Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2583 - martedì 14 ottobre 2014

Sommario
- Renzi: eliminare per Comuni e Regioni il patto di stabilità
- Gli eletti nelle nuove Province e nelle città metropolitane
- Rossi: in Toscana 50 milioni fuori patto di stabilità per difesa suolo
- Burlando: procedere comunque nei lavori per dissesto idrogeologico
- Province: Bugli, accelerare su applicazione riforma Delrio
- Delrio: budget sanità non verrà toccato

+T -T
Renzi: eliminare per Comuni e Regioni il patto di stabilità

Anticipati alcuni contenuti della legge di stabilità

(Regioni.it 2583 - 14/10/2014) Liberare risorse, aprire agli investimenti, anche attraverso il superamento dello "stupido" patto di stabilità. Al Paese serve una iniezione di fiducia. Il presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, nell’anticipare alcuni contenuti della manovra economica del Governo, afferma infatti che “serve uno choc, porteremo questa manovra in Europa senza timori”.
Nel contempo Renzi sostiene di voler in futuro “eliminare il patto di stabilità per i Comuni e le Regioni” ma intanto nella legge che andrà in Consiglio dei ministri il prossimo mercoledì sarà “liberato spazio per un miliardo di euro” a favore degli interventi dei comuni.
La manovra si annuncia di trenta miliardi, con sedici miliardi di tagli alla spesa e diciotto miliardi di tasse in meno. Tra l’altro nella legge di stabilità ci sarà un provvedimento che permetterà alle aziende di assumere ...

+T -T
Gli eletti nelle nuove Province e nelle città metropolitane

(Regioni.it 2583 - 14/10/2014) Sono 64 le Province chiamate al voto il 13 ottobre 2014. Ad esprimersi questa volta non sono stati chiamati i cittadini, ma , in virtù delle norme previste dalla legge 56/2014, i sindaci del territorio interessato.
Analogamente tra il 28 settembre e il 5 ottobre si sono svolte le elezioni per i consigli delle 8 città metropolitane previste nelle 15 regioni a statuto ordinario
Sul sito dell’Upi è on line la lista dei Presidenti proclamati.
Si riporta di seguito l’elenco dei vertici delle Città metropolitane e delle Province chiamate al voto. Cliccando sul nome della provincia è possibile vedere la scheda relativa ai consiglieri eletti pubblicata sul sito dell’Anci ed in fase di costante aggiornamento.
Le province mancanti nel citato elenco sono quelle che ancora sono in carica perché andranno al voto nel 2015.
PIEMONTE
TORINO Città Metropolitana, Piero Fassino (Sindaco di Torino);

+T -T
Rossi: in Toscana 50 milioni fuori patto di stabilità per difesa suolo

(Regioni.it 2583 - 14/10/2014) “50 milioni fuori patto di stabilità perché non si deve morire annegati per Maastricht! Non si può affogare per un patto europeo che ci lega le mani e non ci permette di  investire per la manutenzione e la sicurezza del territorio”.
Opere in Toscana quindi fuori dal patto di stabilità per la difesa del suolo. Le ha annunciate il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi: “Il patto di stabilità, che impone un tetto alla spesa dei Comuni e delle Regioni, anche quando questi hanno i soldi è, come ha detto anche Renzi, un patto di stupidità. Un patto che diventa insopportabile e vergognoso, soprattutto davanti alla necessità di spendere per l'assetto idrogeologico. Per questo, a partire dal 2015, ogni anno spenderemo 50 milioni di euro fuori dal patto di stabilità, per l'assetto idrogeologico. Invito Comuni e Regioni e fare altrettanto".
"Chiedo al Governo – afferma ...

+T -T
Burlando: procedere comunque nei lavori per dissesto idrogeologico

(Regioni.it 2583 - 14/10/2014) A Genova mentre si abbassa il livello del torrente Bisagno si lavora per liberare le zone colpite dall’alluvione e per sbloccare le opere.
"La gente ha bisogno di risposte". Il presidente della regione Liguria, Claudio Burlando, riflette su come sono andate le cose nel corso del tempo, sul fatto che c'è bisogno di risposte veloci da dare ai cittadini e quindi di far partire subito i lavori per la difesa del suolo, comunque, nonostante i ricorsi alla magistratura.
Ora basta burocrazia sostiene Claudio Burlando, in un'intervista al quotidiano “la Repubblica”: “La città affonda, ci sono 35 milioni di lavori fermi, dopo 30 mesi abbiamo almeno una sentenza di primo grado: dice che la gara andava bene. Adesso basta. Il mio appello è stato raccolto dalla struttura di missione di #ItaliaSicura, ho scritto una lettera all'Avvocatura dello Stato per avere il parere formale a procedere, tenendo conto che le eventuali implicazioni di carattere risarcitorio sarebbero a carico dello Stato”.
“Quand'ero sindaco di Genova 22 anni fa, chi venne dopo di me decise di bloccare i lavori per lo scolmatore del Fereggiano, chi ha bloccato l'opera per tanto tempo si porta i morti del 2011 sulla coscienza” ha dichiarato Burlando  a Canale 5. 
”Bisogna dare delle risorse fresche al mondo del commercio e dargliene tante, io spero che tra il governo e noi possiamo dare una cinquantina ...

+T -T
Province: Bugli, accelerare su applicazione riforma Delrio

(Regioni.it 2583 - 14/10/2014) Questa tornata elettorale con l’elezione indiretta dei consiglieri delle nuove Province e delle Città metropolitane era un passaggio obbligato ma "fondamentale”, ne è convinto Vittorio Bugli, assessore toscano a presidenza e enti locali e coordinatore del gruppo di lavoro interregionale che per la Conferenza delle Regioni ha seguito e sta seguendo l’attuazione della legge Delrio.
“Le elezioni per scegliere presidenti e consiglieri delle rinnovate Province - spiega Bugli -  rappresentano la necessaria investitura per chi deve guidare i nuovi enti di secondo grado.  Adesso il compito è quello di far procedere speditamente la riforma Delrio" e "entro la fine dell'anno dovranno essere pronte le proposte di legge per definire il riordino delle funzioni che fino ad oggi sono state esercitate dalle vecchie Province”.
“Da subito - aggiunge - lavoreremo con i nuovi amministratori per pensare e realizzare ...

+T -T
Delrio: budget sanità non verrà toccato

Spending review Regioni si aggira intorno ai 4 miliardi come tagli di sistema

(Regioni.it 2583 - 14/10/2014) Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, annuncia che non ci saranno tagli alla sanità nella legge di stabilità e spiega: “La spending review sulle Regioni si aggira intorno ai 4 miliardi come tagli di sistema ma il budget attuale della sanità non verrà toccato, anzi si può ragionare su eventuali incrementi”.
Altra anticipazione è quella di favorire i Comuni che cedono le aziende controllate: “c'è bisogno di un intervento perché gli enti pubblici si mettano in un'ottica di mercato. E' uno degli elementi che dovrà essere nella legge di stabilità: dare incentivi in termini di spazio sul patto di stabilità ai Comuni che cederanno parte del controllo in ottica industriale”.
Delrio quindi spiega che "questa è una manovra espansiva. Quest'anno il pil chiuderà a -0,3% ma l'anno prossimo dobbiamo fare segno più”. ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top