Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2574 - mercoledì 1 ottobre 2014

Sommario
- Sblocca-Italia: Galletti, pronto al confronto con le Regioni
- Rapporto PIT salute: cittadini in fuga dal Servizio sanitario
- Consiglio ministri 30 settembre aggiorna Def e delibera su leggi regionali
- Elezioni regionali: Emilia-Romagna al voto il 23 novembre
- Censis-Ibsa: 40% italiani favorevoli a fecondazione eterologa
- Piccole e grandi imprese: scarsa occupazione, bene manifatturiero

+T -T
Elezioni regionali: Emilia-Romagna al voto il 23 novembre

(Regioni.it 2574 - 01/10/2014) I cittadini dell’Emilia-Romagna andranno al voto il 23 novembre 2014 per eleggere il Presidente della Giunta e l’Assemblea legislativa. Le votazioni si svolgeranno nella sola giornata di domenica 23 novembre 2014, dalle ore 7 alle ore 23.
Si voterà con la nuova legge elettorale (l.r. n.21 del 23 luglio 2014). che prevede un sistema elettorale “misto”, ovvero un “proporzionale a premio di maggioranza variabile”, con l’attribuzione dell’80 per cento dei seggi con metodo proporzionale (su base circoscrizionale) e del 20 per cento con metodo maggioritario (su un unico collegio regionale). Tutti i candidati fanno parte di liste circoscrizionali provinciali, ad eccezione del candidato presidente. Come previsto dalla precedente legge elettorale, le liste che ottengono meno del 3 per cento dei voti validi non partecipano al riparto dei seggi, a meno che non siano collegate a un candidato presidente che abbia ottenuto almeno il 5 per cento dei voti. La nuova norma non prevede il listino del presidente (i 9 consiglieri regionali eletti automaticamente in quanto collegati al candidato presidente della Regione risultato vincitore).
Il sistema elettorale garantisce la governabilità e la rappresentanza delle minoranze con il premio di maggioranza. La coalizione vincente, che sulla base del riparto proporzionale abbia ottenuto un numero di seggi pari o inferiore a 24, avrà a disposizione, oltre al seggio del presidente, altri 9 seggi. Mentre ne otterrà solo 4 nel caso in cui abbia ottenuto un numero di seggi superiore a 24.
La legge introduce la parità di genere fra uomo e donna nelle preferenze nelle liste circoscrizionali (art.8) ed il criterio della doppia preferenza di genere (quando l’elettore esprime due preferenze queste devono essere riferite a genere diversi).
La legge, infine, prevede il limite di due mandati consecutivi per il presidente della Giunta (art. 7).
Sono comunque online sul sito della Regione le ‘Istruzioni per la presentazione e l’ammissione delle candidature’. Disponibili e scaricabili le istruzioni: la prima parte degli allegati è relativa ai modelli di presentazione delle liste circoscrizionali di candidati, la seconda parte contiene invece  i modelli di “Presentazione delle candidature alla carica di Presidente della Giunta regionale”. Infine la terza parte degli allegati è relativa al “Modello del manifesto con i candidati alla carica di Presidente della Giunta regionale e i candidati delle liste circoscrizionali”. Le istruzioni riguardano la formazione delle liste Circoscrizionali dei candidati (e la loro presentazione presso gli Uffici Centrali Circoscrizionali) e la presentazione  delle candidature alla carica di presidente presso l’ufficio centrale regionale.
In evidenza anche le operazioni di competenza dell’Ufficio Centrale Circoscrizionale e dell’Ufficio Centrale regionale rispettivamente in ordine all’esame delle liste Circoscrizionali e delle candidature  alla carica di presidente. Definite anche le modalità per le designazioni dei rappresentanti delle liste circoscrizionali e dei rappresentanti dei candidati alla carica di presidente.
Le istruzioni sono state elaborate sulla base dell’analogo testo predisposto dal Ministero dell’Interno per le precedenti competizioni elettorali, con le necessarie modifiche derivanti dalla legge elettorale regionale 23 luglio 2014, n. 21. Il testo coordina le disposizioni per le elezioni che si svolgeranno in Emilia-Romagna con l’obiettivo di fornire agli organi competenti un’opportuna guida al fondamentale atto preparatorio delle elezioni costituito dalla presentazione delle candidature e dall’es
ame delle candidature.
 
Per approfondimenti: 
Dalla sezione “on line” della sede di Roma della Regione Emilia-Romnagna:Emilia-Romagna al voto con la nuova legge elettorale
Approfondimenti


( sm / 01.10.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top