Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2584 - mercoledì 15 ottobre 2014

Sommario
- Il 16 ottobre Conferenza delle Regioni
- Dissesto idrogeologico: Lanzetta, in arrivo 1,5 miliardi
- Regioni: scuola, confronto fra gli Assessori e il Ministro Giannini
- Cottarelli: troppi ottomila comuni, pensare a riduzione "premiale"
- Istat e Bankitalia su conti pubblici
- Rossi: "Garanzia Giovani" può essere una grande opportunità

+T -T
Dissesto idrogeologico: Lanzetta, in arrivo 1,5 miliardi

Lupi: emendamento per iniziare lavori anche in presenza di ricorsi

(Regioni.it 2584 - 15/10/2014) Misure per contrastare il dissesto idrogeologico sono state annunciate dal ministro per gli Affari regionali, Maria Carmela Lanzetta, rispondendo il 15 ottobre al Question time alla Camera. “'Il Governo – ha spiegato il ministro - sta operando al fine di accelerare, sbloccare e riprogrammare le risorse già stanziate dal 1998 ad oggi ed ancora non avviate a cantiere. Ed a tale riguardo sono già stati recuperati per nuovi interventi circa 1,5 miliardi di euro, che saranno gestiti direttamente dai presidenti di Regione''. Il ministro ha ricordato come, “per accelerare la realizzazione delle opere di prevenzione”, siano stati approvati “rilevanti interventi normativi”.
In particolare, “con il decreto Competitività la responsabilità della realizzazione degli interventi è stata attribuita ai presidenti delle Regioni in qualità di commissari straordinari delegati ed è stato espressamente previsto che l'autorizzazione rilasciata dal presidente della regione sostituisca tutti i visti, i pareri, le autorizzazioni, i nulla osta e ogni altro provvedimento necessario per l'esecuzione dell'intervento, salvi i pareri e gli atti di competenza del ministero dei Beni culturali, per i quali è comunque previsto un meccanismo di silenzio assenso".
Inoltre, "con il decreto Sblocca Italia sono state rese più rapide le procedure di occupazione di urgenza e di espropriazione delle aree individuate per l'esecuzione degli interventi e sono state previste deroghe al Codice dei contratti pubblici per le procedure di affidamento delle opere di messa in sicurezza del territorio”.
“Il governo ha supportato la decisione del presidente della Regione Liguria di sottoscrivere il contratto di avvio ai lavori per il secondo lotto per 35 milioni di euro per la sistemazione idraulica del Bisagno".  E' stato, inoltre, "concordato con il presidente della Regione anche per il prossimo 2015 l'individuazione delle opere per il completamento della messa in sicurezza del Bisagno ancora non finanziate per 72 milioni come prioritarie per il prossimo ciclo di programmazione settennale dei fondi europei come peraltro- spiega Lanzetta - avverra' anche per altri interventi di prevenzione”. Il governo, infatti, "ha posto il contrasto al dissesto idrogeologico del nostro Paese al centro dell'agenda politica dal suo insediamento e come e' noto e' nata a Palazzo Chigi una struttura appositamente dedicata", ricorda il ministro. E "il governo sta lavorando per prevedere un finanziamento degli interventi dal fondo previsto dallo Sblocca Italia per le aree metropolitane di 25 milioni, 18 per l'avvio dei lavori di completamento dell'intero sistema di messa in sicurezza del Bisagno del valore complessivo di 90 milioni e 7 per il completamento della sistemazione idraulica del torrente Chiaravagna".
Per il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi, “nel clima attuale nessun funzionario pubblico si assume la responsabilità, a fronte di ricorsi e pronunce del Tar, del Consiglio di Stato e dei tribunali, per non dover poi rispondere personalmente di eventuali danni”, ma sul dissesto idrogeologico “dobbiamo intervenire dicendo che, in ogni caso, una volta assegnate le opere, possono iniziare i lavori”. Con lo Sblocca Italia abbiamo presentato un emendamento per opere strategiche legate al risanamento del dissesto idrogeologico dove interveniamo dicendo che quelle opere - nonostante i ricorsi legittimamente presentati - possono iniziare lavori senza neanche aspettare tempi necessari previsti dall'Unione europea", conclude il ministro.
Inoltre, ha aggiunto infine il Ministro Lanzetta, “nel decreto Sblocca Italia sono state rese più rapide le procedure di espropriazione delle aree individuate per l'esecuzione degli interventi e sono state previste deroghe al codice dei contratti pubblici per le procedure di affidamento delle opere di messa in sicurezza del territorio”.


 



( Stefano Mirabelli / 15.10.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top