Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2583 - martedì 14 ottobre 2014

Sommario
- Renzi: eliminare per Comuni e Regioni il patto di stabilità
- Gli eletti nelle nuove Province e nelle città metropolitane
- Rossi: in Toscana 50 milioni fuori patto di stabilità per difesa suolo
- Burlando: procedere comunque nei lavori per dissesto idrogeologico
- Province: Bugli, accelerare su applicazione riforma Delrio
- Delrio: budget sanità non verrà toccato

+T -T
Renzi: eliminare per Comuni e Regioni il patto di stabilità

Anticipati alcuni contenuti della legge di stabilità

(Regioni.it 2583 - 14/10/2014) Liberare risorse, aprire agli investimenti, anche attraverso il superamento dello "stupido" patto di stabilità. Al Paese serve una iniezione di fiducia. Il presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, nell’anticipare alcuni contenuti della manovra economica del Governo, afferma infatti che “serve uno choc, porteremo questa manovra in Europa senza timori”.
Nel contempo Renzi sostiene di voler in futuro “eliminare il patto di stabilità per i Comuni e le Regioni” ma intanto nella legge che andrà in Consiglio dei ministri il prossimo mercoledì sarà “liberato spazio per un miliardo di euro” a favore degli interventi dei comuni.
La manovra si annuncia di trenta miliardi, con sedici miliardi di tagli alla spesa e diciotto miliardi di tasse in meno. Tra l’altro nella legge di stabilità ci sarà un provvedimento che permetterà alle aziende di assumere a tempo indeterminato senza pagare contributi per tre anni. Sono previsti inoltre 6,5 miliardi per l'abolizione della componente lavoro dall'Irap e mezzo miliardo di detrazioni per le famiglie.
“Ho cambiato mestiere”, da sindaco a premier afferma Renzi, "ma non idea: il patto di stabilità è stupido, ma lo rispetto perché l'Italia ha bisogno di credibilità in Europa, sui mercati. Perché sono anni che a livello internazionale vedono cambiare i nostri governi su promesse che poi non mantengono".
Quindi renzi entra nel merito del provvedimento: “In questa legge di stabilità libereremo spazi di patto per i Comuni per un miliardo: il patto verrà a rimpicciolire le proprie pretese e si potranno aprire investimenti in misura molto significativa. Ma ancora - afferma il presidente del Consiglio - non è quello che voglio io, che è eliminare per Comuni e Regioni il patto di stabilità”.
“Chiediamo al Governo – ha dichiarato Roberto Maroni, presidente della regione Lombardia, sempre nel contesto dell'Assemblea di Confindustria Bergamo - di consentire alla Regione, agli Enti locali e ai sindaci virtuosi di poter utilizzare le risorse risparmiate, abolendo il Patto di stabilità”.

Intervento del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, all'assemblea di "Confindustria Bergamo":
Intervento (video)



( Giuseppe Schifini / 14.10.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top