Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2586 - venerdì 17 ottobre 2014

Sommario
- Manovra: Chiamparino al Governo, basta tweet, incontriamoci
- Serracchiani: troveremo un punto di equilibrio
- Manovra: fortemente critici Vendola, Rollandin, Stasi e Zaia
- Maroni: se si vogliono tagliare sprechi strada da seguire è un'altra
- Manovra: Rossi, trovare risorse da pensioni d'oro e stipendi manager
- Spacca e Pittella: legge di stabilità, buon esempio senza penalizzare servizi

+T -T
Manovra: Chiamparino al Governo, basta tweet, incontriamoci

Caldoro a Renzi, sprechi già fortemente ridotti, lavoriamo insieme

(Regioni.it 2586 - 17/10/2014) “Basta tweet: tagli è tema complesso ma risolvibile se ci incontriamo con Ministero dell’Economia e Presidenza del Consiglio”, lo scrive sergio Chiamparino, Presidente della Regione Piemonte e della Conferenza delle Regioni sulla propria pagina . Poi al programma di Rai Radio2 'Caterpillar AM' precisa “da Renzi andiamo con delle proposte concrete, che non toccano i quattro miliardi ma che li articolano in modo tale da consentire di reggerli. La polemica è inevitabile, ma è indispensabile un incontro per raggiungere l'obiettivo. Noi da una parte abbiamo sollevato il problema, dall'altra abbiamo cercato la soluzione, che è complessa, fatta in parte di tagli, in parte di rimodulazione di entrate. Ma bisogna incontrarsi ad un tavolo per discuterne, e parlarne con il Ministero dell'Economia”. “Il premier Renzi ha ragione quando dice che ci sono tanti sprechi da eliminare, ci sono delle cose da ...

+T -T
Serracchiani: troveremo un punto di equilibrio

Legge di stabilità: credo che essa darà effetti e opportunità molto positivi

(Regioni.it 2586 - 17/10/2014) Si troverà un punto di equilibrio. E’ quanto sostiene il presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, in merito alla legge di stabilità e al suo peso specifico nei governi regionali.
"Aspettare che passi 'a nuttata, non far nulla e sperare che qualcuno venga a salvarti non è accettabile da parte di nessun politico, men che mai dai presidenti di regione, i primi a sapere quanto sia importante fare bene il loro dovere fino in fondo".
Serracchiani quindi spiega che “non siamo di fronte a tagli lineari ma a scelte che devono tener conto delle singole situazioni, di eventuali piani di rientro in corso”.
“Questa manovra - ha sottolineato Serracchiani - non indica solo l'impegno della stabilità ma dice che ognuno deve trovare modi e luoghi perché si riesca ad essere responsabili”.
Pertanto "ognuno di noi deve fare la sua parte, con responsabilità", e fa l'esempio della propria Regione, il ...

+T -T
Manovra: fortemente critici Vendola, Rollandin, Stasi e Zaia

(Regioni.it 2586 - 17/10/2014) Se la manovra dovesse essere confermata nella sua rozza algebra io penso che sarebbe opportuno consegnare le chiavi dei governi regionali a Palazzo Chigi”, lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. “Non si può più esercitare con responsabilità - ha aggiunto - il governo dei territori in cui, a causa delle politiche dei governi centrali, è aumentata la povertà, la disoccupazione; in cui la fragilità delle persone ci chiede più impegno”.
“Non intendo essere l'amministratore fallimentare della mia regione - ha proseguito Vendola - e penso che sia inaccettabile prendersi l'onere di tagliare il trasporto pubblico locale, la sanità, gli interventi che riguardano il sociale". “Questo è ingiusto sul piano dei principi ed è demenziale sul piano della logica economica, perché impoverire la gente significa attorcigliarsi sempre di più ...

+T -T
Maroni: se si vogliono tagliare sprechi strada da seguire è un'altra

(Regioni.it 2586 - 17/10/2014) Dietro ai tagli alle Regioni legati alla legge di stabilità, il presidente della regione Lombardia, Roberto Maroni, vede un disegno per “dire che le Regioni sono centri di spreco e quindi di ricentralizzare tutto, come hanno fatto con le Province, e di azzerarle”.
Se resta così la legge di Stabilità "avrà conseguenze catastrofiche in Lombardia”, ha detto Maroni spiegando che da una prima valutazione "si rischia la chiusura di almeno 10 ospedali, l'aumento dei ticket, delle addizionali Irap e Irpef e tagli a infrastrutture e trasporti".
“Se si vogliono tagliare gli sprechi la strada da seguire è un'altra,- ha sostenuto Maroni - la soluzione è applicare i costi standard a tutte le Regioni, individuando in ogni singola attivita' quali sono le migliori pratiche adottate in qualsiasi Regione: sono pronto a dimostrare quanto efficiente sia la Regione Lombardia nella gestione della sanità o in ...

+T -T
Manovra: Rossi, trovare risorse da pensioni d'oro e stipendi manager

"Non ci sto a farmi mettere in un angolo nella lotta agli sprechi"

(Regioni.it 2586 - 17/10/2014) “Alla manovra di Renzi, che nel suo  complesso è buona, aggiungerei più investimenti e più giustizia  sociale”, ad affermarlo è il Presidente della Toscana, Enrico Rossi, in un post sul suo profilo Facebook. “Chiederei a pensioni d'oro e agli stipendi dei manager – prosegue - un  contributo per mantenere l'accesso gratuito alla sanità per i redditi  medio-bassi. Non possono essere colpiti i più deboli con i tagli alla  sanità e al trasporto pubblico locale. Chi ha di più deve contribuire  di più”.
Ma “non ci sto a farmi mettere in un angolo nella lotta agli sprechi”, ha poi spiegato Enrico Rossi, intervenendo ad Agorà (Rai3). “Renzi mi conosce e sa che in Toscana queste cose abbiamo sempre cercato di farle. Aggiungo come Chiamparino che bisogna guardare di più nei ministeri e di restringere costi della ...

+T -T
Spacca e Pittella: legge di stabilità, buon esempio senza penalizzare servizi

Recuperare efficienza e produttività

(Regioni.it 2586 - 17/10/2014) “Può anche essere letta positivamente”. Per il presidente della regione Marche, Gian Mario Spacca, la legge di stabilità del Governo può essere l’occasione per un recupero di efficienza e produttività del sistema, ma “il confronto e la collaborazione istituzionale sono indispensabili per evitare eccessi e condividere questa strategia di responsabilità”.
“I tagli agli enti locali – spiega Spacca – sono significativi, ma se i cittadini sono costretti dalla crisi a tirare la cinghia, anche le Regioni e gli enti locali debbono fare altrettanto, dando il buon esempio, senza penalizzare i servizi alla comunità ma recuperando efficienza e produttività”.
“Il focus - aggiunge Spacca – è sulla produzione del reddito che necessita per sostenere lavoro, welfare e servizi. E' opportuno recuperare la centralità dell'impresa attraverso la riduzione ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top