Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2579 - mercoledì 8 ottobre 2014

Sommario
- Trascrizione matrimoni gay: fa discutere la circolare di Alfano
- Le Regioni per le "reti d'impresa"
- Sacri Monti: Expo 2015, accordo per valorizzazione
- Immigrati: progetto per mettere in rete servizi al Sud
- Serracchiani: cofinanziamenti Ue via dal patto di stabilità
- Gazzetta Ufficiale: la rassegna di settembre

+T -T
Immigrati: progetto per mettere in rete servizi al Sud

Competenze per l'immigrazione organizzate da Puglia, Campania, Calabria e Sicilia

(Regioni.it 2579 - 08/10/2014) Una rete di servizi rivolti agli immigrati organizzata dalle regioni Puglia, Campania, Calabria e Sicilia. E’ questo il progetto “Com.In” ("Competenze per l'immigrazione") che viene finanziato con 540mila euro di fondi Fei-2013. La Regione Campania è la capofila del progetto e riferimento gestionale è il Ministero dell'Interno. 
Pertanto le risorse ricadono sul Fondo europeo per l'integrazione, che ha come committente il dipartimento per le Libertà civili e l'immigrazione del ministero dell'Interno.
L’obiettivo è migliorare la qualità dei servizi amministrativi offerti ai cittadini dei Paesi Terzi sia sotto il profilo gestionale sia di erogazione.
“Gli immigrati non devono essere percepiti come un problema" ma come opportunità - ha detto Severino Nappi, assessore all'Immigrazione della Regione Campania - Forniamo, con il progetto, migliori strumenti di accoglienza, lanciamo un segnale per superare i tradizionali individualismi e creare una sinergia tra tutti gli enti coinvolti”.
Sono stati individuati già alcuni obiettivi strategici: rafforzare reti e 'governance' regionali; ottimizzare il coordinamento tra istituzioni, Enti locali e terzo settore per una migliore qualità dei servizi offerti all'utenza dei Paesi Terzi; introdurre metodi più moderni per velocizzare gli adempimenti amministrativi; rendere più efficienti le reti per un più efficace contrasto alle discriminazioni.
Si intende consolidare ed estendere le reti costituite col Pon sicurezza 2007-2013 in collaborazione con le reti anti discrimine dell'Unar sulle politiche di inclusione dei cittadini dei Paesi Terzi.
Quindi il progetto 'Competenze per l'integrazione' coinvolge le quattro regioni Obiettivo convergenza, Sicilia, Puglia, Calabria e Campania, oltre al Consorzio Nova e alla fondazione Cittalia.
Tra gli obiettivi c'è quello di realizzare in 8 provincie delle 4 regioni 8 percorsi di formazione specialistica per dirigenti, funzionari, terzo settore, di 30 ore ciascuno, tra aula e laboratorio, sul tema "gestione del fenomeno migratorio e il suo impatto", e 8 seminari di approfondimento di 6 ore ciascuno per fare una sintesi delle tematiche più significative emerse nei gruppi di lavoro.
Oltre all'attività di sensibilizzazione e promozione degli interventi del Fondo per l'integrazione dei cittadini dei Paesi Terzi (investimenti previsti dall'Azione 9- "Capacity Building"), si prevede anche la realizzazione di 4 Osservatori regionali, "partecipati", per fare la mappatura, il monitoraggio e la valutazione dei servizi offerti alla popolazione straniera.
"L'importanza di questa esperienza sta nell'attivazione di connessioni tra diversi attori - spiega il viceprefetto Maria Assunta Rosa del ministero dell'Interno - Lo Stato centrale deve dare delle linee di indirizzo, ma sono le istituzioni del territorio a dover declinare gli interventi, che non hanno possibilita' di riuscita se non c'e' una reale connessione".
E’ fondamentale "fare rete" su una problematica ormai così strutturale. Il viceprefetto vicario di Napoli, Francesco Esposito, sottolinea infatti che “gli ultimi dati segnalano l'aumento dal 12 al 14% delle presenze stabili di immigrati”, quindi occorre “lavorare insieme anche al di fuori delle fasi emergenziali", potendo contare su "istituzioni pubbliche e società civile preparate correttamente”.

consumatori.gif

( Giuseppe Schifini / 08.10.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top