / 30.06.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top