Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2616 - venerdì 28 novembre 2014

Sommario
- Blocco di alcuni lotti del vaccino antinfluenzale
- Istat: disoccupazione, inflazione, prezzi al consumo e industriali
- Scarti allevamenti: in Conferenza Stato-Regioni passa provvedimento
- Corte dei Conti Lazio: i conti sono corretti
- UE: legge di stabilità promossa ma "rimandata" a marzo
- Immigrazione: riunione a Roma ministri UE

+T -T
UE: legge di stabilità promossa ma "rimandata" a marzo

Concesso più tempo a Italia, Francia e Belgio

(Regioni.it 2616 - 28/11/2014) “Il tempo che resta non può essere tempo perso, bisogna che le cose avanzino da qui a marzo, o la Commissione non esiterà ad assumersi le sue responsabilità”. Il riferimento è del  commissario UE Pierre Moscovici a Italia, Francia e Belgio su riforme e aggiustamento fiscale e alle procedure d'infrazione.
I conti passano l'esame della Commissione Ue ma l'Italia dovrà “adottare le misure necessarie per garantire che il bilancio sia conforme al Patto”, perchè il “bilancio non è ancora pienamente compatibile”. Per questo a marzo Bruxelles procederà a un nuovo esame della situazione.
Moscovici spiega che le decisioni sono state rinviate "per evitare contestazioni" e perchè concedere più tempo a Italia, Francia e Belgio ha "per noi un senso politico ed economico". Interviene anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e rileva che ci sono troppe “distorsioni e drammatizzazioni” sull'economia Ue.
Il ministero dell’Economia si dice comunque soddisfatto, ma bisogna andare ancora avanti con coraggio e determinazione con il programma di riforme “per recuperare la competitività del nostro sistema produttivo. L'Italia proseguirà in questa direzione anche attraverso il piano privatizzazioni”.
Per il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan la Ue dirà che "ci sono circostanze eccezionali negative in termini di profonda recessione per il Paese ma anche in termini positivi come l'agenda delle riforme strutturali. Tutto ciò fa sì che il Paese con un alto debito ha la possibilità di mettere in moto un meccanismo virtuoso”.
Per la UE bisogna comunque far scendere il debito pubblico e per far questo servono “politiche per aumentare la crescita, tenere la spesa primaria sotto stretto controllo aumentando l'efficacia della spesa pubblica, così come le previste privatizzazioni”.
Il commissario Ue agli Affari economici, Pierre Moscovici, aggiunge: “il bilancio non è ancora pienamente compatibile con le regole del Patto: per questo riteniamo che la Commissione possa e debba chiedere all'Italia ancora un piccolo sforzo in più”.



( Giuseppe Schifini / 28.11.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top