Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2620 - giovedì 4 dicembre 2014

Sommario
- Legge di stabilità: Chiamparino, passi in avanti nel confronto Stato-Regioni
- Caldoro: cercheremo di ridurre l'impatto della legge di stabilità
- Audizione su funzione sociale sport e Testo Unico
- Legge di Stabilità: i commenti di Marini, Vendola e Maroni
- Zaia: i costi standard unica via per risanamento spesa sanitaria
- Garavaglia su assorbimento personale Province

+T -T
Legge di stabilità: Chiamparino, passi in avanti nel confronto Stato-Regioni

(Regioni.it 2620 - 04/12/2014) “Ieri sera abbiamo avuto un confronto con il Ministro degli Affari regionali, Maria Carmela Lanzetta, il Sottosegretario, Gianclaudio Bressa e il Vice Ministro all’Economia, Pier Paolo Baretta”, lo ha ricordato al termine della Conferenza delle Regioni del 4 dicembre, il Presidente Sergio Chiamparino.
“Al centro del confronto i tagli previsti dalla Legge di stabilità. Nel corso dell’incontro ci sono stati alcuni passi in avanti. Il Governo – ha spiegato Chiamparino - ha accettato la nostra proposta di prevedere un finanziamento del Patto Verticale incentivato per almeno un miliardo, risorse che serviranno poi ai Comuni per affrontare interventi urgenti per il dissesto idrogeologico e per la messa in sicurezza delle scuole. Non solo, abbiamo chiesto anche al Governo di arrivare a considerare l’idea di attestarsi per questa operazione ad un livello pari ad un miliardo e mezzo. Una richiesta confermata oggi dalla ...

+T -T
Caldoro: cercheremo di ridurre l'impatto della legge di stabilità

(Regioni.it 2620 - 04/12/2014) Il vicepresidente della Conferenza delle Regioni e presidente della Campania, Stefano Caldoro, al termine della Conferenza delle Regioni del 4 dicembre, ha fatto il punto sull’andamento del confronto Governo-Regioni in merito alla revisione della legge di stabilità.
“Ieri – ha spiegato Caldoro, riferendosi alla riunione avvenuta al ministero degli affari regionali - è stato fatto un piccolo passo avanti sulla legge di Stabilità”, è stata fatta quindi una ulteriore riflessione tra i presidenti delle Regioni, “ma non sarà ancora detta la parola definitiva".
Caldoro quindi aggiunge: “Si avrà comunque una riduzione dell'incremento del fondo sanitario 2015  e quindi anche prestazioni sanitarie in meno. Tuttavia avremo uno sblocco importante di risorse per l'edilizia sanitaria e per le apparecchiature mediche. In arrivo risorse anche per il rischio idrogeologico. Cercheremo comunque di ...

+T -T
Audizione su funzione sociale sport e Testo Unico

Lolli: positivo riconoscimento associazionismo e volontariato sportivo

(Regioni.it 2620 - 04/12/2014) Audizione alla Camera – in Commissione Cultura, scienza e istruzione – di una delegazione della Conferenza delle Regioni sui progetti di legge “Riconoscimento della funzione sociale dello sport e delega al Governo per la redazione di un testo unico in materia di attività sportive” e “Disciplina delle associazioni sportive dilettantistiche e disposizioni per la promozione della loro attività”.
A guidare la delegazione delle Regioni Giovanni Lolli, Coordinatore vicario della Commissione Beni e attività culturali con delega per la materia ordinamento sportivo (vicepresidente regione Abruzzo), che ha espresso un giudizio positivo per il riconoscimento dell’associazionismo e il “volontariato sportivo”.
“L’Italia – ha spiegato Lolli - è l’unico Paese europeo che non ha definito nel proprio ordinamento il fenomeno sportivo come fattore sociale e di crescita civile. ...

+T -T
Legge di Stabilità: i commenti di Marini, Vendola e Maroni

(Regioni.it 2620 - 04/12/2014) “I tagli alla sanità non devono  incidere sui servizi essenziali. Il taglio deve quindi essere limitato all'aumento del Fondo previsto dal Patto per la Salute per l'anno 2015”. Lo ha detto il Presidente dell'Umbria, Catiuscia Marini, a  margine della Conferenza delle Regioni del 4 dicembre. Secondo il presidente dell'Umbria, e' quindi necessario “garantire  tutte le risorse per il 2014, già previste dal Fondo sanitario”.
Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, in un'intervista ad askanews ha parlato delle ripercussioni della legge di stabilità e ha sottolineato che “nel corso del 2015 gli effetti dei tagli saranno pesantissimi e produrranno anche la reazione rabbiosa dei cittadini”.  “Tra ciò che verrà tolto alle Regioni e ai Comuni - ha spiegato - pioveranno tagli per 10 miliardi di euro che significheranno interventi drammatici sull'organizzazione ...

+T -T
Zaia: i costi standard unica via per risanamento spesa sanitaria

(Regioni.it 2620 - 04/12/2014) Interviene sugli effetti della legge di stabilità, e sulle conseguenti ricadute sul sistema sanitario, il presidente della regione Veneto, Luca Zaia.
“In sanità bisogna avere il coraggio di applicare i costi standard – evidenzia Zaia - perché questo porterebbe a risparmiare 30 miliardi di euro ovvero un terzo del debito pubblico".
I nuovi tagli della legge di stabilità comporterebbero in particolare dei “danni” alle “regioni virtuose come il Veneto. Se si ragiona come si sta facendo ci si fa male da soli”.
Per Zaia “i costi standard sono l’unica via per un risanamento serio della spesa sanitaria”.  Parole che continuano a rimanere “nella bocca del Presidente del Consiglio, mentre appena si fa sul serio si torna al vecchio e becero quadro dei tagli lineari. Se così fosse saliremo sulle barricate – annuncia Zaia - perche' dai primi calcoli si vorrebbero togliere ...

+T -T
Garavaglia su assorbimento personale Province

(Regioni.it 2620 - 04/12/2014) “Se non si trovano le risorse per consentire alle Regioni di assorbire gli addetti delle Province si corre il rischio di innescare una nuova bomba sociale”. Così Massimo Garavaglia, coordinatore della commissione affari finanziari della Conferenza delle Regioni (assessore al bilancio della Regione Lombardia).
"Nella nostra regione – spiega Garavaglia - stiamo pensando seriamente di mettere tutto, a breve, nelle mani del prefetto, visto che dal governo non si riesce ad avere risposte utili su un tema così insidioso".
“Il problema - aggiunge Garavaglia - è che la spesa totale degli addetti alle Province è pari a circa 2 miliardi di euro l'anno; ora, calcolando una riduzione del 50% si arriva a 1 miliardo, di cui 200 milioni a carico delle città metropolitane e il restante 80% in capo alle Regioni”.
La Regione Lombardia, aggiunge Garavaglia, "ha 2.850 dipendenti, mentre il 50% degli addetti delle ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top