Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2578 - martedì 7 ottobre 2014

Sommario
- D'Alfonso: fronte comune contro trivelle in Mare Adriatico
- Spacca: strategia UE per la regione adriatico-ionica
- La cooperazione regionale nel Mediterraneo e nei Balcani
- Ragioneria generale dello Stato: revisione budget 2014
- Consiglio ministri 6 ottobre impugna legge regionale Campania
- Gazzetta Ufficiale: la rassegna di giugno

+T -T
La cooperazione regionale nel Mediterraneo e nei Balcani

Dossier sul Programma di sostegno

(Regioni.it 2578 - 07/10/2014) Il ministero degli affari esteri, il Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica e la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome hanno pubblicato un volume dedicato al “Programma di sostegno alla cooperazione regionale nel Mediterraneo e nei Balcani”.
Il volume può essere consultato e scaricato integralmente (i link sono riportati in fondo all’articolo)
“Ripercorrere la storia del Programma di sostegno alla cooperazione – scrive il Vice ministro agli affari esteri, Lapo Pistelli, nella introduzione – significa partecipare alla conoscenza di quel grande patrimonio di competenza di cui le regioni italiane sono ricchissime custodi e testimoni e che si estende dal sistema socio-economico, alle connessioni materiali e immateriali, all’ambiente, alla cultura, alla sanità e al welfare”.
“Questa pubblicazione nasce dall’esigenza – spiega Vincenzo Donato (Direttore generale del Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica) – di illustrare i risultati del Programma” che è “complesso, dotato di risorse finanziarie significative” e “che ha coinvolto la quasi totalità delle Regioni italiane per un lungo periodo di lavoro comune”. “Lazione – aggiunge Donato – si è articolata su 14 progetti integrati, suddivisi in 42 sub-progetti, la cui attuazione ha consentito di instaurare un valido e stabile partenariato tra le Regioni italiane e tra queste ed i Paesi interessati delle due aree geografiche: Balcani e sponda sud del Mediterraneo”.
“Le scelte di governance del Programma – scrive Andrea Ciaffi (Dirigente Affari europei e internazionali della Conferenza delle regioni e delle Province autonome) nella stessa introduzione al volume – sono state frutto di un’attenta e selettiva analisi compiuta dai tecnici regionali, approvata dalla Conferenza delle Regioni” che “ha favorito, laddove possibile le aggregazioni di regioni e la formazione di vere e proprie filiere progettuali che hanno esaltato le diverse esperienze acquisiste”. L’auspicio è che il programma “sia stato solo il primo esempio di una programmazione integrata Stato-sistema delle Regioni”.
Il CIPE ha assegnato 28 milioni di euro al Programma, gestiti dal Ministero degli affari esteri. I primi 5 milioni sono stati destinati dal MAE a FORMEZ (Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l'ammodernamento delle P.A.) per l'assistenza tecnica al Programma. L'alta professionalità ed il rilevante impegno profuso da FORMEZ si sono rivelati indubbiamente utili per la fase preparatoria.
Nel 2005 è stata decisa l'assegnazione dei rimanenti 23 milioni ai progetti di cooperazione delle Regioni e Province autonome (15 milioni per il Mediterraneo meridionale e 8 per i Balcani). Questi finanziamenti sono stati integrati dalle Regioni partecipanti ai singoli progetti con almeno il 15% dei costi del progetto stesso. In realtà il cofinanziamento regionale, parte in cash e parte in kind, è stato decisamente maggiore.

Link al volume:
PROGRAMMA DI SOSTEGNO ALLA COOPERAZIONE REGIONALE NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI
parte 1 parte 2 parte 3 parte 4
parte 5 parte 6 parte 7 parte 8
parte 9 parte 10 parte 11 parte 12
parte 13 parte 14 parte 15 parte 16
parte 17 parte 18 parte 19 parte 20
parte 21 parte 22 parte 23 parte 24
parte 25 parte 26 parte 27 parte 28
parte 29 parte 30 parte 31 parte 32
parte 33 parte 34    



( Stefano Mirabelli / 07.10.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top