Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2586 - venerdì 17 ottobre 2014

Sommario
- Manovra: Chiamparino al Governo, basta tweet, incontriamoci
- Serracchiani: troveremo un punto di equilibrio
- Manovra: fortemente critici Vendola, Rollandin, Stasi e Zaia
- Maroni: se si vogliono tagliare sprechi strada da seguire è un'altra
- Manovra: Rossi, trovare risorse da pensioni d'oro e stipendi manager
- Spacca e Pittella: legge di stabilità, buon esempio senza penalizzare servizi

+T -T
Serracchiani: troveremo un punto di equilibrio

Legge di stabilità: credo che essa darà effetti e opportunità molto positivi

(Regioni.it 2586 - 17/10/2014) Si troverà un punto di equilibrio. E’ quanto sostiene il presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, in merito alla legge di stabilità e al suo peso specifico nei governi regionali.
"Aspettare che passi 'a nuttata, non far nulla e sperare che qualcuno venga a salvarti non è accettabile da parte di nessun politico, men che mai dai presidenti di regione, i primi a sapere quanto sia importante fare bene il loro dovere fino in fondo".
Serracchiani quindi spiega che “non siamo di fronte a tagli lineari ma a scelte che devono tener conto delle singole situazioni, di eventuali piani di rientro in corso”.
“Questa manovra - ha sottolineato Serracchiani - non indica solo l'impegno della stabilità ma dice che ognuno deve trovare modi e luoghi perché si riesca ad essere responsabili”.
Pertanto "ognuno di noi deve fare la sua parte, con responsabilità", e fa l'esempio della propria Regione, il Friuli Venezia Giulia, che "ha sempre detto di essere pronta a partecipare all'abbattimento del debito. Lo abbiamo fatto negli anni passati e continueremo a farlo".
"Dobbiamo - ribadisce il presidente del  Friuli Venezia Giulia - tutti assumerci l'impegno a eliminare gli sprechi, perché gli sprechi ci sono. Dobbiamo avere la capacità e la lucidità di capire che ognuno di noi dev'essere parte di una missione collettiva. Da soli - ha spiegato - non ce la facciamo, questa è una missione collettiva per tutto il Paese. Per le regioni, gli enti, i ministeri, tutti quanti siamo chiamati a fare questo sforzo".
In tal senso Serracchiani approva la legge di stabilità: "Non posso non dirmi d'accordo sull'impostazione di una manovra di questo tipo. Anche perché credo che essa darà effetti e opportunità molto positivi anche in una regione produttiva, che sta cercando di reagire alla crisi".
Infine per Serracchiani “se si sanno fare bene i conti, questo attacco alla sanità non avviene”, nella convinzione che "non solo riusciremo a farcela ma che saremo in grado di trovare con il Governo il giusto equilibrio nell' utilizzo delle risorse”. //

Serracchiani: legge di stabilita' va valutata nel suo complesso = 'Confido in equilibrio distribuzione carichi tra stato e regioni'

L. Stabilita': Serracchiani, si premi spending review Regioni

L.Stabilita': Serracchiani, se conti fatti bene non tagli a sanita'

L.Stabilità:Serracchiani, scelte considerino ogni situazione

L.Stabilità: Serracchiani a Regioni, ognuno faccia sua parte

++ L.Stabilità: Serracchiani, si troverà punto equilibrio ++



( Giuseppe Schifini / 17.10.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top