Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2596 - venerdì 31 ottobre 2014

Sommario
- Istat: occupati e disoccupati
- Zingaretti: legge stabilità, risposta positiva a richiesta tavolo
- Sviluppo Economico: richieste aziende a programma Horizon 2020
- Schizofrenia, disturbi dell'umore e della personalità: percorsi di cura
- Reti regionali per malati rari: proposta di accordo per teleconsulenza
- Camera approva Decreto "sblocca Italia". Il parere delle Regioni

Documento della Conferenza delle Regioni del 16 ottobre

+T -T
Camera approva Decreto "sblocca Italia". Il parere delle Regioni

(Regioni.it 2596 - 31/10/2014) E’ passato in Aula alla Camera il Dl “Sblocca Italia”, il 30 ottobre, con 278 sì contro 161 no (e 7 astenuti, su 439 votanti tra i 446 presenti). Il via libera è arrivato dopo la fiducia della scorsa settimana. Ora il provvedimento passa per il voto finale al Senato.
Le Regioni, durante la Conferenza Unificata del 16 ottobre, hanno espresso un parere negativo sul Ddl di conversione in legge del decreto “sblocca Italia” a meno che non fossero accolte le proposte emendative presentate al governo con un documento nel corso della stessa Conferenza unificata.
Durante il dibattito alla Camera alcune delle osservazioni delle Regioni, ma non tutte, sono state accolte.
Si riporta di seguito il documento con gli emendamenti presentati, senza le ulteriori proposte e osservazioni della Conferenza. Il testo integrale è stato comunque pubblicato nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it.

Punto 8) O.d.g. Conferenza Unificata
La Conferenza esprime parere negativo salvo l'accoglimento delle seguenti proposte emendative all'art. 42 finalizzate al ripristino del contributo di 560 mln di euro destinati alle Regioni a statuto ordinario e alla definizione della proposta di deliberazione del CIPE per il riparto delle risorse del Servizio Sanitario Nazionale per l'anno 2014, nonchè la richiesta di abrogazione degli articoli 35 e
38:
1) Emendamento in materia di saldo netto da finanziare
All’art.42 del DL 12 settembre 2014, n. 133:
a) è aggiunto il seguente comma 15:
“15. Sono soppressi i commi 522, 523, 524 e 525 dell’articolo 1 della legge 23 dicembre 2013, n.147. All’onere si provvede per 560 milioni di euro mediante riduzione dello stanziamento previsto dal comma 2 dell’art.45 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 convertito in legge 23 giugno 2014, n. 89 per l’anno 2014 e per euro 12.900.000 mediante riduzione del Fondo per interventi strutturali di politica economica, di cui all’art.10, comma 5, del decreto legge 29 dicembre 2004, n.282, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2004, n.307 a decorrere dall’anno 2015 per la durata corrispondente al prestito erogato dal Ministero.”
b) è abrogato il comma 4.
2) Emendamento Riparto risorse Servizio Sanitario Nazionale anno 2014
“1. Per l’anno 2014 al fine di consentire l’accelerazione delle procedure per l’intesa finalizzata alla determinazione dei fabbisogni standard regionali in materia di sanità, le Regioni di riferimento di cui al comma 5 dell’articolo 27 del decreto legislativo 6 maggio 2011, n. 68, sono quelle stabilite nella seduta della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano del 5 dicembre 2013.
2. All’articolo 2, comma 67-bis, della legge 23 dicembre 2009, n. 191, sono aggiunti, infine, i seguenti periodi: “Per l’anno 2014, in via transitoria, nelle more dell’adozione del decreto di cui al primo periodo, il Ministro della Salute, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, d’intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, stabilisce il riparto della quota premiale di cui al presente comma, tenendo anche conto di criteri di riequilibrio indicati dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Limitatamente all’anno 2014, la percentuale indicata all’articolo 15, comma 23, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, è pari all’1,75 per cento”.
Roma, 16 ottobre 2014


( sm / 31.10.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top