Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2619 - mercoledì 3 dicembre 2014

Sommario
- Legge di stabilità: prosegue il confronto Stato-Regioni
- Conferenza delle Regioni il 4 dicembre
- Bankitalia: aggiornamento a novembre dell'economia regionale
- Garavaglia: dalla legge di stabilità tagli irragionevoli
- Riforma della Costituzione: recuperare proposte Regioni
- Rossi e Caldoro: Regioni vanno accorpate

+T -T
Legge di stabilità: prosegue il confronto Stato-Regioni

(Regioni.it 2619 - 03/12/2014) Questa sera (3 dicembre, ndr) con le Regioni abbiamo un buon passo avanti, ma si sta lavorando ancora sulla base delle richieste che queste hanno avanzato": lo ha riferito il ministro per gli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta al termine dell'incontro sulla legge di stabilità con una delegazione di Regioni.
“Domani (durante la prevista Conferenza delle Regioni, ndr) molto probabilmente il presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino, valuterà i passi fatti questa sera. Naturalmente nelle prossime ore – ha proseguito Lanzetta - ascolteremo gli altri Ministeri e anche la Ragioneria Generale dello Stato”. In ogni caso, ha concluso il ministro, “il via libera all'accordo con le Regioni verrà dato entro il 10 dicembre”.
“Come Regioni abbiamo accettato un taglio da 1,5 miliardi sul fondo per la salute ma come contropartita abbiamo chiesto che qualche centinaio di milioni vada al trasporto ...

+T -T
Conferenza delle Regioni il 4 dicembre

Conferenza Stato-Regioni convocata alle ore 15

(Regioni.it 2619 - 03/12/2014) Il Presidente Sergio Chiamparino ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per giovedì 4 dicembre alle ore 11 (Roma, via Parigi 11).
All’ordine del giorno i punti che saranno affrontati nella Conferenza Stato-Regioni, convocata per le ore 15 dello stesso giorno (in via della Stamperia 8 a Roma).
La Conferenza delle Regioni affronterà anche altri temi, fra cui:
Sanità
questioni all’ordine del giorno della Conferenza Stato–Regioni con riferimento all’Intesa sulla proposta di delibera CIPE di riparto delle risorse finanziarie per il Servizio Sanitario Nazionale anno 2014; documento per l’indagine conoscitiva promossa dalla Commissione Igiene e Sanità del Senato della Repubblica sulla “Sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale con particolare riferimento alla garanzia dei principi di universalità, solidarietà e di ...

+T -T
Bankitalia: aggiornamento a novembre dell'economia regionale

(Regioni.it 2619 - 03/12/2014) La Banca d’Italia ha fornito l’aggiornamento congiunturale sull’andamento delle economie di ogni Regione nei primi sei mesi dell’anno o fino a novembre 2014. Si tratta quindi anche di un quadro d’insieme della nostra economia nazionale, che ristagna ma vede anche dei segnali di ripresa sul territorio.
Ad esempio nel Lazio in questa parte del 2014 sono proseguite le tendenze recessive dell'economia. Le indagini condotte in settembre-ottobre dalla Banca d'Italia evidenziano segnali di stabilizzazione soltanto in alcuni comparti dei servizi; “gran parte delle imprese – scrive Bankitalia - sembra aver posposto le attese di ripresa, evidenziatesi in primavera-estate.
In Sardegna si è registrato un ulteriore calo dell'attività economica. Le aspettative di un miglioramento “ciclico formulate all'inizio dell'anno non hanno successivamente trovato conferma nell'evoluzione degli indicatori ...

+T -T
Garavaglia: dalla legge di stabilità tagli irragionevoli

(Regioni.it 2619 - 03/12/2014) Nella legge di stabilità ci sono “tagli irragionevoli”, che mettono a rischio anche i posti di lavoro. Così il coordinatore della Commissione affari finanziari della Conferenza delle Regioni, Massimo Garavagla, spiega i possibili effetti dovuti dai miliardi di tagli lineari che saranno provocati dalla legge di stabilità nei bilanci regionali.
Per Garavaglia “prima di passare agli emendamenti serve un'interlocuzione, che spero ci sia oggi, con il governo; i tagli sono irragionevoli e mettono a rischio migliaia di posti di lavoro”.
“Serve buon senso – sottolinea Garavaglia - - per dare soluzioni nell'interesse di tutti”.
I punti della trattativa in corso Stato-Regioni,  spiega Garavaglia, “non possono che essere la sanità, il patto di stabilità territoriale e il trasporto pubblico locale".
Sulla sanità “serve un intervento ben fatto e razionale, che non metta a rischio ...

+T -T
Riforma della Costituzione: recuperare proposte Regioni

Bugli in audizione di fronte alla Commissione per le questioni regionali

(Regioni.it 2619 - 03/12/2014) “Abbiamo seguito con grande attenzione l’iter parlamentare del disegno di legge costituzionale e sostenuto la necessità di superare il bicameralismo perfetto attraverso l’istituzione di un Senato che possa consentire ai territori di esprimere la loro posizione sulle iniziative legislative e i provvedimenti di rilievo per Regioni ed autonomie locali”, lo ha sostenuto nel corso di un’audizione di fronte alla Commissione per le questioni regionali, Vittorio Bugli, Assessore della Regione Toscana - che ha coordinato, su incarico della Conferenza delle Regioni, il gruppo di lavoro e di confronto su questi temi - alla quale ha partecipato anche l’assessore della Regione Veneto, Roberto Ciambetti.
“Certamente il nostro punto di riferimento resta il modello Bundesrat, ma abbiamo compreso la necessità di andare incontro alle caratteristiche peculiari del nostro Paese attraverso il coinvolgimento degli enti locali. ...

+T -T
Rossi e Caldoro: Regioni vanno accorpate

Interviste al Quotidiano Nazionale

(Regioni.it 2619 - 03/12/2014) “Venti regioni sono troppe. Ne bastano 12 e vanno superate quelle a statuto speciale”. Lo sostiene Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana in un'intervista al quotidiano Qn che riporta anche un’intervista del presidente della Campania, Stefano Caldoro, che invece propone 5 macroaree in mano a Stato e Comuni in forma associata.
“La pubblica amministrazione - aggiunge Rossi -  deve dimagrire eliminando duplicazioni ed eccessi. Bene l'abolizione delle 110 Province e il superamento del Senato con il taglio di 300 Parlamentari. Anche in Toscana abbiamo già iniziato: ridotti i Consorzi di Bonifica da 33 a 6, le aziende di trasporto pubblico da 14 a 1, i Comuni da 287 a 280, i Consiglieri Regionali nel 2015 passeranno da 55 a 40, gli Assessori da 10 a 8 e le Asl da 16 a 4”.
Per Rossi le Regioni vanno accorpate “Bisogna superare il federalismo degli staterelli, che è all'origine dei mali di molte regioni. La ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top